Troisi Festival: trampolino per nuovi comici


La seconda edizione della manifestazione ha evidenziato nuovi giovani comici


Si è conclusa la seconda edizione del Troisi Festival, svoltasi dal 26 al 30 agosto. Sicuramente la serata più emozionante è stata l’ultima, con la presenza di molte celebrità teatrali, della cultura e della televisione.

L’arte è un’emozione che deve essere trasmessa”: con questo pensiero Luigi Troisi, fratello del grande Massimo, ha aperto a Morcone in provincia di Benevento la seconda edizione del Troisi Festival, che in realtà si può considerare la prima, visto che l’anno scorso si è svolta solo una serata, più che altro di prova, per sondare se dalla parte della cittadinanza c’era l’interesse per questo Festival. La popolazione ha risposto molto bene ed ecco che gli organizzatori non ci hanno pensato due volte a riproporlo. In realtà quest’anno ci doveva anche essere, direttamente da Los Angeles, la presidente di giuria, Clarissa Burt, per decidere con i giurati quali migliori talenti premiare. Ma alla fine, per sopravvenuti impegni, non è potuta intervenire.

Così con il saluto dell’Amministrazione Comunale e del direttore artistico Antonio Parciasepe è finalmente terminato il conto alla rovescia per la manifestazione che ha l’obiettivo di dare visibilità a giovani talenti, come Massimo Troisi e la sua famiglia hanno sempre voluto. Il 26 agosto è così partita la grande avventura del Troisi Festival: con la direzione musicale di Carmen Rizzello e la regia di Natascia Bonacci, si sono esibiti i concorrenti che sono stati selezionati nei mesi precedenti. Sono stati loro i protagonisti delle prime serate condotte da Luna Cascardo, Francesco Vitulano e Grazia Caruso. A valutare le performance dei cantanti, dei cabarettisti, degli attori, una giuria composta da personaggi del mondo dello spettacolo e del giornalismo come Mimmo Cavallo, Antonio Covatta, Giuseppe Sergianni, Mariaceleste De Martino, Max Zanussi, Michele Albini e Giulia Bornacin, presieduti da Luigi Troisi.

Un compito abbastanza arduo quello della giuria, visto che molti erano bravi, quasi professionali. Alla fine delle prime tre serate, la sera del 29 agosto sono stati premiati con il Premio Troisi New Talent, divisi in tre categorie: attori, cantanti, cabarettisti. Per la prima categoria ha ritirato il premio Mariangela Calia, con il brillante monologo di Lella Costa, Coincidenze. Laura Leo si è esibita con un difficile brano di Tina Turner, Simply the best. Una grande energia e carica da parte dell’artista torinese che aveva superato anche le selezioni come cabarettista. Questo premio è stato assegnato, invece, a Vincenzo Comunale, che si è esibito con Una famiglia quasi tradizionale. I vincitori nuovi talenti sono stati presenti anche l’ultima sera, accanto a celebrità del teatro, della cultura e della televisione.

Nel pomeriggio invece, sempre del 29 agosto, presso la Sala Congressi dell’Hotel La Formica, personaggi illustri provenienti da vari ambiti della cultura, della scienza, del giornalismo, hanno ricevuto il Premio Troisi Personalità dell’Anno.

Condotto da Vania Della Bidia, attrice di teatro e recentemente in scena con Lillo & Greg, l’evento è stato caratterizzato dalla partecipazione di molti ospiti. Per la categoria musicale ha vinto il premio il compositore e direttore d’orchestra, il Maestro Gianni Mazza; il dott. Stefano Battista, presidente di Euro Emergency, ha ritirato il premio per la categoria Medicina e Sociale, premio consegnato anche a Don Antonio Mazzi, premiato dall’attore Carlo Delle Piane. Il musicista Gatto Panceri è stato premiato per la categoria cantautori, mentre il Premio per il Giornalismo e l’Informazione è stato ritirato dalle giornaliste Claudia Marchionni del Tg5 e Valentina Bisti del Tg1. Emanuela Tittocchia, che ha condotto la serata di gala finale, quella del 30 agosto, famosa per la soap Centovetrine, è stata premiata per la sezione spettacolo e televisione, mentre Francesco Vitulano per la conduzione televisiva e locale.

La direzione artistica di Antonio Parciasepe ha pensato anche ad un Premio alla Memoria. E’ stato ricordato Carmelo Imbriani, giocatore del Napoli scomparso prematuramente pochi mesi fa. L’avv. Cataldo Calabretta e Giuseppe Sergianni hanno ricevuto il premio per la categoria Talent Scout. Tina Vannini, proprietaria a Roma del Margutta RistorArte, per l’arte e l’imprenditoria femminile.

Grande l’emozione per i tre vincitori del Concorso Troisi. Fabrizio Caperchi ha vinto il premio come miglior fotografo; la giornalista Micol Graziano con Meibi Nuar, il suo romanzo d’esordio, ha conquistato la commissione che l’ha premiata come miglior scrittrice. Stessa emozione per la pittrice Gisella Farinini, a cui la commissione ha consegnato il premio per la bellezza dei suoi dipinti.                     



0 Replies to “Troisi Festival: trampolino per nuovi comici”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*