Mariolina Simone: “aspettatevi sorprese da Quelle brave ragazze”


Intervista a Mariolina Simone detta La Mario che parla del programma di Rai 1 e di come viene affrontato il cinema in tv.


Mariolina Simone, detta LaMario, è una delle conduttrici di Quelle brave ragazze. Il programma del mattino di Rai 1 ha debuttato lo scorso lunedì 12 giugno: al timone c’è il quartetto composto da Veronica Maya, Arianna Ciampoli, Valeria Graci e, appunto, la Simone.
L’abbiamo intervistata.

Quelle brave ragazze, titolo che arriva dalla filmografia di Scorsese. Dopo la prima settimana di programmazione ci saranno aggiustamenti?
Posso dire che di certo l’assassino non è il maggiordomo. Diciamo che, come nei film di Scorsese, ci sarà un finale a sorpresa.

Che risponde a chi trova che il programma somigli fin troppo a The Real?
Che la somiglianza è dovuta solo al fatto che ci sono quattro donne a condurre: noi però lo facciamo tutte insieme, mentre nella trasmissione di Tv8 le conduttrici avevano ciascuna il proprio spazio.

Mariolina Simone Quelle Brave Ragazze Rai1

Come è nato il progetto?
E’ nato nel segno dell’allegria. Non conoscevo le mie colleghe, ma appena mi è stato proposto il programma, mi è piaciuto molto.

Lei vuole essere l’elemento di rottura?
Certamente: a partire dal look, visti i miei tanti tatuaggi. Del resto, ai tempi della Domenica In di Paolo Bonolis, ero quella con la cresta. E mi rivolgevo al pubblico della domenica di Rai 1; adesso non ho più la cresta ma ho i tatuaggi, e mi rivolgo ai telespettatori del mattino.
Non esattamente la classica presentatrice Rai insomma…

brave ragazze

Lei è stata per anni volto di Coming Soon, che spazio ha il cinema nella tv attuale?
Innanzitutto ho appena saputo che aprirà una nuova rete tematica, e ne sono molto felice. Detto ciò, da quando Coming Soon ha chiuso, il cinema è quasi assente. Nelle reti generaliste esistono due programmi, Stracult in Rai e SuperCinema a Mediaset: a parte questo, nient’altro.

E per quel poco, come se ne parla?
Sempre allo stesso modo: con le interviste al cast, le passerelle alle presentazioni. Invece bisognerebbe rompere gli schemi: per esempio vedendo prima il film di cui si andrà a parlare, in modo da offrirne una lettura al pubblico.

Dalla tv alla radio con M2O, poi ora ancora tv: quale mezzo preferisce?
Posso dire che ora sto portando il linguaggio della radio in tv: partita dalla tv, in radio ho imparato a comunicare in maniera efficace e sintetica. Tornare sul piccolo schermo dopo anni di radio, lo considero un valore aggiunto.

Ci anticipa qualche altro impegno lavorativo?
Per ora vediamo come vanno queste 70 puntate di Quelle brave ragazze. Ho appena conluso la seconda stagione di Bar Tendency su Fox, ed è lì che potrebbero aprirsi nuovi spazi: per ora però, non ci sono progetti futuri di cui parlare.



0 Replies to “Mariolina Simone: “aspettatevi sorprese da Quelle brave ragazze””

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*