Dimmidite dal 26 giugno in seconda serata su Rai 1


Dimmidite dal 26 giugno in seconda serata su Rai 1. Il primo programma del cantautore è un format che trasforma in canzoni le storie di persone comuni raccolte in giro per l'Italia dallo stesso interprete e padrone di casa.


L’idea sembrerebbe originale come lo è anche il format che vuole imporsi anche come innovativo. Dimmidite è il primo programma di Niccolò Agliardi che ne è anche alla conduzione. Cantautore, compositore e scrittore italiano, dal prossimo 26 giugno andrà in giro per l’Italia per raccogliere storie straordinarie di cui sono protagoniste persone comuni.

Sembra il consueto docu-reality ma è molto differente. Infatti le storie che vengono raccolte da Agliardi vengono poi trasformate in altrettante canzoni. Ad aiutare l’artista ci sarà la sua band e sei personaggi del mondo musicale, tra l’altro anche suoi amici. Si tratta di Fabrizio Moro, gli Zero Assoluto, Emis Killa, Eugenio Finardi, L’Aura e Chiara Galiazzo.

Ospite della puntata di esordio di martedì 26 giugno è Fabrizio Moro.

Il programma andrà in onda settimanalmente in seconda serata sulla prima rete diretta da Angelo Teodoli fino al 31 luglio.

Dimmidite nasce da un’idea di Niccolò Agliardi sviluppata insieme a Nicola Fuiano. Il cantautore è anche autore delle sei puntate previste che sono firmate alla regia da Stefano Vicario.

Dimmidite | anticipazioni prima puntata

La prima puntata del 26 giugno racconta la storia di un ragazzo di nome Francesco. Dopo un gravissimo incidente dovuto a causa del problema di sonnambulismo ha affrontato una vita molto difficile e grandi sfide per tentare di recuperare una quotidianità normale. Il percorso che lo ha portato ad intraprendere finalmente un’esistenza nuova è stato estremamente difficile. Ad aiutare Francesco ci sono stati i suoi genitori con i quali oggi gestisce un agriturismo.

Niccolò Agliardi sulla base del racconto fatto da Francesco si mette in moto insieme alla sua band ed a Fabrizio Moro per costruire, sulle parole del giovane protagonista della vicenda, un brano musicale. I telespettatori hanno così anche l’opportunità di assistere personalmente all’elaborazione ed alla costruzione non solo di un testo ma anche della musica che accompagna un brano musicale.

È la prima volta di Niccolò Agliardi nel ruolo di conduttore. Con questo programma Rai 1 vuole sperimentare un format basato sul racconto e sulla musica, ma soprattutto sulla trasformazione di una storia in un brano musicale. Sarà una sorta di brainstorming che consente al pubblico un approccio differente al mondo musicale.

Rai 1 segue un po’ le orme della consorella terza rete che aveva già proposto, anche recentemente, programmi musicali. Ricordiamo ad esempio Ossigeno condotto da Manuel Agnelli che era andato in onda lo stesso in seconda serata ma con un riscontro di pubblico inferiore alle aspettative. L’approccio era differente: un racconto musicale attraverso ospiti e duetti realizzati insieme al padrone di casa.

Un altro programma era stato Brunori sa che analogamente non era riuscito a far breccia nel cuore dei telespettatori.

La produzione delle sei puntate previste è della società Anele in collaborazione con Rai 1.



0 Replies to “Dimmidite dal 26 giugno in seconda serata su Rai 1”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*