Superquark, Angela e gli animali della foresta


Il programma torna con la seconda puntata in onda su Rai1 in prima serata


Seconda puntata di Superquark, questa sera con Piero Angela. L’appuntamento con il settimanale di divulgazione scientifica è su Rai1 alle 21.20. L’argomento di questa sera è molto particolare: i grandi animaòli della foresta che, quando vengono feriti gravemente, sono curati e salvati da medici e chirurghi che corrono sul posto in loro aiuto.

I motivi per i quali questi animali si trovano in pericolo di vita sono molteplici. A volte sono i bracconieri che sparano per  catturare degli esemplari e, nella foga, lasciano animali gravemente feriti. Altre volte le bestie sono vittime di trappole nelle quali, se cadono, vengono stritolati con gravi sofferenze.

Ma in altri casi si tratta di malattie vere e proprie che richiedono interventi chirurgici e si scopre così che gli animali soffrono esattamente dei nostri stessi mali, ma che le cure diventano molto più difficili da praticare se ci si trova in luoghi isolati dove una buona assistenza medica è estremamente difficile.

I telespettatori vedranno alcuni documentari inediti di grande impatto: assisteranno all’intervento chirurgico su un giovane gorilla, ferito dai bracconieri e, addirittura, ad un difficile trapianto di pelle effettuato su un rinoceronte: un’impresa non facile, considerato che viene praticato per la prima volta. Qualche tempo fa Piero Angela aveva dedicato una puntata al corteggiamento nel mondo animale.

Dalla savana e dalle foreste si torna nella civiltà, per assistere ad un documentario sul “denaro sporco”. Ma il termine è inteso in una maniera singolare. Uno studio inglese svela come un esercito di microbi si allalga delle banconote per viaggiare da una mano all’altra, da un paese all’altro. Barbara Bernardini e Marco Visalberghi sono andati ad intervistare i ricercatori.

Altro argomento interessante è la serie di studi che i ricercatori stanno facendo sul vetro, oggi uno dei materiali, infatti, su cui i fisici e i chimici stanno lavorando per ottenere nuove prestazioni. Già hanno saputo trasformare uno dei materiali più fragili in un materiale capace addirittura di resistere alle pallottole e ai colpi di mazza. Ora si sta cercando di creare vetri con prestazioni del tutto innovative dotandoli di qualità sorprendenti.

Ultima tematica della puntata è la ricchezza dell’Italia in fatto di cultura. La cultura rappresenta per il nostro Paese quello che è il petrolio per i paesi arabi. Ma il petrolio,  perché sia una ricchezza, bisogna estrarlo dal sottosuolo e renderlo disponibile.

In Italia, certamente, manca una tradizione di questo tipo, ma esiste un caso molto interessante, quello del tesoro di San Gennaro, a Napoli. Un tesoro vero, di grande valore, che è stato recentemente “estratto” dal sottosuolo, reso fruibile e persino esportato, con molto successo.
      
Infine, Superquark è andato a indagare dove finiscono le 350 mila tonnellate di pneumatici lisci o consumati che  ogni anno gli automobilisti italiani sostituiscono con gomme nuove.

Qui la puntata di sette giorni fa.



0 Replies to “Superquark, Angela e gli animali della foresta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*