Le storie di Melaverde | Raspelli nel Cuneese | anticipazioni


Le storie di Melaverde | Raspelli nel Cuneese | anticipazioni. Tutte le notizie sul viaggio del critico gastronomico a Borgo San Dalmazzo alla ricerca delle eccellenze del nostro paese.


Tornano, come ogni domenica, Le storie di Melaverde. La puntata va in onda alle 11.00 su Canale 5. Al timone Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding che propongono storie di eccellenze italiane rivisitate sotto un’ottica differente.

Oggi Edoardo Raspelli torna a Borgo San Dalmazzo per occuparsi prevalentemente di un prodotto tipico: i marron glacès.

Le storie di Melaverde | Raspelli in provincia di Cuneo

A Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo c’è una azienda al top in Italia per una produzione molto particolare: la frutta candita, le confetture, le composte di frutta, ma soprattutto i marron glacés.

Un’azienda che è riuscita ad unire cultura e tradizione con innovazione e ricerca. Accanto all’azienda c’è addirittura un castagneto sperimentale, dove si coltivano varietà diverse di marroni, per trovare il “marrone perfetto” per la produzione dei marron glacés.

Con Edoardo Raspelli per Le Storie di Melaverde vedremo di nuovo qual è il procedimento ancora tradizionale con cui vengono realizzati, ma vedremo anche come viene candito il resto della frutta, tutta di provenienza italiana, frutta candita che andrà poi ad impreziosire l’arte pasticciera dei migliori mastri pasticceri e artigiani italiani.

Vedremo anche alcuni esempi di come poter utilizzare i canditi in cucina.

E poi si parlerà anche di composte di frutta realizzate con frutti rari e di nicchia, ormai quasi scomparsi dall’uso quotidiano ma ancora presenti sul territorio nazionale, come ad esempio il mirtillo rosso, il “ramassin“, il bergamotto calabro.

In particolare, il ramassin è una piccola susina scura e dolcissima che nelle altre regioni italiane è pressoché sconosciuta. Il periodo deputato per la raccolta è ai primi di luglio, quando i frutti – molto delicati – sono giunti a maturazione. Questa susina è ottima da consumare fresca, ma è  gustosa anche essiccata, trasformata in confettura, o ancora cotta e conservata per l’inverno in barattoli di vetro.



0 Replies to “Le storie di Melaverde | Raspelli nel Cuneese | anticipazioni”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*