Rai5, quattro programmi da seguire durante la settimana


Ernani, Petrusca Diana Vreeland, Danza, Kledi Kadiu, Giuseppe Verdi, Rai5


Oggi vogliamo segnalarvi una serie di programmi in onda durante la settimana su Rai5, canale free del digitale terrestre targato viale Mazzini. Si tratta dell’Ernani che conclude le celebrazioni per i 200 anni di Giuseppe Verdi, del docu-film su Diana Vreeland, l’imperatrice della moda, della puntata di Petruska dedicata a Haydn e infine di due programmi di danza affidati al ballerino Kledi Kadiu.

Cominciamo con l’omaggio di Rai5 a Giuseppe Verdi nei duecento anni dalla nascita con l’opera “Ernani”, in programma oggi, domenica 13 ottobre alle 9.30. Lo spettacolo, andato in scena al Teatro Comunale di Bologna nel 2012, è diretto da Roberto Polastri con la regia di Beppe De Tomasi. Protagonisti sul palco sono il tenore Roberto Aronica, nei panni del bandito Ernani, il soprano Dimitra Theodossiou nel ruolo di Elvira, e il basso Ferruccio Furlanetto come Don Ruy De Silva. La regia televisiva è a cura di Andrea Bevilacqua.

Martedì si cambia registro e si passa alla grande moda. È stata una delle più grandi icone di stile del ventesimo secolo; ha dettato per decenni le regole del gusto e dell’eleganza; si è conquistata il titolo di imperatrice della moda; è la giornalista Diana Vreeland, la cui lunga carriera è ricostruita nel docu-film  “Diana Vreeland – L’imperatrice della moda”, in onda su Rai5 martedì 15 ottobre alle 21.15. Grazie al suo genio coltivato da autodidatta e all’audacia del suo stile, fu prima editor della rivista femminile “Harper’s Bazaar” e poi caporedattrice di Vogue America. Il suo motto era “L’occhio deve viaggiare”, e i suoi servizi di moda erano concepiti come veri e propri reportage, realizzati in diverse parti del mondo, e organizzati come storie da raccontare. La regista Lisa Immordino Vreeland, nipote della giornalista scomparsa nel 1989, racconta la vita e la carriera di questa donna anticonformista, acerrima nemica della noia e della banalità, che pur non essendo affatto avvenente seppe diventare un’icona di stile e bellezza.

Spostiamoci a sabato. E’ dedicata a Joseph Haydn la puntata di “Petruška” dal titolo “Il Maestro di scuola”, in onda su Rai5 sabato 19 ottobre alle 10.15. Michele dall’Ongaro analizza l’opera del compositore tedesco insieme al primo timpano dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai Claudio Romano e all’attrice Laura Curino. A seguire un concerto di musiche di Haydn, con l’Orchestra Rai diretta da Juraj Valčuha, Roberto Abbado e Gerd Albrecht. In programma anche la Sinfonia n. 1 di Prokof’ev detta “Classica” e ispirata proprio al classicismo di Haydn.

Restiamo nella giornata di sabato. Racconta il tango sociale, quello delle sale da ballo argentine, lo spettacolo “Contemporary Tango”,  in onda su Rai5 sabato 19 ottobre alle 21.15. Creato per il Balletto di Roma, esplora la contaminazione tra linguaggio contemporaneo e minimalismo, l’intreccio tra tradizione popolare e una varietà di gesti diversi. Preziosa è la partecipazione del ballerino Kledi Kadiu, protagonista di questo spettacolo che non si limita a rappresentare la danza argentina attraverso i suoi tratti più tipici, ma diventa narrazione di un modo di vivere e sentire capace di unire le popolazioni di tutti i continenti.
A seguire “Danza”, il programma di Elisa Guzzo Vaccarino con protagonista ancora Kledi Kadiu. In questa seconda puntata – intitolata “Ravenna nel mondo” – sono protagonisti Ravenna Festival e la compagnia sudafricana di danza della giovanissima Dada Masilio, con il suo “Lago dei cigni”. La coreografa, colta e spiritosa, interpreta il celebre balletto di Čaikowskij con grande ironia, riflettendo sugli amori impossibili tra uomini e donne – tutti in tutù – che il galateo coreografico del balletto ottocentesco necessariamente comporta.



0 Replies to “Rai5, quattro programmi da seguire durante la settimana”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*