X Factor 9, il quinto live: fuori Leonardo e Landlord


Il talent show di Sky Uno in tempo reale


Mika, Fedez, Skin ed Elio hanno affrontato una nuova puntata di X Factor 9. Il talent show di Sky Uno è giunto al quinto live di questa edizione, durante il quale ci sono ste ben due eliminazioni: quella di Leonardo e dei Landlord. Al momento, Skin e Mika sono i più svantaggiati, potendo contare entrambi su un solo concorrente.

Ospite della serata, Franco Battiato.

 {module Pubblicità dentro articolo}

In apertura, in commemorazione dei fatti di Parigi, illuminati dalle candele, i ragazzi cantano Imagine. Insieme a loro, i vincitori delle edizioni Sky: Michele Bravi, Lorenzo Fragola, Francesca Michielin, Chiara Galiazzo. Dopo il momento di emozione e il tributo alle vittime degli attentati, il programma può partire.

La prima manche è velocissima: appena un quarto d’ora per scoprire chi sarà candidato ad uscire. Nel frattempo, i ragazzi cantano in rapida sequenza il loro pezzo forte. I giudici hanno 30 secondi per ciascun concorrente da “promuovere”. Dopo l’appello dei coach si va in pubblicità.

Si rientra in diretta con Franco Battiato, che porta sul palco dell’arena La cura. Il passaggio del maestro nello show è veloce, un po’ come, dice Cattelan, “parlare al citofono”; giusto il tempo di salutare il conduttore e i giudici, tra cui Mika che ha collaborato con lui.

Si passa al verdetto del pubblico. Man mano che vengno annunciati i nomi di chi passa alla seconda manche, rimangono Davide e Leonardo. Ed è proprio il ragazzo di Mika a dover abbandonare la gara: Leonardo è il quinto eliminato di X Factor 9, esce ringraziando tutti. Cattelan lo saluta come una delle persone migliori lì dentro.

Inizia la fase successiva. La apre Giosada, con un brano dei Kings of Leon: Sex on fire. Per Mika, ha la giusta combinazione di pazzia e talento: le caratteristiche che gli permetteranno di poter avere una carriera discografica. Elio sottolinea il concetto: Giosada ha talemtne tanto carisma che deve arginarlo.

Si prosegue con Luca: Mika fa mea culpa, ammettendo che doveva aessere lui ad adeguarsi al mondo musicale del suo protetto, anziché il contrario. Con All of the stars di Ed Sheeran, “Luca is back”: non solo Skin, che si limita a questo lapidario giudizio, ma per tutti è finalmente tornato il ragazzo che avevano apprezzato in passato. Mika sottolinea di essere orgoglioso di lui, ormai rimasto l’unico concorrente su cui puntare.

Ai Moseek Fedez ha assegnato Don’t speak dei No Doubt. L’esibizione è decisamente sottotono, come osserva subito Elio, secondo cui sono stati poco credibili. Skin e Mika concordano: l’arrangiamento non li ha aiutati e non hanno cantato bene. Fedez, anziché accettare le critiche e rispondere nel merito, si bulla del fatto di essere l’unico coach a non aver perso alcun concorrente.

Tocca ad Enrica, che si esibisce con Are you gonna go my way di Lenny Kravitz. Mika e Fedez, che pure la lodano per quanto lavori nel loft e i ridultati raggiunti, trovano che questa sia la versione “High School Musical” di Kravitz. Elio trova che, nonostante l’ingenuità in alcuni momenti, la sua voglia di farcela spazzi via tutto il resto.

Elio presenta il “perfezionista” Davide: gli ha affidato Vedrai vedrai di Luigi Tenco per spazzare via l’immagine di persona fredda, impressione causata proprio dalla sua meticolosità. Un pezzo difficile, nota Mika: aveva paura di una versione da pianobar, troppo dimostrativa, invece l’ha trovato credibile perché ha cantato col cuore, aveva qualcosa da comunicare. Fedez avrebbe evitato i vocalizzi sul finale, che snaturano la canzone.

I prossimi sono gli Urban Strangers, per cui Fedez ha scelto What I got dei Sublime. Due voci che si “impastano” bene e una chitarra: pochi ingredienti ma usati bene, per Elio. Mika può già immaginare il loro disco, però li vorrebbe ascoltare anche in una versione diversa.

Gli ultimi ad esibirsi sono i Landlord, che si esibiscono con un brano dei London Grammar, Metal and dust. Elio trova che, addiferenza della scorsa settimana, questa volta l’arrangiamento sia stato studiato sulla base della voce della cantante. Per Skin si tratta di una buona performace; a Mika manca la connessione fisica tra la cantante e il pubblico. E proprio a tal proposito, la connessione con chi assiste all’esibizione, Fedez se la prende con Tommassini, pur non nominandolo: “avevo chiesto che non venissero coperti i volti, ma vedo che quello che dicono i giudici non se lo fila nessuno”. La scenografia infatti, prevede che il gruppo canti all’interno di una “casetta”.

Riepilogo delle performance, stop al televoto. Intanto su Twitter, chi assiste in diretta al live, posta foto di un “chiarimento” tra Fedez e Tommassini.

Vanno al ballottaggio Giosada e i Landlord, che ripropongono i propri cavalli di battaglia.

I giudici votano: Fedez sceglie i Landlord, Elio ovviamente Giosada, ma precisa che i Landlord sono stati molto bravi e che la loro non è stata affatto la performance peggiore della serata. Skin preferisce Giosada, in quanto nel programma si cerca la star, mentre i Moseek sono un ottimo gruppo indipendente. Mika esorta i Landlord a combattere, perché hanno musicalità: decide dunque di eliminarli. I Landlord dunque, cadono vittime di questa seconda eliminazione.

La cantante dei Landlord ringrazia emozionata, includendo anche le critiche perché lei e la sua band sanno che torneranno loro utili. Comincia l’ExtraFactor.



0 Replies to “X Factor 9, il quinto live: fuori Leonardo e Landlord”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*