Venerdì santo in tv dalla via Crucis alla Passione secondo Giovanni di Bach


Prima serata televisiva dedicata soprattutto alla celebrazione del Venerdì Santo.


 Una prima serata dedicata soprattutto alla celebrazione del Venerdì Santo. Come vi avevamo già anticipato, questa sera la prima serata di Rai 1 contempla una serie di appuntamenti che vanno dallo speciale Porta a porta il cui titolo è La passione sotto le macerie, al rito tradizionale della Via Crucis presieduto da papa Francesco in mondovisione dal Colosseo.

In seconda serata Viaggio nella chiesa di Francesco speciale Venerdì Santo e, successivamente il concerto di Pasqua diretto da Zubin Mehta. Inoltre, su Rai 5 un concerto di Antonio Pappano che rilegge in musica le più intense pagine sacre di Giovanni Sebastian Bach. L’appuntamento è in prima serata alle 21,15.

Bruno Vespa nella fascia oraria dell’access prime time in occasione del Venerdì Santo ripercorre in una ideale Via Crucis, la sofferenza e i disagi delle persone sopravvissute al terremoto che ha colpito il centro Italia l’agosto scorso. Molte le testimonianze anche dei sopravvissuti alla valanga dell’hotel Rigopiano lo scorso 10 gennaio. In studio anche i parenti delle persone decedute sotto le macerie. Bruno Vespa ripercorre dunque attraverso testimonianze e immagini la sofferenza che non è ancora finita di tanta gente in attesa di un futuro che restituisca loro dignità.

Il rito della Via Crucis inizia alle 21:05 ed è in diretta mondovisione a cura del Tg1 e di Rai Vaticano. Quest’anno come vi abbiamo anticipato, le meditazioni sono state scritte da Anne Marie Pelletier. Per ciascuna delle 14 stazioni vengono recitate le parole della biblista francese con riferimenti alla attualità.

via crucis colosseo

In seconda serata c’è uno speciale Viaggio nella chiesa di Francesco a cura di Massimo Milone, realizzato sempre in collaborazione con Rai Vaticano che va in onda dopo la diretta della Via Crucis. Il tema di cui si parla è: quali e quante sono le croci nel mondo oggi? Sarà un largo excursus attraverso i luoghi della terra dove maggiormente si soffre per i disagi della guerra, della fame, della discriminazione. Ma sì arriva anche in Italia con una serie di testimonianze tra le quali quella di Chiara Amirante fondatrice della Comunità Nuovi Orizzonti.

Il racconto della Via Crucis e della Passione di Cristo viene poi analizzato in rapporto all’arte e alla cultura. Rai Vaticano entra nei musei per soffermarsi su tutte le opere che hanno come tema la croce, simbolo di spiritualità che ha attraversato le epoche dai sarcofagi cristiani a Caravaggio e Van Gogh fino ad arrivare ai giorni nostri. Si parlerà anche dello stretto rapporto che c’è sempre stato nel corso dei secoli, tra i papi e il vessillo della croce.

Molti sono gli appuntamenti che ci saranno anche su Tv2000 che trasmette in diretta la Via Crucis.

Rai 5 infine manda in onda la Passione secondo Giovanni di Bach che rappresenta il proseguimento del percorso di Antonio Pappano e della Accademia Nazionale di Santa Cecilia sulle più intense pagine sacre di Johann Sebastian Bach. 

La Passione secondo Giovanni BWV 245 è una composizione musicale sacra per voci soliste, coro, orchestra e organo di Johann Sebastian Bach, costruita sui capitoli 18 e 19 del Vangelo secondo Giovanni e inframmezzata da arie e corali composti su alcuni testi in poesia di Barthold Heinrich Brockes



0 Replies to “Venerdì santo in tv dalla via Crucis alla Passione secondo Giovanni di Bach”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*