Superquark puntata del 26 luglio: come resuscitare il mammut


Questa sera mercoledì 26 luglio alle 21:15 Piero Angela torna su Rai 1 con la quinta puntata di Superquark. Appuntamento alle 21:15 con una serie di servizi che spaziano dal reportage della serie BBC “Occhio alla spia”.


Questa sera mercoledì 26 luglio alle 21:15 Piero Angela torna su Rai 1 con la quinta puntata di Superquark. L’appuntamento è alle 21:15 con una serie di servizi che spaziano dalla serie BBCOcchio alla spia”, alla scoperta della città di Ravenna passando per la “resurrezione” di un mammut.

Vediamo nei dettagli tutti i servizi presentati.

La puntata inizia con il backstage del reportage della BBCOcchio alla spia. Vedremo come sia stato possibile realizzare le creature spia da inserire in tante famiglie animali diverse per studiarne i comportamenti. L’impresa è durata tre anni. La tecnologia di costruzione di questi modelli animali estremamente realistici è stata realizzata in laboratori speciali. Accanto al lato culturale e scientifico verranno raccontati anche episodi divertenti ed inaspettati avvenuti durante le riprese.

Alberto Angela sarà poi nella città di Ravenna per visitarla e per studiarne le origini. Sarà un viaggio estremamente interessante e scopriremo come la città è strettamente legata alla storia europea.

Il servizio successivo è un’intervista al chimico di fama mondiale Robert Langer, candidato al Nobel per i suoi studi in farmacologia. Ed è proprio per l’ultimo studio da lui realizzato che potrebbe vincere il più prestigioso premio il prossimo dicembre a Stoccolma. La sua scoperta è basata su di una tecnica innovativa per curare i tumori virtualmente inoperabili.

E adesso un servizio che ha dell’incredibile tanto da assomigliare ad una delle scene di Jurassic Park. È possibile resuscitare il mammut? Vi anticipiamo che nei laboratori di Harvard negli Stati Uniti il mammut è la prima specie preistorica estinta che potrebbe vedere di nuovo la luce. L’nviata Barbara Bernardini è andata nel centro scientifico dove sono in corso gli esperimenti per capire a che punto sono questi tentativi di resurrezione.

superquark piero angela

E adesso si parla del treno diagnostico che serve per realizzare il check up automatico a binari, linee di alimentazione e apparati tecnologici. Sono controlli che questo speciale treno riesce a realizzare a 300 km orari.

Ci sono luoghi del mondo in cui connettersi ad internet sembra un problema complicato. Vedremo perché e come è possibile trovare una soluzione.

Anche questa settimana ci sono le consuete rubriche.

Dietro le quinte della storia” si occupa di commercio delle spezie, importantissimo per l’economia di molte nazioni nell’Europa del Medioevo e del Rinascimento. Infatti questo tipo di scambio commerciale era una delle prime fonti economiche che permetteva di realizzare immensi profitti.

Nella rubrica “scienze in cucina” la nutrizionista parlerà degli alimenti brucia grassi. Esistono davvero o è tutta una bufala? Inoltre è vero che bere molta acqua al giorno fa perdere peso? Lo sapremo questa sera.

Infine per questione di ormoni, il professore Emanuele Jannini metterà in evidenza quanto sia importante la sessualità negli anziani.

Superquark il mercoledì rappresenta un appuntamento importante per il pubblico di Rai1. Il programma di divulgazione scientifica infatti assicura settimanalmente il pieno di ascolti alla rete e la vittoria sulla concorrenza.



0 Replies to “Superquark puntata del 26 luglio: come resuscitare il mammut”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*