Balalaika – Verso la finale | 30 giugno 2018 | puntata in diretta


Torna in onda il programma che vuole raccontare, in una chiave volta all'intrattenimento, i mondiali di calcio in Russia. Tra gli ospiti, l'ex calciatore argentino Hernan Crespo e Gene Gnocchi.


È andata in onda su Italia 1 un nuovo appuntamento con Balalaika, il programma condotto da Nicola Savino con la partecipazione di Belen Rodriguez e della Gialappa’s Band. Ecco i momenti salienti della puntata odierna.

Ilary Blasi stasera non c’è: Nicola Savino si chiede dove sia. La showgirl si collega brevemente per annunciare la sua presenza domani in puntata: collegamento sicuramente registrato. Lo si nota dal modo un po’ brusco con cui viene mandato in onda. Via alla sintesi di Uruguay – Portogallo, terminata 2-1 per i sudamericani che ai quarti di finale se la vedranno con la Francia. I galletti hanno battuto l’Argentina: Belen Rodriguez non pare particolarmente dispiaciuta per l’eliminazione della sua nazionale.

Nicola Savino dà il via al talk: si parla della partita da poco terminata con gli ospiti: i giornalisti Alberto Brandi, Monica Bertini e Elena Tambini, gli ex calciatori Ciro Ferrara e Francesco Graziani e l’attore Diego Abatantuono. Ovviamente si parla anche della scoppiettante vittoria della Francia contro l’Albiceleste. In collegamento c’è l’ex bomber di Lazio e Parma, Hernan Crespo

ll conduttore fa domande anche sotto l’aspetto tattico e si resta per ora solo sugli eventi calcistici: anche la Rodriguez viene coinvolta quando si parla dei motivi dell’eliminazione dell’Argentina, così come Abatantuono che alterna considerazioni ironiche a opinioni serie. Aggiornamenti dall’inviato Alessio Conti da Sochi, teatro della partita serale. Non si sanno notizie sul problema muscolare che ha portato Cavani a finire anzitempo la sua partita: il rischio è anche quello di uno strappo. Ne sapremo di più nel corso della serata. Nicola Savino, che nel corso del dibattito si diverte anche a stuzzicare gli ospiti con qualche battutina, lancia il secondo contributo video: la sintesi di Francia Argentina.

Nicola Savino chiama in causa la Gialappa’s Band, finora silente. I comici hanno preparato un filmato in merito alle reazioni, spesso scomposte, di Diego Armando Maradona che ha sempre seguito dagli spalti la sua Nazionale. L’ex Pibe de oro non ha avuto parole dolci per Jorge Sampaoli, attuale selezionatore dell’Argentina. Anche nei confronti di quest’ultimo non mancano gli sfottò dei tre comici in voce fuori campo, in particolar modo sul look. L’intrattenimento si innesta, in questo modo, all’interno del dibattito calcistico.

Restando in tema di look, ecco arrivare in studio Gene Gnocchi. Sotto la t-shirt, indossa una maglietta che fa sembrare le sue braccia coperte dai tatuaggi, proprio come il ct dell’Argentina. “Sto girando un film porno a lieto fine“, esordisce scherzando. Collegamento dalla Russia con l’inviato Matteo Miceli: intorno a lui tifosi di molte nazionali intenti a divertirsi. E non mancano anche quelli alticci, se non sbronzi. Gnocchi: “Miceli è così capace di aizzare le folle che diventerà presto Ministro dell’Interno!“.

Avendo più materiale sull’ottavo di finale disputato in pomeriggio, la riflessione è maggiormente concentrata sul ko dell’Argentina. Riflettori puntati sul mondiale flop di Leo Messi, che avrebbe dovuto trascinare la sua nazionale. Anche stavolta, però, la Pulce ha balbettato. Guardando il servizio, Belen Rodriguez quasi si commuove: la presenza della showgirl nel talk, ad ogni modo, è finora impalpabile.

Pareri diversi sulle colpe del numero 10 argentino in merito alla debacle della sua squadra: Crespo lo assolve, Brandi invece lo ritiene corresponsabile. Gnocchi punzecchia Graziani sui trascorsi poco brillanti in panchina del campione del mondo 1982.

Nuovo servizio della Gialappa’s che prende in giro le dichiarazioni rilasciate da calciatori o ct delle squadre già eliminate, della serie “le ultime parole famose”: tedeschi e argentini quelli più bersagliati. Finora nessuno spazio a temi extracalcistici come invece avvenuto nelle puntate precedenti: si continua a parlare di Francia-Argentina. Il dibattito è improntato all’analisi dei fatti, ma ovviamente per alleggerire si cerca la battuta. Ciro Ferrara si sbilancia: “La Francia può vincere il Mondiale“.

Visto che il dibattito sulle partite odierne si è sostanzialmente esaurito avendo affrontato tutti gli argomenti possibili, spazio al calciomercato con un breve collegamento con la redazione, dove si trova Giammarco Menga. Dubbi vengono espressi sul futuro di due ex centravanti del Napoli: Higuain (verso il Chelsea?) e Cavani. 

Rapida parentesi comicita con un collegamento finto con il Mago Forest: dice che avrebbe dovuto essere a Mosca, ma rivela di essere a Toronto per errore. Ovviamente è uno scherzo. Il comico interagisce unicamente con la Gialappa’s Band, proprio come ai tempi di “Mai dire..”. Poi, Foresta ne approfitta per fare una leggera satira politica prendendo spunto dall’eliminazione nella fase a gironi di tutte le squadre africane. “Salvini ha detto che stavolta non è colpa sua“, aggiunge. Poi, riflessioni ironiche su elementi di colore raccolti dai media durante la rassegna iridata. Aggiornamenti da Sochi, teatro di Uruguay-Portogallo: per Cavani dovrebbe trattarsi solo di un colpo e non di un infortunio più serio a livello muscolare.

La regia lascia il microfono aperto alla Gialappa’s Band, che così ha modo di intervenire a proprio piacimento: i loro commenti si mixano alle considerazioni serie dei giornalisti in studio e degli opinionisti. In questa seconda parte della trasmissione, così, la forbice tra pura informazione e intrattenimento sembra gradualmente ridursi.

Ecco uno spazio che spiega la presenza della Rodriguez in studio questa sera: l’argentina è al timone del quiz “Che ne sai dei mondiali?”. I concorrenti sono Ciro Ferrara e Ciccio Graziani, chiamati a rispondere su curiosità legate a calciatori protagonisti in questo campionato del mondo di calcio, ma anche in quelli del passato. Ancora spazio alla Gialappa’s Band con un filmato relativo ai “gollonzi” e alle azioni più bizzarre di Russia 2018, con la musichetta che ricorda gli anni di “Mai dire gol”.

Mino Taveri, giornalista di Sport Mediaset in collegamento da Mosca a fianco di Hernan Crespo, annuncia quali sono le partite di domani: Spagna-Russia e Croazia-Danimarca. Chiusura con un altro rapido collegamento con Mago Forest che prova a spiegare il flop tedesco ai mondiali.

Termina qui la puntata.

Balalaika ha tentato di ripartire dopo i precedenti appuntamenti che gli ascolti hanno bocciato. Ha cercato di farlo limitando molto gli spazi dedicati al puro intrattenimento: nelle puntate precedenti erano disseminati in più parti della scaletta e finivano per distogliere l’attenzione dalle partite del giorno, stavolta invece sono stati concentrati in particolare nel secondo macro-blocco dello show. Nella prima parte, la prevalenza è stata data agli eventi calcistici, con un dibattito approfondito che non ha fatto mancare battute e qualche momento di ironia, tuttavia sempre minoritaria rispetto al flusso di opinioni sulle partite odierne.

La seconda parte della puntata è stata più leggera, con uno spazio maggiore dato alla Gialappa’s Band. Ha fatto capolino con qualche intervento Mago Forest, ma con tempi limitati rispetto alle precedenti uscite. Niente ospiti vip o numeri strampalati come nelle scorse puntate, tranne Gene Gnocchi che ha più volte svolto, con il suo tipico stile ironico-canzonatorio, il ruolo di opinionista calcistico: tutti i momenti di intrattenimento sono sempre stati ricondotti alle vicende che ruotano attorno ai fatti sportivi. Gli autori, dunque, hanno scelto di dare una significativa sterzata dal percorso finora seguita, andando nella direzione di un infotainment senza eccessi o trash. Restano perplessità sulla durata del programma: due ore e mezza sono sembrate eccessive per affrontare i pochi argomenti intorno ai quali è ruotata l’intera puntata. Non può non passare inosservata l’assenza di Ilary Blasi: la conduttrice romana è apparsa in un videomessaggio che, dando un’occhiata alla scenografia alle sue spalle, sembrava essere stato registrato durante la preparazione del Wind Summer Festival. Eppure, gli appuntamenti con la kermesse musicale sono stati registrati negli scorsi giorni: pare quindi strana la sua assenza proprio in questa puntata che segna un nuovo corso del programma, anche se Savino e gli altri hanno puntualizzato che la collega domani sarà di nuovo in video.

Un altro personaggio del cast fatica a trovare spazio in una trasmissione che, ancor più da questa sera, vuole parlare di calcio: è Belen Rodriguez. La showgirl argentina ha avuto poche occasione per parlare durante il talk dedicato alle due partite di oggi (forse per una limitata padronanza sull’argomento), limitandosi a qualche commento di circostanza. Per giustificare la sua presenza gli autori si sono inventati un breve quiz da lei condotto, un espediente che comunque non dissolve gli interrogativi sul senso della sua partecipazione allo show, se non nell’ottica di attrarre pubblico. Un obiettivo, però, che almeno finora è stato mancato: vedremo domani se l’Auditel premierà il cambiamento in corso di Balalaika oppure no.

Il prossimo appuntamento è previsto per domani, su Canale 5, a partire dalle 22.00.



0 Replies to “Balalaika – Verso la finale | 30 giugno 2018 | puntata in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*