Prima dell’alba, 23 aprile 2018, diretta sesta puntata


Prosegue su Rai 3 il nuovo format prodotto dalla Stand By Me e condotto da Salvo Sottile. Come sempre durante la trasmissione il conduttore incontrerà alcune persone che vivono il mondo notturno nelle varie città italiane.


È andata in onda su Rai 3 la sesta puntata di Prima dell’alba un programma prodotto dalla Stand By Me e condotto da Salvo Sottile. Il presentatore siciliano ha viaggiato per tutta la penisola facendoci conoscere persone di diversa estrazione sociale che vivono la città di notte

L’episodio inizia con Salvo Sottile che passeggia attraverso il mercato di Acitrezza per poi spostarsi poco dopo presso un antico acquedotto romano. Nella Capitale incontra Marco Placidi e Lorenzo Grassi, due speleologi urbani che spiegano come si sono conosciuti mentre raccontano dell’ottima realizzazione dell’acquedotto ben impermeabilizzato. Alla fine i due sbucano a sorpresa davanti Trinità dei Monti lasciando esterrefatto Salvo Sottile

Alle 2.31 il conduttore si trova a Ladispoli ed incontra una squadra che si occupa, per passione, di fenomeni paranormali per segnalarli. Sottile segue il team presso una casa, dove una signora ha appena fatto una segnalazione. L’ex conduttore di Quarto Grado fa raccontare ai ragazzi come si utilizza la loro attrezzatura. La squadra parla con il fantasma in maniera diretta riuscendo ad incuriosire anche lo stesso Salvo Sottile. Il fantasma non pare rispondere ed il conduttore sempre più scettico saluta tutti e prosegue il viaggio.

La troupe si sposta a Napoli con Sottile che si presenta ad un matrimonio, facendo conoscenza con il cuoco e lo sposo il quale spiega al conduttore che tra poco ci saranno dei fuochi d’artificio. Il presentatore allora prende spunto e va a conoscere Antonio che racconta la sua storia da esperto di fuochi d’artificio. L’esperto di pirotecnica spiega che per lui chi fa questo lavoro è un po’ come Giotto, solo che invece di colorare una tavola bianca, loro regalano delle immagini nel cielo. Finalmente si passa alla pratica e Antonio mostra la coreografia preparata per il matrimonio

Alle 4.11 si torna nuovamente a Roma. Sottile viene attirato da una donna che simula un male ai piedi in maniera molto eloquente. Il presentatore si avvicina e scopre che la ragazza si chiama Franca ed è un’attrice che stava realizzando un video commissionato da un feticista che ha richiesto che la donna fosse ripresa mentre soffriva per il mal di piede.

Franca fa salire la troupe nel suo studio dove lei accoglie gli amanti dei piedi e racconta come è entrata nel mondo del porno con l’aiuto di Franco Vichi, un regista ex giornalista. Mentre i due  stanno parlando suona il campanello e si presenta uno degli “schiavi” di Franca, coperto in volto. A questo punto Salvo Sottile lascia i due al loro momento d’intimitá e prosegue il viaggio.

Si rimane a Roma e si va più precisamente alla  Mucca Assassina, tempio della trasgressione omosessuale. Sottile tra ballerini e Drag Queen scopre come funzionano queste serate ed ascolta le storie delle varie persone. Il presentatore fa per andarsene ricordando che anche Vladimir Luxuria è partita da questo locale per poi entrare nella vita politica.

L’ex giornalista del TG 5 si sposta al porto di Livorno dove il comandante Enrico Mucci spiega come devono disporsi le navi seguendo le indicazioni di chi sta al porto per poi essere rimorchiate. Le riprese mostrano come avviene la procedura, dopodiché sottile si congeda e se ne va mentre il sole comincia a sorgere. Intorno alle 7.14 il conduttore cammina per il porto e la puntata termina ma non prima di aver mostrato le anticipazioni del prossimo episodio.

Si conclude così la sesta puntata di Prima dell’alba che tornerà nuovamante lunedì prossimo



0 Replies to “Prima dell’alba, 23 aprile 2018, diretta sesta puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*