Rocco Schiavone seconda stagione | conferenza stampa


Rocco Schiavone seconda stagione | conferenza stampa. Le dichiarazioni di tutti i partecipanti alla presentazione della seconda stagione della serie.


E’ stata presentata, questa mattina, nella sede Rai di viale Mazzini, la seconda stagione della serie Rocco Schiavone. Le quattro nuove puntate andranno in onda a partire dal 17 ottobre sulla seconda rete. La prima puntata è disponibile, dal 13 ottobre, su Raiplay.

 

Presenti il direttore di Rai 2 Andrea Fabiano, la responsabile di Rai Fiction Eleonora Andreatta, il protagonista Marco Giallini che dà il volto a Schiavone, Lo scrittore Manzini dai cui  romanzi è tratta la serie e tutto il cast.

Ecco le dichiarazioni dei partecipanti.

Inizia Eleonora Andreatta: “Rocco Schiavone dopo solo la messa in onda di una stagione è diventato prodotto simbolo della programmazione di Rai2. E’ indispensabile per Rai Fiction poter gestire il racconto televisivo su più reti. E Rai 2 è la rete più anticonvenzionale“.

La Andreatta continua: La seconda stagione fa un passo indietro e parte dal passato. Manzini ha scritto un romanzo che spiega come Schiavone sia stato ferito negli affetti familiari quando gli è stata uccisa la moglie sotto i suoi occhi. Schiavone è un personaggio scorretto, anti-convenzionale, incapace di rispettare le regole, un personaggio che ha un suo senso etico e morale  anche se non corrisponde a quello a cui la gente è abituata.  Soamo certi che solo Marco Giallini poteva interpretarlo, le sue caratteristiche coincidono con quelle col personaggio”.

Prende la parola il direttore di Raidue Andrea Fabiano: “Era da un anno che attendevo questo momento da quando cioè sono arrivato come direttore a Rai 2. Le storie di Rocco Schiavone sono amatissime e l’interpretazione credibile che ne da Marco Giallini spinge persino il telespettatore a pensare se è nato prima Schiavone o Giallini”.

Fabiano svela Eleonora Andreatta è stata inserita nel contesto delle 25 donne top manager del mondo dei media che stanno cambiando l’industria televisiva a livello mondiale.
Interviene Rosario Rinaldo di cross Productions: “Rai 2 è un vero e proprio trampolino di lancio che noi stiamo utilizzando per realizzare un grandissimo salto di qualità. Prodotti come Rocco Schiavone e Il calciatore possono essere considerati non a livello locale ma sono glocal. Rai2 In sostanza non aveva precedentemente una programmazione di fiction continuativa. Adesso siamo riusciti a programmare un insieme di prodotti e siamo fieri che Rocco Schiavone ha raggiunto quote di vendita in tutto il mondo addirittura di due milioni di euro ed è arrivato anche nell’America del Nord”.
Viene specificato che la prima serie di Rocco Schiavone è stata venduta in Germania, in Francia e negli Stati Uniti dove viene trasmessa dal canale prestigioso Starz.

Eleonora Andreatta: “erano 20 anni che un prodotto italiano non era programmato in Germania nel prime time”.
Il regista Giulio Manfredonia sottolinea: “il personaggio che vedremo nelle puntate è un Rocco Schiavone che agisce prima ancora della morte della moglie. La prima stagione è stata molto forte e abbiamo cercato di mantenere tutto il bello di questa serie. E naturalmente il carattere di Schiavone sarà differente, ma non molto, perché non era stato ancora brutalmente colpito dalla uccisione della moglie”.
Adesso interviene Marco Giallini: “Schiavone mi assomiglia sia come carattere sia come linguaggio Io però non mi faccio le canne. Mi piacerebbe vedere e soprattutto ascoltare come il mio personaggio viene doppiato in tedesco”.

Giallini poi sottolinea “in questa stagione ci sono molte più scene girate a Roma e anticipa che vedremo già nella prima puntata Rocco Schiavone interrogato dai suoi superiori”.

Lo scrittore Manzini: “Io mi sento un po’ come i sei personaggi in cerca d’autore. Io i miei personaggi li ha visti davvero incarnarsi”. (mostra il cast presente in sala).

Poi ribadisce: “fino a quando mi diverto a scrivere, Rocco Schiavone ci sarà. Se a qualcuno non piace può sempre non comprare il libro. C’è ancora libertà in Italia”.

E sulle polemiche che hanno investito la prima stagione per la scorrettezza di Schiavone ripreso mentre fumava una canna, Giallini dice: “le polemiche non mi hanno impressionato. Schiavone resta quello che abbiamo visto. E poi, se io vedo una Questura dove non fuma nessuno, spengo la tv”.

La conferenza si conclude.



0 Replies to “Rocco Schiavone seconda stagione | conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*