La basilica nascosta | il 2 aprile su Rai 1 con Osvaldo Bevilacqua


La basilica nascosta il 2 aprile su Rai 1 con Osvaldo Bevilacqua. Il conduttore propone un appuntamento culturale per scoprire le bellezze spesso nascoste del più grande monumento della cristianità. Si tratta di quei luoghi di solito inaccessibili al turismo di massa.


Osvaldo Bevilacqua approda su Rai 1. Accade il prossimo lunedì 2 aprile in seconda serata. Nel lunedì dell’Angelo infatti lo storico conduttore di Sereno Variabile sarà il padrone di casa di uno speciale dal titolo La basilica nascosta.

Ideato e realizzato dallo stesso Bevilacqua, l’appuntamento è un vero e proprio viaggio culturale all’interno di uno dei monumenti più noti a livello mondiale, la Basilica di San Pietro a Roma.

Il titolo prende spunto dalla considerazione che verranno mostrati ai telespettatori gli angoli, i luoghi e i monumenti più nascosti, ovvero quelli che i milioni di turisti e pellegrini che arrivano quotidianamente per visitare la basilica, non riescono a vedere.

A fare da guida ad Osvaldo Bevilacqua c’è il cardinale Comastri, Vicario Generale di Papa Francesco per la Città del Vaticano.

Ci verrà spiegato che la Basilica di San Pietro è una delle quattro Basiliche papali di Roma, la più grande ma non è tuttavia la chiesa cattedrale della diocesi romana, perché questo titolo spetta alla Basilica di San Giovanni in Laterano.

La storia, raccontano il conduttore e la sua guida, inizia nel 1506 quando fu posta la prima pietra dell’imponente chiesa, per la cui conclusione si dovette attendere il 1626. Gli architetti della Basilica furono molti. Il primo fu il Bramante, l’ultimo Gian Lorenzo Bernini, ma vi partecipò anche il grande Michelangelo Buonarroti.

I telespettatori così potranno scoprire il lavoro minuzioso e difficile di tutti coloro che hanno partecipato alla costruzione di uno dei monumenti più imponenti della cristianità.

Ad esempio nella navata destra vedremo il monumento a Cristina di Svezia, realizzato nel 1600. Nella cappella di San Sebastiano Osvaldo Bevilacqua ci parla del grande mosaico che racconta il martirio del Santo. Procedendo oltre ammireremo il tabernacolo del Santissimo Sacramento realizzato in bronzo dorato da Gian Lorenzo Bernini nel 1674.

La Basilica di San Pietro è piena di capolavori. Nella navata sinistra vedremo la Cappella del battesimo piena di mosaici di grandissima bellezza. Inoltre il monumento agli Stuart, realizzato da Antonio Canova, scultore e pittore italiano ritenuto il massimo esponente del neoclassicismo.

E poi Bevilacqua ci farà ammirare la cancellata del Borromini e molti altri monumenti tra i quali la tomba di Gregorio XVI e il monumento a Clemente X.

La Cupola di San Pietro verrà analizzata in tutta la sua grandezza. Vedremo poi il monumentale baldacchino di San Pietro, opera del Bernini la cui caratteristica è il modo con cui venne realizzato. Infatti fu costruito con il bronzo prelevato dal Pantheon.

Con questo programma Osvaldo Bevilacqua torna in video dopo aver lasciato la conduzione di Sereno Variabile a Giovanni Muciaccia. Il conduttore che è entrato nel Guinness dei primati per essere stato alla guida ininterrottamente di Sereno variabile per oltre 40 anni, continua a mantenere un piccolo spazio nella trasmissione da lui portata al successo.



0 Replies to “La basilica nascosta | il 2 aprile su Rai 1 con Osvaldo Bevilacqua”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*