Chernobyl diventa una miniserie prodotta da Sky e HBO


Chernobyl è una miniserie, in cinque puntate, che racconta non solo la tragedia ma scandaglia anche le cause che la provocarono.


 Correva l’anno 1986 quando avvenne una delle catastrofi più devastanti provocate dalla stessa mano dell’uomo: Il disastro avvenne il 26 aprile alle ore 1.23 circa, presso la centrale nucleare V.I. Lenin, situata in Ucraina settentrionale all’epoca parte dell’URSS a pochi chilometri da Chernobyl.

La vicenda verrà raccontata nella prima produzione originale frutto della partnership tra il gruppo Sky e HBO.

Si tratta di una miniserie, in cinque puntate, che racconta non solo la tragedia ma scandaglia anche le cause che la provocarono. All’epoca furono indicate gravi mancanze da parte del personale, sia tecnico sia dirigente. Ma vennero rilevati anche problemi relativi alla struttura e alla progettazione dell’impianto stesso e nella sua errata gestione economica e amministrativa.

Insieme alla realtà storica, verrà documentato il coraggio di tutti coloro che si impegnarono fino allo spasimo per salvare l’Europa da un disastro che ha avuto delle conseguenze drammatiche di cui ancora non sappiamo tutta la verità.

Nel cast di Chernobyl c’è Jared Harris (The Crown, Mad Man). La miniserie è prodotta da Sister Pictures e The Might Mint.

Le prime riprese inizieranno in Lituania nella primavera del 2018 e i cinque episodi saranno in onda su Sky nel Regno Unito, Irlanda, Italia, Germania e Austria. Si tratta del primo progetto Sky/HBO che si realizza sotto l’egida di una partnership internazionale che va anche al di là di Chernobyl e prevede la co-produzione di nuovi progetti, grazie ad un accordo pluriennale da 250 milioni di dollari.

La fiction inizia con la nuvola di materiale radioattivo che fuoriuscì dal reattore e ricadde su vaste aree intorno alla centrale, contaminandole in maniera pesante e rendendo necessaria l’evacuazione e il reinsediamento in altre zone di circa 336.000 persone. Nubi radioattive raggiunsero anche l’Europa orientale, la Finlandia e la Scandinavia con livelli di contaminazione via via minori, toccando anche l’Italia, la Francia, la Germania, la Svizzera, l’Austria e i Balcani, fino a porzioni della costa orientale del Nord America.

La minsierie mette in risalto anche gli atti di coraggio di chi ha cercato di salvare l’umanità da un disastro inimmaginabile che ha fatto contare 65 morti accertati e più di 4.000 casi di tumore della tiroide fra quelli che avevano fra 0 e 18 anni al tempo del disastro, larga parte dei quali probabilmente attribuibili alle radiazioni. 

I dati ufficiali sono contestati da associazioni antinucleariste internazionali, fra le quali Greenpeace, che fece una stima di fino a 6.000.000 di decessi su scala mondiale nel corso di 70 anni. Nella relazione vennero annoverati tutti i tipi di tumori riconducibili al disastro secondo il modello specifico adottato nell’analisi

Scritta da Craig Mazin (Il cacciatore e la regina di ghiaccio) e diretta da Johan Renck (Breaking Bad, The Walking Dead), Chernobyl sarà prodotta da Carolyn Strauss (due volte premiata agli Emmy Award e vincitrice di un Producer Guild Award per Il Trono di Spade), Jane Featherstone (Broadchurch, The Tunnel) e Craig Mazin, e co-prodotta da Chris Fry (Humans, The Smoke) e Johan Renck.



0 Replies to “Chernobyl diventa una miniserie prodotta da Sky e HBO”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*