“I 1000 giorni di Mafia Capitale” dal 14 settembre su Rai 3


Due appuntamenti in prima e in seconda serata che cercano di far luce sugli anni bui di Mafia Capitale dal 2012 fino a luglio 2017.


Da giovedì 14 settembre su Rai 3 in prima serata va in onda la docu-fiction “I 1000 giorni di Mafia Capitale” con la regia di Claudio Canepari e Giuseppe Ghinami. Saranno tre puntate in prima visione, in ognuna delle quali andranno in onda due episodi.

 

Viene raccontata tutta la vicenda delle indagini svolte dai Ross dei Carabinieri e dalla Polizia di Stato nel periodo di tempo che va dal 2012 fino alla sentenza finale dello scorso 20 luglio 2017.

Tutte queste indagini hanno portato all’arresto di Massimo Carminati e hanno aperto la strada agli investigatori per capire l’intricata rete di affari e di relazioni discutibili che hanno interessato la Capitale d’Italia in cinque lunghi e drammatici anni.

Subito dopo la conclusione della puntata ci sarà un epilogo dal titolo “I 1000 giorni di Mafia Capitale – speciale“. Con la conduzione di Federica Sciarelli, questo appuntamento speciale va in onda alle 23:00, sempre sulla terza rete.

La scelta di Federica Sciarelli per la gestione di questi tre speciali è motivata dalla profonda conoscenza della giornalista per le tematiche affrontate.

I 1000 giorni di Mafia Capitale” è un racconto basato soprattutto sui personaggi, sulla loro psicologia e sulle motivazioni che li hanno spinti a mettere in atto una così intricata rete di malaffare.

Primo fra tutti c’è lui Massimo Carminati, ex estremista nero divenuto criminale e circondato da una fama di intoccabile.

Salvatore Buzzi invece è l’ex detenuto modello che si è trasformato in un imprenditore di grande prestigio. Il professionista è molto amato dalla sinistra perché si è sempre fatto carico del reinserimento sociale degli emarginati. Buzzi si trasforma in un complice intorno a cui si muovono tutte le stanze del potere. Stanze che si aprono e garantiscono finanziamenti generosi soltanto a chi lo paga meglio.

C’è poi il camorrista che, appena uscito dal carcere, ricomincia imperterrito nel suo gioco pericoloso di caccia al potere. E poi c’è il boss che continua ad organizzare traffici illeciti dalla stanza della clinica privata dove è ricoverato in stato di detenzione. Insomma un quadro davvero inquietante, un gioco di connivenze e di malaffare che ha avuto come unico obiettivo la conquista dei soldi, del potere e del profitto personale.

Intorno a tutto questo clima ci sono poi le forze dell’ordine che cercano disperatamente sempre più indizi per poter avere un quadro chiaro di quanto sta avvenendo. Ci sono molti misteri intorno a Carminati e a Mafia Capitale che non sono stati ancora svelati e dei quali la docu-fiction cercherà di dare tutte le indicazioni possibili. Insomma da una parte il malaffare e dall’altra le forze dell’ordine che cercano di capire e di assicurare alla giustizia i colpevoli.

Ne esce un quadro di Roma come città che accoglie tutti perché riesce a garantire ad ognuno la propria visibilità e il proprio guadagno.

I materiali sono quelli originali dell’indagine, nonostante ci siano ricostruzioni di fiction.



0 Replies to ““I 1000 giorni di Mafia Capitale” dal 14 settembre su Rai 3”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*