Pechino Express – Avventura in Africa | la conferenza stampa


Pechino Express - Avventura in Africa | la conferenza stampa. Tutte le dichiarazioni degli intervenuti.


Alla conferenza di presentazione del reality adventure Pechino Express- Avventura in Africa, che inizierà giovedì 20 settembre in prima serata su Rai Due, sono presenti Andrea Fabiano, direttore di Rai due, il presentatore Costantino della Gherardesca e Cristiano Rinaldi capo progetto del programma, oltre al vicedirettore di Rai due Fabio di Iorio.

Siamo al Gazebo nel giardino del Diana Theatre Sheraton Majestic location glamour di viale Piave a Milano.

Il tutto inizia con la presentazione del giornalista dell’Ufficio stampa Rai Carlo Casoli che annuncia novità importanti per il programma.

Il primo a prendere la parola è il direttore di rete che si dice soddisfatto del lavoro svolto finora per rendere tutta l’edizione, ai nastri di partenza, indimenticabile.

Parte un filmato per la presentazione con l’ironia di Costantino che presenta i viaggiatori che affronteranno l`Africa dal Marocco al sud Africa.
Riprende il Direttore Fabiano ” Costantino è l’emblema del programma. Ma Pechino è anche altro. Vorrei raccontare un altro aspetto po’ importante del programma. Ho voluto approfittare del fatto che il viaggio era in Africa e mi sono recato con loro sul set. Ho toccato con mano una grande macchina organizzativa con esperti e professionisti che non lasciano nulla al caso, una carovana di professionisti di varie nazionalità, una carovana variopinta come Pechino Express si propone di essere..
Un aspetto che mi ha colpito particolarmente sono state le celle che seguono le diverse squadre. Sono squadre di professionisti che devono essere agilissimi perché rincorrono letteralmente i concorrenti. Ho toccato con mano la passione che ogni persona mette in campo per realizzare questo progetto televisivo. A loro il mio sincero ringraziamento. Finisco qui perché voglio lasciare che si spieghino i dettagli del programma”.

La conferenza continua con l’intervento di Paolo Bassetti: “siamo nel trend del servizio pubblico della Rai perchè questo programma pur intrattenendo cerca di informare il pubblico ed arricchisce le conoscenze generali del pubblico”. 
Stesso concetto viene espresso dal vicedirettore di Rai due Fabio Di Iorio che si dice orgoglioso del viaggio verso laconoscenza di culture così diverse dalla nostra.
Parte ora un altro filmato che ci mostra alcune delle imprese dei concorrenti e dei paesaggi visti. Alcune scene mostrano i partecipanti impegnati in una sorta di parkour da fare su muri e attraverso vie e viuzze. Musica e montaggio entusiasmanti.
Cristiano Rinaldi, capo progetto: “Il paese che incontriamo è importantissimo perché qualsiasi prova che affronteranno i concorrenti è ispirata proprio al luogo che ci ha ospitato” 
Inizia un altro filmato, scene selezionate molto divertenti introdotte dall’ironia di Costantino e dalle sue battute che non mancano di bacchettare duramente i concorrenti.
Nel filmato si evincono alcune delle novità come la facoltà dell’intero gruppo di decidere chi eliminare.
“È un nuovo modo di affrontare il viaggiocontinua il capo progetto non più solo decidere come coppia ma anche come gruppo. Il bello di Pechino Express è raccontare nuove realtà e allora arrivano altre telecamere piccole che vengono a riprendere anche momenti più intimi del viaggio soprattutto per quanto riguarda la loro interazione con gli abitanti locali. Emergono allora molto di più i sentimenti, gli affetti le relazioni che si creano non solo fra le coppie, fra i gruppi ma anche con la gente del posto. Sottolineo che il rapporto con la gente del posto non è stato a dire il vero facile, ma, alla fine, è stato molto interessante e costruttivo. “

La parola passa ora a Costantino delle Gherardesca il cui compito è raccontare il viaggio e i concorrenti. “innanzitutto grazie per essere qui e grazie al nostro pubblico che ci segue sempre con attenzione e che non ha mancato mai di chiederci quando avremmo ripreso il programma. Grazie poi ai nostri concorrenti che sono stati davvero speciali, vedrete che emergeranno aspetti inaspettati di ognuno di loro. Ci saranno per esempio le signore della tv come Patrizia Rossetti e Maria Teresa Ruta di cui scoprirete una spiritualità tutta particolare  e molto accentuata (a dire il vero non si capisce, come spesso accade con lui, se il tono di Costantino è ironico e sarcastico o davvero serio).

Il conduttore continua: Vorrei citare anche il giovane Tommaso Zorzi, un giovane di un`agiata famiglia milanese che insieme a Paola Caruso dovrà vivere con un euro al giorno. Sono entusiasta di questa nuova edizione del programma perché i concorrenti mi sono piaciuti molto e perché mi è piaciuto molto viaggiare in questo paese”.
Ecco le otto coppie in gara: I mattutini (Adriana Volpe e Marcello Cirillo); I Promessi Sposi (Roberta Giarrusso e Riccardo Di Pasquale); Le mannequin (Linda Morselli e Rachele Fogar); I poeti (Mirko Frezza e Tommy Kuti); I Surfisti (Andrea Montovoli e Francisco Porcella) I Ridanciani (Tommaso Zorzi e Paola Caruso). Le Coliche (Claudio e Fabrizio Colica) e le ‘Signore della tv’ Maria Teresa Ruta e Patrizia Rossetti.

È arrivato il momento delle domande da parte della stampa

La prima è su come il programma potrebbe incidere sul  fenomeno percepito dell`immigrazione in Italia dai paesi anche Africani e di cui tanto si parla oggi in tv e nei tg. 

Risponde Andrea Fabiano: Pechino Express è sempre stato un po’ questo, andare a conoscere realtà che fanno poi mettere a fuoco meglio la propria vita. Non abbiamo pretese, ma far conoscere nuovi paesi e viaggiare è anche servizio pubblico. “
Costantino riprende la parola e sottolinea come `Viaggio`significhi dialogo, conoscenza e annuncia poi che la vincita della coppia verrà devoluta a un`organizzazione non governativa AMREF per attività benefiche nel continente.
 A questo punto Interviene di nuovo Bassetti che tiene molto a sottolineare lo scopo del programma: ” certo Pechino Express vuole raccontare anche il corto circuito, per fare un esempio, fra riccanza milanese e la realtà di questi popoli africani poveri, ma non dimentichiamoci che è sostanzialmente e principalmente un programma di intrattenimento e di divertimento”. 
Costantino gli fa eco e ribadisce “Noi VOGLIAMO strappare soprattutto sorrisi ai nostri telespettatori”. 
A questo punto la conferenza stampa si chiude quasi frettolosamente… Forse si stava approdando a temi troppo delicati?



0 Replies to “Pechino Express – Avventura in Africa | la conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*