Serie Mediaset: in arrivo Golden boy, Motive e altre ancora


Appuntamenti "seriali" su Mediaset free e pay


Stanno per arrivare sui canali Mediaset free e pay nuove serie tv di importazione che vanno ad aggiungersi al ricco bagaglio già presente nei palinsesti. Tra queste, Golden boy, la cui messa in onda è prevista stasera e Motive a partire dal prossimo 21 settembre. Ambedue saranno visibili su Premium crime che ha già trasmesso altre serie statunitensi in prima visione

Ma ai nastri di partenza ci sono anche la quinta stagione di Royal Pains, la quarta di Parenthood e, finalmente, la prima visione tv in chiaro di The Following. 

Cominciamo proprio da questa sera 18 settembre.  Parte su Premium Crime “Golden Boy”, e gli appuntamenti successivi sono stabiliti ogni mercoledì in prima serata. La serie racconta l’ascesa fulminea di un giovane poliziotto, da cadetto a detective a soli 34 anni, divenuto il più giovane investigatore della Omicidi di New York. L’inglese Theo James interpreta il protagonista, Walter William Clark Jr. Greg Berlanti di “Arrow” e “Brothers&Sisters” è il produttore esecutivo. Lola Glaudini (“Criminal Minds”) compare da guest-star.  Una curiosità: inizialmente Ryan Phillippe era stato scelto nel ruolo del protagonista. Ma dopo ci sono stati cambiamenti che hanno coinvolto anche Philippe a favore di James.

Il 21 settembre, è la volta di “Motive”. Dimentichiamo le più recenti tecnologie messe a disposizione dalla Scientifica e dalle prove del DNA.  Protagonista della serie è una detective canadese di Vancouver, perdipiù madre single,che si lancia sulle tracce dei serial-killer rispolverando una vecchia tecnica ormai quasi dimenticata dai telefilm procedural: scoprire il movente (il “Motive” del titolo della serie). Le vicende di questa singolare wonder-woman detective saranno visibili in anteprima su Premium Crime, dal 21 settembre ogni lunedì in prima serata). La tecnica è quella dei telefilm di  “Colombo”, i colpevoli vengono rivelati ad inizio puntata, prediligendo la (ri)costruzione del crimine e l’impulso che ha spinto a commetterlo. L’attrice-ballerina canadese Kristin Lehman, già vista in “The Killing”, interpreta Angie Flynn, la detective protagonista. Sarà insomma un prodotto tutto giocato su ragionamenti e intuizioni. 

La protagonista di Motive

Ma ci sono ancora altri appuntamenti con le serie Mediaset. Dal 19 settembre è la volta di “Royal Pains” ci cui sarà visibile la quinta stagione inedita- L’appuntamento è  su Joi, ogni giovedì in prima serata. Come sanno gli appassionati, si tratta di una serie televisiva statunitense prodotta dal 2009. Ideata da Andrew Lenchewski e John P. Rogers, è interpretata da Mark Feuerstein. Racconta  la vita di Hank Lawson, brillante medico newyorchese di pronto soccorso, che per una serie di eventi si ritrova a lavorare come medico privato per una ricca comunità benestante negli Hamptons. Royal Pains è trasmessa negli Stati Uniti da USA Network.

Successivamente, la quarta stagione inedita di “Parenthood” , sarà su Mya dal 23 settembre, ogni lunedì in prima serata. Parenthood è una serie televisiva statunitense di genere family drama prodotta dal 2010. Ideata da Jason Katims, è basata sull’omonimo film del 1989 diretto da Ron Howard.

Dulvcis in fundo, finalmente per i telespettatori della tv generalista,  la serie “The Following” sarà  in prima tv free su Italia 1, dal 26 settembre ogni giovedì in seconda serata. La seria ha come protagonista Ryan Hardy, un ex agente del FBI esperto nell’elaborazione di profili psicologici, L’uomo ritorna in attività quando il diabolico serial killer che aveva arrestato nove anni prima, Joe Carroll, evade dalla prigione nella quale era rinchiuso. Hardy si accorgerà, molto presto, dandogli di nuovo la caccia, che, prima e durante la prigionia, Carroll ha sfruttato i social media per alimentare una setta di omicidi seriali che ha come filo conduttore i romanzi di Edgar Allan Poe.



0 Replies to “Serie Mediaset: in arrivo Golden boy, Motive e altre ancora”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*