Domenica Live: cronaca, gossip e prediciottesimi


Tutti gli ospiti e gli argomenti trattati nella puntata odierna di Domenica Live


A Barbara D’Urso non è bastata la nota del presidente dell’Odine dei Giornalisti. Dopo la comunicazione ufficiale in cui  Enzo Iacopino minaccia la denuncia alla magistratura per esercizio abusivo della professione giornalistica, la D’Urso è tornata ancora una volta sul caso Ceste con lo stile morboso che la contraddistingue.

Domenica Live inaugura la puntata di oggi con il talk sui prediciottesimi: è già il terzo nel corso di questa stagione televisiva. Stavolta manca Carlo Freccero, ma al solito parterre che comprende lo psichiatra Raffaele Morelli e i giornalisti Emiliano Liuzzi e Francesca Barra, si sono aggiunti il presidente dell’Osservatorio dei Minori Antonio Marziale e il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti.
Ci si chiede se il prediciottesimo, una sorta di film sulla propria vita, sia diseducativo. Davanti alle giustificazioni di una madre in studio, Morelli spiega che in questi casi è chiaro che le madri abbiano abdicato al loro ruolo educativo, ponendosi sullo stesso piano delle figlie.
Le pose di questi video, degne di aspiranti tronisti, tradiscono probabilmente le aspettative delle madri più che dei figli. Arianna, protagonista di un prediciottesimo già vista nei dibattiti precedenti, dice che si è voluta solo sentire “principessa per un giorno”.

D'urso Signorini
Accantonato il talk, è la volta di Alfonso Signorini, che ha appena pubblicato la sua biografia. Naturalmente la D’Urso non gli chiede niente riguardo al recente scivolone riguardante la ministra Marianna Madia, preferendo ripercorrere la vita del suo ospite: la bicicletta Graziella con cestino bianco, l’essersi tirato indietro dal matrimonio a cinque giorni dalle nozze fino alla malattia. Alcuni anni fa infatti, a Signorini è stata diagnosticata la leucemia.
Arriva anche il gossip inaspettato: pare che il direttore di Chi e Valeria Marini abbiano avuto una storia di cinque mesi. Lo “scoop” viene svelato dalla stessa D’Urso, la quale annuncia che i due abbiano consumato una notte d’amore; quando poi Signorini rimarca la durata della relazione, la conduttrice si stupisce al pensiero che le notti siano state più d’una.
Seguono altri ospiti: Laura Barriales, Francesca De André, Vittoria Schisano, al secolo Giuseppe,e Fabrizio Ravanelli con famiglia al seguito; per un attimo si collega in diretta dall’India Alessandro Del Piero per salutarlo.

caso Ceste

Veniamo ora a quanto annunciato in apertura: la trattazione del caso Ceste. A Domenica Live, in cui la scorsa settimana il “presunto amante” Tony non era stato mostrato, oggi lo possiamo vedere in volto. La D’Urso lo ringrazia ripetutamente per essersi fidato della sua “testata giornalistica” e inizia a chiedergli, proprio come domenica scorsa, ogni dettaglio. Ovviamente lo scopo non è fare luce sulla vicenda, quanto piuttosto sapere se il tradimento sia stato consumato oppure no.
Prima si precisa che la povera Ceste era una brava mamma che accudiva i figli, poi inizia una serie di domande con cui si lascia immaginare uno scenario ben preciso: “quando sei andato, pensavi di incontrare la famiglia, dove hai parcheggiato la macchina, ti ricordi come era vestita, aveva il maglioncino e gli occhiali, che effetto ti ha fatto rivederla?”
L’uomo non rivela niente, ma la conduttrice insiste; non esita nemmeno a chiedergli quale pensa sia la reazione del marito quando ha saputo del rapporto tra lui e la moglie.
In collegamento anche un’altra inviata, che ha al suo microfono un’amica di Michele, il marito della Ceste, la quale dipinge l’uomo come un amorevole padre di famiglia.
Si aggiungono poi altri dettagli, che di fatto nulla svelano, se non che esista anche un altro uomo che non ha voluto partecipare al programma. Non solo, quest’uomo avrebbe ricaricato il telefono della Ceste, e anche questo sembra indizio per un liason extraconiugale.

La puntata si conclude qui, ma Elena Ceste è ancora destinata a non trovare pace.



0 Replies to “Domenica Live: cronaca, gossip e prediciottesimi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*