Spot in tv: il segreto di bellezza di Cindy Crawford


Analisi di una campagna pubblicitaria attualmente in onda sul piccolo schermo


Uno spot rilasciato lo scorso anno, ma tornato in onda negli ultimi giorni: stiamo parlando di quello dell’acqua San Benedetto, diretto dal regista Gabriele Muccino. Protagonista assoluta, una delle modelle per definizione: Cindy Crawford.
La top model è testimonial in una Roma dal fascino classico: una città non intaccata dalla contemporaneità, ma la capitale della commedia all’italiana, della Dolce Vita felliniana. Una Roma legata all’immaginario del turista che la visita, e in cui effettivamente si inserisce proprio un’americana in vacanza.

La Crawford viene omaggiata in tutta la sua bellezza, mostrata mentre si muove per le strade romane. La celebre modella quindi, torna per un breve attimo nel ruolo che l’ha resa celebre nel mondo: più che una semplice camminata infatti, nel suo passo è subito riconoscibile il piglio da passerella.
La Crawford, elemento di certo non secondario, ha con sé in borsa una bottiglia di acqua San Benedetto. L’acqua infatti è più di una semplice acqua: è un segreto di bellezza, pura come una Roma il cui fascino non cambia mai.
Ma se lo spot è un inno alla fisicità della top model, lo è altrettanto della città eterna. Roma viene ripresa in alcuni scorci caratteristici del centro storico, puntando anche su un’atmosfera di cordialità e serenità, dato che la protagonista è circondata da gente sorridente. Un fioraio in strada le regala anche un fiore.

“La prima volta che sono venuta in Italia mi sono innamorata, e ogni volta che ci torno è come allora. Qui ho conosciuto una nuova forma di bellezza: quella pura, quella che il tempo non cambia, quella che vedo fuori e dentro di me”: sono queste le parole con cui la testimonial racconta il nostro Paese. Intanto la vediamo aprire la persiana al mattino, scendere in strada e camminare attraverso la città, sempre incrociando sguardi gentili.
Non manca lo stereotipo dell’italiano macho, con due aitanti giovanotti che scrutano la Crawford affacciati da una finestra.

Quando guarda il panorama, così come quando è seduta al tavolino di un bar, la fedele compagna di soggiorno è sempre l’acqua San Benedetto: si stabilisce perciò un parallelismo tra città e prodotto reclamizzato. Di riflesso poi, la Crawford parla anche di se stessa. In conclusione, non rimane che pronunciare “I love you”.

La Roma di Muccino è molto lontana dalla realtà: un’immagine tanto idealizzata quanto passata, più simile a quella di To Rome with love di Woody Allen che alla capitale dalla tante sfaccettature che conosciamo.
Da un regista italiano però, seppur trapiantato negli Usa da anni, ci si aspettava qualcosa di diverso dai soliti, ritriti, cliché.



0 Replies to “Spot in tv: il segreto di bellezza di Cindy Crawford”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*