Squadra antimafia 7, ultima puntata, Calcaterra in manicomio


Tutti gli eventi che sono accaduti nel finale della settima stagione della serie


E’ andata in onda questa sera l’ultima puntata di Squadra antimafia 7 su Canale 5. Dopo la puntata di sette giorni fa, si inizia con Calcaterra che sta riaccompagnando la Ferretti e la figlia in Italia: avverte Sandro ma gli chiede di non informare nessuno, non vuole avere sorprese in aeroporto. Torrisi intanto viene interrogato alla Duomo ma la polizia non sembra avere molte prove contro di lui. Tra i primi obbiettivi della squadra c’è proprio quello di scoprire qualcosa per poter incastrare Torrisi.

Tempofosco e Sandro sono sulle tracce del collega kazako di Torrisi, l’uomo è ferito e si trova in casa di un medico che lavorava per i Corvo. Inizia una sparatoria, Davide rimane ferito ma riesce a trovare il kazako, purtroppo è morto e non può più servirgli. Al ritorno in Duomo Anna raggiunge Davide e i due tornano a stare insieme.

 Cambio di scena, ci troviamo con Carmela e Spagnardi. Entrambi vogliono la morte di De Silva. Filippo intanto si sta preparando a cambiare identità e si torna indietro nel tempo, al primo incontro tra De Silva e una Ferretti molto giovane.

Intanto, alla Duomo, sono in pochi a sapere dell’arrivo del magistrato, pronto a testimoniare contro Crisalide e lo stesso Torrisi. Fuori l’aeroporto la squadra della Duomo sta aspettando Domenico e le due donne ma qualcosa sta andando storto. Ad aspettarle c’è infatti anche Spagnardi con la sua squadra che riesce a rapire Sara. 

Domenico viene contattato da Carmela che gli da un appuntamento. La donna vuole De Silva in cambio della vita di Sara. Ormai sembra sempre più probabile l’ipotesi che De Silva sia il padre biologico di Sara ma nessuno ancora lo conferma. Filippo, appena viene a sapere del rapimento della ragazza, chiama Calcaterra e si informa sulla sua salute, non sa che con lui c’è anche Carmela.

Pietrangeli decide di seguire Calcaterra e lo vede parlare con Carmela. Appena il vicequestore capisce che la Duomo gli sta dietro decide di scappare, in ballo c’è una ragazza innocente. L’appuntamento con De Silva è in un ristorante giapponese. Domenico arriva con Carmela e scende in una grotta, il covo di Filippo.

Domenico va avanti ma De Silva esce e le punta una pistola alla testa, contemporaneamente Carmela arriva e minaccia di uccidere Filippo. Alla fine si viene ad un accordo, Domenico ammanetta Filippo ed è pronto a consegnarlo per avere Sara ma il commissario passa di nascosto qualcosa nella bocca del mafioso.

Anna cerca di interrogare il magistrato Ferretti per avere qualche informazione su Filippo De Silva ma Ada non sembra voler cedere. Alla fine la Cantalupo riesce a scoprire il nascondiglio di Filippo ma ormai è troppo tardi. Infatti Calcaterra, Carmela e De Silva sono già in viaggio verso il covo di Spagnardi.  

E finalmente abbiamo la conferma, è Spagnardi ad informare Sara che De Silva è suo padre. Domenico e Filippo arrivano al covo e vengono fatti inginocchiare. Spagnardi sta per gettare De Silva tra le fiamme ma il mafioso è riuscito a levarsi le manette, l’oggetto che gli aveva passato Calcaterra erano proprio le chiavi. Inizia una sparatoria, ma la pubblicità interrompe il momento decisivo.

Torniamo dalla pubblicità. Domenico viene ferito. Spagnardi ordina a Carmela di uccidere Sara, così Filippo potrà capire cosa vuol dire perdere un figlio. Il mafioso è troppo furbo però e riesce a salvarla, sta quasi per uccidere Carmela ma alla fine, guardando negli occhi la figlia, la lascia. Filippo riesce a liberarla ma la ragazza scappa. Intanto arriva anche la Duomo. Calcaterra e Domenica escono salvi ma Spagnardi è ancora dentro con Sara e De Silva. Continuano gli spari, per un momento sembra che De Silva sia stato preso dai colpi di Spagnardi ma alla fine invece scopriamo che non è lui. Spagnardi viene ucciso e finalmente anche Sara e Filippo sono salvi.

Tutto sembra andare per il meglio, Filippo e Domenico sono insieme in ambulanza, parlano e ridono tra di loro, ricordando i momenti in cui si sono salvati a vicenda. Ma improvvisamente una macchina della polizia, guidata da Spagnardi, fa sbandare l’ambulanza. L’uomo non era morto come credevamo e tenta di uccidere con un coltello Filippo e Domenico. I due riescono a salvarsi per miracolo. Alla fine Calcaterra libera Filippo e lo lascia andare, libero per sempre, questo è un addio.

 Carmela viene ammanettata e portata in prigione, finalmente Domenico viene trovato dai colleghi che possono portarlo in ospedale. Anche Sara e Ada possono riabbracciarsi.

Sembra esserci un lieto fine anche per Torrisi che viene fatto uscire di prigione ma la sua libertà dura poco, la Ferretti ha confessato contro di lui.Cosa sta succedendo lo scopriamo dopo poco. La Ferretti apre gli occhi, alla guida dell’ambulanza c’è Filippo De Silva, l’assistente sociale ferma la macchina e scopriamo che in realtà è un’amica di filippo. La famiglia si riunisce e madre e figlia riescono a scappare. Filippo invece, decide per il bene della figlia di non partire per non metterla più in pericolo. Alla fine scopriamo che anche il temuto mafioso ha un cuore.

 Torrisi inizia a parlare e molte persone finiscono in prigione. Iniziano i saluti, ad Anna viene chiesto di rimanere alla Duomo e Tempofosco viene ringraziato per il lavoro svolto prima di tornare a Roma.

 Domenico sembra guarito e può tornare in servizio ma Pietrangeli scopre che il “giustiziere” è proprio Calcaterra e decide di parlarne con lui. Il vicequestore non ricorda nulla ma Pietrangeli ha un video che lo riprende nel momento in cui ha sparato al prete.

 Domenico è disperato come anche Sandro. Calcaterra vuole distruggere il video ma alla fine Pietrangeli è costretto ad ammanettarlo e portarlo in prigione. Come avevamo previsto, il suo posto viene preso da Davide Tempofosco.

Domenico si ritrova a parlare con il medico e sembra quasi impazzito, ammette di sentire il bisogno di uccidere, scopriamo che si trova in una clinica psichiatrica. 

 Altro colpo di scena, anche Pietrangeli se ne va dalla Duomo, la morte di Lara e le accuse su Domenico sono troppo anche per lui. Uno alla volta tutti i personaggi a cui ci eravamo affezionati negli anni se ne vanno.

 Torniamo da De Silva che legge sul giornale la notizia sulle accuse di omicidio nei confronti di Domenico e decide di mandargli una lettera, a consegnarla a Domenico sarà Rosy Abate, travestita da infermiera.

 Finisce così questa settima stagione. Ci sono stati più colpi di scena nell’ultima mezz’ora che in tutti gli episodi. 

Il prossimo appuntamento è con l’ottava stagione!



0 Replies to “Squadra antimafia 7, ultima puntata, Calcaterra in manicomio”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*