Le Iene Show, 4 marzo 2018, puntata in diretta


4 marzo 2018. Appuntamento questa sera su Italia Uno con Le Iene Show, il programma della rete giovane Mediaset che mixa informazione ed intrattenimento.


Vi abbiamo anticipato i contenuti di alcuni dei servizi previsti, con lo scrutinio delle elezioni in diretta. Seguiamo ora la puntata in diretta, in onda a partire dalle 21.20.

Il primo servizio della serata è di Veronica Ruggeri: Rovinate dalla clinica low cost. Argomento centrale, la chirurgia estetica al seno: la iena ascolta le testimonianze anonime di alcune donne che si sono sottoposte a un intervento di maggiorazione del seno, ed ora le protesi non permettono loro nemmeno di indossare un reggiseno che non sia sportivo.
Diverse le stranezze che avrebbero dovuto suscitare perplessità: innanzitutto il costo, 3mila euro anziché i soliti 3mila, poi un primo controllo solo tramite le immagini di WhatsApp. La Ruggeri consulta uno specialista per capire se le donne non fossero solo particolarmente sfortunate, ma il chirurgo le spiega che è avvenuto l’esatto contrario.

Si prosegue con Matteo Viviani: Quando l’amante di tua moglie è il prete. Viviani incontra Luca che, con grande stupore, è stato tradito dalla moglie con un sacerdote: a destare sospetti, i momenti di intimità. Andato dal vescovo, a poi scoperto che questo prete avesse già precedenti simili: intanto però, continua ad esercitare come parroco senza fare alcuna scelta.
La iena incontra allora un ex sacerdote per ascoltare la sua esperienza di vita.

Giulio Golia incontra i genitori di Edoardo: Quando la scuola non è per tutti. Pur non essendo un soggetto pericoloso, il ragazzo ha delle crisi che a scuola i professori non sono in grado di gestire: i genitori si sono sentiti dire che, alla prossima crisi, gli sarebbe stato fatto un Tso. Il papà racconta che, a scatenare queste reazioni agitate, sia stato un filmato sui nazisti che l’ha traumatizzato.
Autistico, Edoardo sogna di scrivere un libro da cui verrà tratto un film. A scuola non vi è stato confronto tra genitori e scuola, che vuole imporgli un programma al di sotto del suo livello intellettuale. Persino il professore di religione gli ha messo 3 in pagella, pur di costringere la famiglia al nuovo programma: i genitori hanno provato a iscriverlo in un’altra scuola, ma purtroppo i professori di sostegno sono già stati assegnati proprio al liceo che frequenta Edoardo.
Golia chiede ai compagni di Edoardo se abbiano paura di lui: loro raccontano che è successo solo una volta, però c’è da capirlo. Il preside invece, inizialmente si dimostra aggressivo, poi lo riceve: gli dice che non si entra così a casa della gente, che alle Iene sono maleducati, che la scuola è “inclusiva” al massimo e probabilmente sono i genitori dello studente a pretendere troppo.
Grazie a Gilio Golia, e grazie alla sua intercessione con il Presidente Grasso, Edoardo può andare nel nuovo liceo: problema professori risolto.

Collegato per fornire gli aggiornamenti sul voto, Antonino Monteleone: per ora il giornalista non anticipa nulla, se non che i dati che gli sono arrivati, qualora confermati, avrebbero qualcosa di clamoroso. Mancano 45 minuti alla chiusura dei seggi.

Nina Palmieri ripercorre una lunga faida familiare: Fin dove può spingersi una guerra in famiglia? Mariano e la moglie Filippa stanno per essere sfrattati: anziani, malati, hanno costruito la casa. Ma la nipote Isabella è convinta di voler “vendicare” la madre, che non avrebbe avuto la parte di eredità della madre, sorella di Mariano morta: da qui inizia una serie di dispetti, ricatti, pressioni.
Le famiglie vivono in una palazzina, in cui un piano è stato costruito in maniera abusiva da Mariano. Beghe legali, ritorsioni, hanno portato Mariano e le figlie al tracollo economico: al punto che pianterreno è stato pignorato, occupato subito da Isabella e dal marito Pino. La coppia non fa che minacciare, urlare dal piano di sotto: pur di far morire serenamente il padre, le figlie di Mariano hanno proposto di pagare un affitto da 400 euro.
La Palmieri parla con l’avvocato, col risultato che almeno per un altro mese, Mariano può rimanere nel suo letto. la iena tenta inoltre di parlare con Isabella, ottenendo solo urli. Particolare non trascurabile, Isabella e Pino vivono in una lussuosa villa.

Tocca a Luigi Pelazza: Nonno Giuseppe e gli amici rumeni. 96 anni, senza nessuno che si prenda cura di lui, Giuseppe viene accudito da Christian, un ragazzo rumeno: l’uomo gli fa bonifici di oltre 2mila euro. La iena trova gli estratti conto degli assegni, di cui Christian dice di non sapere niente.
Pelazza gli chiede come mai Giuseppe avesse deciso di partire per la Romania alla sua età.
La iena raccoglie informazioni, scoprendo che Giuseppe dà un sacco di soldi a questi “amici”: in Romania Christian sta costruendo la casa. Vengono allora allertati i servizi sociali, ma Giuseppe è lucido nelle risposte: ciò che viene accertato però, è che non può essere lasciato solo.
Appena ricevuta la telefonata di Pelazza, Christian si sbriga a tornare dalla Romania: le camere installate nell’ appartamento, registrano una conversazione in cui dice a Giuseppe che lo porterà dall’avvocato il pomeriggio stesso.

Ore 23.00, collegamento con Monteleone: centrosinistra in aumento nel Lazio, centrodestra in Lombardia.

Filippo Roma si occupa dei brogli sui  voti degli italiani all’estero: Ecco come stanno truccando le elezioni.  La iena incontra un “cacciatore di plichi” in Germania che gli mostra un sacco piano di schede elettorali ancora da votare: racconta che i metodi sono diversi, dal classico porta a porta al corrompere la tipografia che stampa i plichi.

In occasione del 4 marzo, Stefano Corti e Alessandro Onnis si divertono con Il voto degli immigrati: le due iene invitano a votare alcuni cittadini immigrati, arrivando allo spoglio finale. Vince Matteo Renzi.

Intanto in studio, primi dati elettorali: il Movimento 5 Stelle sta ottenendo grandi risultati, attestandosi per ora al 30%.

Tempo fa Nadia Toffa aveva documentato un tremendo giro di prostituzione minorile. Ora il servizio viene riproposto per dare gli aggiornamenti sulla vicenda: Bari: bambini in vendita, scattano gli arresti..
Dopo la messa in onda del servizio, il campo rom vicino a cui si svolgeva tutto era stato sgombrato. Intanto la polizia aveva continuato con le indagini: ha contribuito proprio il lavoro della giornalista, che aveva filmato l’incontro sessuale tra un uomo e un ragazzino. Lo spezzone non era stato montato, ma comunque consegnato come materiale alla forze dell’ordine: adesso viene trasmesso l’incontro tra l’uomo e la giornalista, ed è proprio lui ad essere stato arrestato.

Confessione elettorale per Michele Cordaro: nel segreto della cabina elettorale, la iena confessa la propria indecisione di voto. I preti non sempre si esimono dal dare consigli.

Prossimo servizio, Il finto plagio di Fedez. Con la complicità di due musicisti, viene scritto un testo molto simile al suo L’amore ethernit: poi però, il rapper viene accusato di plagio dalle Iene.
Seconda replica, Giulio Golia con Una banda e una truffa impunibile.
Dall’archivio viene riesumato un vecchio pezzo di Cristiano Pasca: Ti devo dire una cosa… Si tratta di uno scherzo a un ragazzo, detto Picchio, che non ha mai avuto una prima volta: finalmente incontra Alessandra, con cui sembrerebbe avere buone possibilità di combinare, quando scopre che lei era un uomo.
Poi una Ilary Blasi d’annata, complice per prendere in giro i vip nel reality ‘Tacci tua.

Nel frattempo, prime proiezione: 18% Pd, in alcune regioni lega sopra il 18% e Forza Italia sotto.
Ennesima replica quando mancano venti minuti all’una di notte: stavolta di Matteo Viviani, Rapine con ipnosi?
In conclusione, un estratto dell’intervista rilasciata da Alessandro Milan, per il lancio del libro dedicato alla moglie Wondy. La puntata termina qui, non senza un ultimo saluto ad Antonino Monteleone.



0 Replies to “Le Iene Show, 4 marzo 2018, puntata in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*