Le fiction che vedremo: L’Aquila – grandi speranze con Marchesi e Lodovini


Marco Risi sarà il regista della nuova fiction prevista in onda su Raiuno nel prossimo autunno 2017. Il titolo è "L'Aquila - grandi speranze". Tra gli attori ci sono Valentina Lodovini e Giorgio Marchesi. Il nome della fiction evoca subito drammatico terremoto de L'Aquila avvenuto il 6 aprile del 2009.


Marco Risi sarà il regista della nuova fiction prevista in onda su Raiuno nel prossimo autunno 2017. Il titolo è “L’Aquila – grandi speranze“. Tra gli attori ci sono Valentina Lodovini e Giorgio Marchesi. Il nome della fiction evoca subito drammatico terremoto de L’Aquila avvenuto il 6 aprile del 2009.

La serie parte proprio da questo evento ma è ambientata alcuni anni dopo il sisma. In particolare viene raccontata la ricostruzione della città de L’Aquila ma soprattutto la vita quotidiana di tutti coloro che abitando nella città o nei dintorni hanno visto la propria esistenza spezzata dal crollo delle proprie case e dalla morte dei propri cari. Ricordiamo che il numero definitivo delle vittime del sisma è stato di 309 morti con oltre 1600 feriti e più di 10 miliardi di euro di danni stimati. {loadmodule mod_custom_advanced,Pubblicità dentro articolo 2}

valentina lodovini aquila

La serie vuole quindi raccontare soprattutto il futuro dei giovani che abitavano nelle zone colpite dal terremoto e hanno avuto il coraggio di ricominciare tutto daccapo. Nella serie ci sono pochi attori noti e tra questi Valentina Lodovini (già vista nella prima puntata de Il commissario Montalbano dal titolo “Un covo di vipere) e Giorgio Marchesi protagonista tra le altre fiction di Sorelle“, attualmente in onda su Rai1. Tutti gli altri protagonisti saranno giovani che hanno avuto molti danni alle proprie abitazioni e che racconteranno, attraverso flashback, tutto ciò che è accaduto nella loro città da quel giorno terribile in poi. {loadmodule mod_custom_advanced,Pubblicità dentro articolo 2}

giorgio marchesi aquila

L’Aquila – grandi speranze vuole essere dunque un prodotto rivolto soprattutto ad un target di pubblico molto giovane. Infatti i protagonisti che raccontano le proprie vicende sono ragazzi di 15-16 anni che vivono e raccontano la propria città attraverso i rapporti instauratisi nel tempo tra di loro. Molti fatti raccontati sono presi dalla realtà, ma altri sono stati anche romanzati e sceneggiati.

Il titolo “L’Aquila – grandi speranze” evoca l’analogo titolo di un capolavoro letterario come “Grandi speranze” scritto da Charles Dickens e pubblicato tra il 1860 e il 1861. Anche l’opera letteraria parlava di speranza nel futuro dopo un passato di sofferenza e di grande dolore attraversato dal protagonista Pip, un orfano che all’inizio della vicenda ha poco più di 6 anni. {loadmodule mod_custom_advanced,Pubblicità dentro articolo}

La serie di Rai 1 attualmente è inserita in un discorso realizzato da Rai Fiction e finalizzato a raccontare il nostro passato più recente. In questo contesto sono inserite anche serie e come “I fantasmi di Portopalo” recentemente andato in onda con protagonista Beppe Fiorello e “Cacciatore di mafiosi” attualmente in fase di scrittura, tratto dall’omonimo libro del magistrato Sabella.

La città de L’Aquila verrà dunque ricostruita almeno nella fiction attraverso i ricordi di giovani ragazzi. Ma nella storia ci saranno anche vicende personali molte prese dalla realtà, altre invece inventate ma sempre finalizzate al ricordo del grande terremoto.



0 Replies to “Le fiction che vedremo: L’Aquila – grandi speranze con Marchesi e Lodovini”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*