Ora o mai più| 29 giugno 2018| ultima puntata in diretta: vince Lisa


Ultimo appuntamento questa sera su Rai 1 con Ora o mai più, il programma condotto da Amadeus.


In onda a partire dalle 21.25, la trasmissione eleggerà l’artista vincitore: il premio è la pubblicazione di un album, con l’obiettivo di ripartire con il proprio percorso professionale.

Seguiamo la puntata in diretta.

Guida la classifica Lisa, mentre al secondo e terzo posto ci sono i Jalisse e Massimo Di Cataldo.

Questa sera ascolteremo gli inediti dei protagonisti, che cercano di rientrare nel mercato musicale grazie alla pubblicazione che uscirà in seguito allo show.

Apre Valeria Rossi, ultima in classifica, insieme a Orietta Berti: Tu sei quello.
Leali trova la Rossi migliorata, mentre la Berté non è d’accordo perché le è sembrata un po’ stonata. Zarrillo si è lasciato emozionare nonostante le imperfezioni. Marcella Bella dice che la Rossi non tiene il passo con la vocalità della Berti, e che dà 5 perché non fa strategie come i colleghi giudici. In totale, la coppia ottiene 45 punti da parte dei maestri.

Secondi ad esibirsi, Stefano Sani e Marcella Bella: Montagne verdi.
Arrangiamento “coraggioso” secondo Masini, secondo cui sani si è allineato perfettamente. Ottimo riscontro da parte dell’intera giuria: 52 punti.

Tocca a Francesca Alotta con Fausto Leali: Io camminerò. Standing ovation per loro: la giuria è concorde con la reazione del pubblico, al punto da assegnare 55 punti. Finora è il punteggio più alto.

È la volta di Alessandro Canino e Loredana Berté: E la luna bussò.
In studio si balla a tempo di reggae. Canino fa incetta di complimenti e voti alti: 54 punti.

Andando a ritroso della classifica iniziale, siamo alla quarta posizione: Marco Armani e Red Canzian in Pierre, brano con cui i Pooh hanno parlato di omosessualità.
Per Masini l’interpretazione di Armani era bella. “Per come sei partito, sei cambiato radicalmente”. Per Zarrillo il momento è stato un “quadretto d’arte pop”. In totale, 54 punti.

Si prosegue con Massimo Di Cataldo e Patty Pravo: Pazza idea.
Red Canzian c’era una “lotta di tonalità” tra i due, mentre secondo Marcella Bella la canzone non era il massimo per lui. Masini invece dà il consiglio definitivo: “Da questo momento, dimenticati Patty Pravo. Canta come sai cantare”. Zarrillo infine, ha trovato grande difficoltà da parte di Massimo Di Cataldo. Il punteggio è di 48 punti.

Il palco ore è dei Jalisse e Michele Zarrillo: Una rosa blu.
La performance scalda il pubblico, che applaude calorosamente. L’opinione ai giudici: Marcella Bella trova che sia molto difficile cantare in tre perché bisogna armonizzare, per Canzian sono partiti indecisi per poi migliorare nettamente. L’esibizione conquista 49 punti da parte dei maestri.

A concludere la prima manche, Lisa insieme a Marco Masini: Disperato.
Il pubblico accoglie la performance con entusiasmo. Canzian ha trovato Lisa intensa, per la Bella non si può che premiare “una ragazza che canta con il cuore”, Zarrillo si è emozionato, grande lavoro di  secondo la Berté: 59 punti, il voto più alto.

Si apre ora la seconda manche, dedicata agli inediti. Il vincitore lo vedrà pubblicato insieme alle cover cantate nelle puntate del programma: ci sarà un’uscita doppia in edicola, contenente tutti i pezzi cantati in trasmissione.

Valeria Rossi presenta La gente non parla, scritto da lei. In realtà ascoltiamo una sintesi di un minuto e 40 secondi, come precisato dalla stessa Rossi; tranne la sua coach Berti, i giudici passano ai voti. In generale, tutti trovano che possa fare di più sfruttando il suo essere moderna: 44 punti, con tanto di “modesta” da parte della Berté e un “beh, sforzati di più” della Pravo.

Stefano Sani propone Liberi di vivere, di cui è coautore.
Ai maestri il brano è piaciuto, Masini sostiene che l’inciso è da risentire: 52 punti.

Francesca Alotta parla di violenza familiare con Ti dirò.
Masini ha trovato la canzone prevedibile, Marcella Bella “vecchiotta”; per Canzian il testo è migliore della musica. Testo toccante ma musica che non trasmette nulla per Zarrillo; alla Berté ha ricordato troppi brani insieme. Il totale è di 45 punti.

Alessandro Canino tenta il lancio nel mercato con Il nostro amore perfetto.
Patty Pravo pensa che qualora si accetti il minutaggio di 1.40, bisogna avere un arrangiamento che renda onore al pezzo in quel lasso di tempo: motivo per cui dà 6. Per la Bella il brano è radiofonico; Masini trova che la stesura andrebbe rivista in alcune parti specifiche. In totale 48 punti.

L’inedito di Marco Armani è Non ho tempo.
Il brano trova un riscontro positivo, Patty Pravo commenta “finalmente ho sentito un testo decente”: 53 punti.

Il palco è adesso di Massimo Di Cataldo: Ci credi ancora all’amore?
Il pubblico applaude, i giudici apprezzano il pezzo in quanto radiofonico: 56 punti.
Amadeus fa un appello alle radio: “Se vi piacciono, trasmetteteli. Perché noi possiamo fare di tutto, ma se non li trasmettete voi, non serve a niente”.

I Jalisse si esibiscono con Ora.
Ad alcuni la canzone evoca atmosfere da musical, per la Bella è poco attuale; la Berté trova invece che sia moderno e radiofonico. 54 i punti assegnati dai maestri.

Infine Lisa: C’era una volta.
La Berté non usa mezzi termini: “L’inciso è un plagio di Ti sento”. In generale, nessuno trova che la bravura dell’interprete venga esaltata da questa canzone che ha un sapore di già sentito. 53 punti per lei.

Siamo alla classifica finale, sulla  base dei voti dei coach: all’ultimo posto Valeria Rossi. A salire : Francesca Alotta, Stefano Sani, Alessandro Canino, Massimo Di Cataldo e Marco Armani parimerito, Jalisse, Lisa.

Prima di dare il responso, Amadeus ringrazia la squadra di lavoro. Questa infine la classifica definitiva, integrata con il televoto: vince Lisa, medaglia d’argento ai Jalisse.

Per salutare il pubblico, la vincitrice canta insieme a Masini Ci vorrebbe il mare.



0 Replies to “Ora o mai più| 29 giugno 2018| ultima puntata in diretta: vince Lisa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*