Chi vuol essere milionario? | Prima puntata 7 dicembre 2018 | Diretta


Chi vuol essere milionario? | Prima puntata 7 dicembre 2018 | Diretta. A venti anni dalla prima messa in onda, torna su Canale 5 uno dei quiz più famosi e longevi al mondo con quattro puntate celebrative. Alla conduzione, confermatissimo Gerry Scotti


Chi vuol essere milionario? compie venti anni e festeggia con quattro puntate celebrative su Canale 5. La prima andrà in onda questa sera, alle 21:20, e sarà condotta, neanche a dirlo, da Gerry Scotti.

Il presentatore ha condotto circa milleseicento puntate in dodici edizioni, un record imbattuto nei centoventi Paesi in cui è andato in onda il programma. In Italia, la prima edizione è andata in onda nel 2000, l’ultima nel 2011.

Per quest’edizione, Chi vuol essere milionario? si ripresenta con un meccanismo di base praticamente intatto: quindici domande a difficoltà crescente per arrivare al montepremi di un milione di euro.

Qualcosa è cambiato per quanto riguarda gli aiuti. I concorrenti potranno ricorrere al 50:50 (che elimina due della quattro opzioni di risposta) e all’aiuto del pubblico – come in tutte le edizioni precedenti – ma anche al “Chiedilo a Gerry” (ricevendo un’agevolazione da parte del conduttore) e al “Chiedi ad un esperto in studio”, che sostituisce la telefonata a casa.

Una curiosità: l’edizione speciale di Chi vuol essere milionario? è registrata a Varsavia, in Polonia. Le ragioni, dicono da Mediaset, sono prettamente logistiche e legate alla presenza di uno studio già allestito nella capitale polacca.

Visto che il format prevede una scenografia identica per tutti i Paesi in cui va in onda e che in Italia avrebbero dovuto ricreare da zero lo studio per sole quattro puntate, si è preferito optare per la trasferta.

Al momento non è dato sapere se questo ritorno sia davvero solo un modo per festeggiare i venti anni di messa in onda o se si tratti anche di un piccolo test per i palinsesti futuri.

Seguiamo insieme la diretta.

Gerry Scotti apre col suo solito brio, dicendo che non poteva mancarea questi festeggiamenti e ricordandoil percorso del “suo” quiz.
La prima concorrente della serata è Silvia Sacchetti, futura ingegnere 23enne di Ravenna.
Gerry Scotti
spiega gli aiuti, dalla novità del “Chiedilo a Gerry” al “Chiedilo ad un esperto in studio”. La telefonata a casa – spiega il conduttore – è stata tolta perché con internet a disposizione era diventata impresentabile.
Dopo una partenza con qualche impaccio dettato dall’emozione, Silvia Sacchetti è già arrivata alla quinta domanda da tremila euro, che è anche il primo traguardo della scalata al milione.

Dopo un aiuto 50:50 chiesto per rispondere alla domanda che chiedeva quale satato sudamericano è attraversato dall’equatore, la concorrente rsponde all’ottava domanda con una certa scioltezza.
Per la nona, da quindicimila euro, chiede un nuovo aiuto, quello del pubblico.
La decima domanda, da ventimila euro, è il traguardo che si è posto Silvia Sacchetti. Il traguardo fissato dal concorrente può essere posto in qualsiasi punto della scalata: consente di portare a casa quella cifra, una volta raggiunta, anche se proseguendo si commette un errore.

Per raggiungerlo il suo, Silvia chiede l’ennesimo aiuto, quello di un’esperta (sua conoscente) in studio.
Lo raggiungono facilmente.
Finora le domande si sono dimostrate tutto sommato abbordabili e la concorrente particolarmente reattiva. Il problema è che ha utilizzato troppi aiuti e d’ora in avanti sarà dura.

Una nota anche per Gerry Scotti che appare effettivamente in grande spolvero, nel suo habitat naturale e sta conducendo come se non fossero passati sette anni dall’ultima edizione.
Il primo assegno di questa edizione è proprio quello da ventimila euro: è il secondo traguardo e se anche la concorrente dovesse sbagliare, li porterà a casa.

Cinque domande al traguardo finale e l’aiuto “Chiedi a Gerry “ a disposizione.
Silvia risponde bene anche alla non facile domanda da trentamila euro. Ora il suo percorso si fa interessante.
Per la domanda da settantamila euro, viene utilizzato anche l’ultimo aiuto, il “Chiedi a Gerry”. La domanda, in realtà, non è complicata e forse si poteva rischiare senza il contributo del conduttore. In ogni caso, la rsisposta è giusta anche stavolta.

Gerry Scotti, per poter dare il suo aiuto, non è in contatto con la regia e legge le domande insieme al concorrente.
Silvia Sacchetti va avanti verso la domanda da 150mila euro senza più aiuti, ma poi si ferma senza rischiare di perdere una parte della somma già in tasca.
Il percorso di Silvia Sacchetti, prima concorrente di questa edizione, si ferma alla dodicesima domanda portando a casa 70mila euro.
Il secondo concorrente è Mauro Notarnicola, ingegnere da Locorotondo, in provincia di Bari. Come esperto che potrebbe rispondere ad una sua domanda ha portato con sé il fratello della sua fidanzata.
Alla seconda domanda – da mille euro – si rende già necessario il primo aiuto. Poi Mauro risponde anche alla terza.
Dopo le prime quattro domande non del tutto scontate, per il primo traguardo da tremila euro la risposta è più spedita grazie ad un quesito sui numeri della calcolatrice ripresentato in molte altre occasioni.
Da questo momento, se Mauro sbaglia porta a casa la cifra del primo traguardo (3mila euro) e potrebbe fissare il suo traguardo nella scalata. Decide di non farlo per il momento.

Sulla zuppa alla pavese si rende necessario il “Chiedi a Gerry”. Nemmeno il conduttore era sicurissimo della risposta, ma alla fine arrivano i 7mila euro.
Mauro si arena sulla decima domanda da 20mila euro e chiede l’aiuto del suo esperto in studio, il futuro cognato Giacomo.
Grazie all’aiuto, raggiunge l’importante traguardo dei 20mila euro.
La prima puntata speciale di Chi vuol essere milionario? finisce qui. Venerdì prossimo si ripartirà dall’undicesima domanda con Mauro Notarnicola.

Per Gerry Scotti e il suo quiz non sembrano essere passati sette anni dall’ultima edizione e diciotto dalla prima messa in onda italiana. Il conduttore si è dimostrato pienamente a suo agio sfoggiando lo smalto delle edizioni migliori, davvero tagliato per questo gioco.

Il format sembra aver retto al logorìo del tempo. Pare abbia funzionato nonostante gli adattamenti siano stati, di fatto, minimi (circoscritti agli aiuti e alla presenza di due familiari con le loro reazioni dal backstage) ed ha sfoderato una capacità non scontata di reggere la prima serata.

Ci sono stati, innegabilmente, momenti pericolosamente lenti e tendenti alla monotonia, ma non hanno inficiato una certa riuscita complessiva.
Tuttavia, verrebbe da dire che la vivacità e i colpi di scena non sono le caratteristicche di questo format. Dunque, l’unica possibilità per lo spettatore è che si appassioni al meccanismo delle domande.

Sarà interessante carpire le reazioni del pubblico, oltre a  tenere d’occhio le prossime puntate. E valutare se le sensazioni positive di quest’esordio siano dovute unicamente all'”effetto amarcord” o alla reale capacità di Chi vuol essere milionario? di poter dire la sua.



0 Replies to “Chi vuol essere milionario? | Prima puntata 7 dicembre 2018 | Diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*