Mangiafuoco | su Rai 2 dal 27 giugno


Mangiafuoco | su Rai 2 dal 27 giugno. Arriva sulla rete diretta da Andrea Fabiano, un programma sperimentale attualmente in onda su Rai Radio 1. Al centro c'è la nuova generazione dei millennials.


Anche Rai 2 sperimenta, nel mare di repliche che caratterizza l’emittente, un nuovo programma dal titolo Mangiafuoco. L’appuntamento si compone di due puntate che vanno in onda rispettivamente il 27 giugno ed il 4 luglio in seconda serata sulla rete diretta da Andrea Fabiano. Una delle novità è la durata di soli 60 minuti.

Mangiafuoco nasce da un’idea di Gerardo Greco, attualmente ancora direttore Radio Rai. Il fine del programma è di raccontare realtà differenti che hanno però come protagonisti i cosiddetti millennials, ovvero i giovani che sono nati a cavallo del 2000 che si ritrovano a confronto con le prime opportunità professionali. Ma accanto al mondo del lavoro, Mangiafuoco vuole lanciare uno sguardo molto ben articolato su altre realtà che interessano la new generation.

La caratteristica della trasmissione è rappresentata da due reportage realizzati in proprio e mandati in onda con un occhio critico su due differenti realtà. In particolare i reportage sono ambientati nel mondo del calcio e nell’universo variegato del sesso. Il tutto sullo sfondo di una malinconica disincanta voglia di arrivare che sembra pervadere i giovani di oggi. Ma non si rinuncia anche ai desideri ed alle opportunità del mondo moderno. Anche se purtroppo le illusioni a cui sono già andati incontro i millennials sono tante.

Dopo aver presentato il programma la domanda d’obbligo è la seguente: ma chi è Mangiafuoco? Nel reportage dedicato al calcio, Mangiafuoco è quel personaggio che svela le trame spezzate di un sogno disilluso. Viene cioè analizzato il lato oscuro di un universo dorato, quello dove il pallone è considerato una sorta di Re incontrastato, o meglio un mezzo che consente di arrampicarsi socialmente e di diventare star milionarie in pochissimo tempo.

Questo sarebbe il sogno di milioni di ragazzi naturalmente senza molte possibilità economiche ma dotati di un grande talento. Non tutti però riescono a farcela. Sono infatti pochissimi coloro che riescono a diventare famosi provenendo da periferie abbandonate e con un passato di povertà alle spalle. Troppi invece cadono nelle reti di personaggi discutibili e senza scrupoli. I ragazzi vengono manovrati al solo scopo di spillare soldi ed entrano in un diabolico labirinto dal quale sarà purtroppo difficile uscire.

Il secondo reportage è dedicato al sesso. Sono soprattutto le ragazze a pensare che concedersi sarebbe una scorciatoia per arrivare al successo. Oggi questa scorciatoia sognata da troppe giovani donne, viene inseguita soprattutto nel mondo dello spettacolo. Ma molto presto ci si accorgerà che diventa una sorta di prigione di lusso. La vita agiata che viene concessa a chi pensa di fare carriera con il sesso, si trasforma poi in una gabbia dorata. E tutto questo accresce nelle protagoniste il disincanto, la rabbia e l’amarezza di aver buttato via se stesse inutilmente, perché lo scopo al quale miravano non è stato raggiunto.

Mangiafuoco è un personaggio immaginario del libro Pinocchio di Carlo Collodi. Nonostante sia burbero e apparentemente severo, in fondo è un personaggio indulgente e comprensivo. Infatti quando Pinocchio gli racconta la sua storia, al posto di gettarlo nel fuoco, gli consegna cinque zecchini d’oro da consegnare al povero papà Geppetto.



0 Replies to “Mangiafuoco | su Rai 2 dal 27 giugno”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*