La Rai non trasmette lo spot del film horror Babadook


Troppo horror nel film e nello spot che deve pubblicizzarlo in tv


La notizia sembra essere passata in secondo piano ma è di grande rilevanza. Domenica scorsa, 5 luglio, Rai 1 ha rifiutato di mandare in onda uno spot nel corso del Gran Premio di Silverstone di Formula 1. Lo spot incriminato è quello che pubblicizza il film Babadook che uscirà nelle sale cinematografiche il prossimo 15 luglio.  Babadook è il film di Jennifer Kent con Essie Davis, Noah Wiseman, intriso di atmosfere diaboiliche e demoniache. E c’è da apprezzare il gesto dell’azienda di viale Mazzini che ha preferito ritirare lo spot dalla programmazione, nonostante il visto della censura avesse catalogato il prodotto come “film per tutti”.

Probabilmente nessuno se ne sarebbe accorto se non fosse stato per Ernesto Grassi, Head of Theatrical Distribution di Koch Media, a cui è affidata la distribuzione del film in Italia.

Il dirigente, infatti ha così commentato l’assenza dello spot: “siamo molto sorpresi e dispiaciuti della decisione presa da Rai. Per noi la messa in onda dello spot durante il Gran Premio era strategicamente molto rilevante nell’ambito della campagna di lancio del film. La decisione è stata presa nonostante lo spot fosse libero per tutti come da visto di censura e non posizionato in fascia protetta”

Nel comunicato che è stato diramato dalla filiale italiana si legge che non è ancora stata resa nota da Rai Pubblicità la vera ragione che ha bloccato lo spot.

Intanto, secondo noi, la vera motivazione è da ricercarsi nella natura violenta della storia raccontata da  Babadook. Ecco la trama. Amelia ha perso il marito in un incidente d’auto la notte in cui stava accompagnandola in ospedale per partorire. Sei anni dopo la donna fa di tutto per tranquillizzare il figlio Samuel di sei anni, terrorizzato da mostri immaginari in agguato in casa.

Uno strano libro per bambini, Mr. Babadook, ossessiona Sam. A poco a poco, Amelia arriva a credere che un mostro chiamato Babadook, nascosto nel seminterrato della casa da cui provengono strani colpi, perseguiti la sua famiglia.

Una notte, Amelia viene aggredita da una figura simile alle illustrazioni del Babadook e inizia a dimostrare un odio per Samuel, tanto da cercare di ucciderlo più volte, sia con delle medicine che con un coltello. Quando ormai la donna ha perso ogni controllo e arriva quasi a strangolare Samuel, il bambino capisce che il Babadook (in grado di assumere diverse forme, tra cui quella del padre defunto) si è impossessato della madre e grazie al suo affetto per lei riesce a liberarla dal mostro, che però torna a nascondersi nel seminterrato della casa. Il film termina con Amelia e Samuel che stanno preparando una festa di compleanno, e tutto è apparentemente normale: Samuel però raccoglie dei lombrichi vivi che Amelia dà da mangiare al Babadook, che continua a vivere nella cantina.

 Babadook è il primo di una serie di pellicolehorror che arriveranno nelle sale italiane grazie a Midnight Factory, la nuova etichetta di Koch Media dedicata interamente al cinema da brivido. Le proposte spaziano daal settore  cinematografico e home video.



0 Replies to “La Rai non trasmette lo spot del film horror Babadook”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*