Made in America, in arrivo Grandfathered, The Grinder e Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D, Code black



 Amanti delle serie tv bentornati qui su www.maridacaterini.it. Siamo finalmente arrivati alle settimane più intense, ricche di novità e ritorni più o meno attesi. Pronti a scoprire cosa bolle nel pentolone delle reti americane? 3, 2, 1… Via!  Questa è la seconda delle quattro settimane che ospitano l’inizio delle serie americane che tanto ci piacciono. Ecco a voi le partenze più succose di oggi (Grandfathered, The Grinder e Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.) e domani (Code Black).

– Grandfathered: Jimmy Martino è un ristoratore di successo, un personaggio in vista e un uomo amato dalle donne. È sempre stato abituato a essere il migliore, il più bello e il più single della situazione ma tutto cambia quando arriva alla sua porta suo figlio Gerard, classe 1989 la cui esistenza era sconosciuta a Jimmy, insieme a sua figlia Edie. Ecco quindi giunta l’ora di abbandonare la vita da scapolone incallito e dedicarsi alla sua nuova famiglia, senza creare troppa confusione ed equilibrando i lati del suo carattere e il suo modo di vivere alla nuova quotidianità. Saranno Gerard ed Edie a far uscire il lato più nascosto di Jimmy, facendogli scoprire che si può essere assolutamente alla moda anche da nonni. Questa sembra essere una comedy ben fatta e che ci farà ridere parecchio, la FOX ha investito molto su questa nuova serie e io non vedo l’ora di scoprire se nonno John Stamos riuscirà a superare la prova.

Grandfathered

– The Grinder: Dean Sanders per tutti è The Grinder, il famoso e amato avvocato di una serie tv che ha tenuto incollati allo schermo settimana dopo settimana milioni di americani per otto anni. Come tutte le cose belle però anche il suo show giunge al termine e Dan decide di tornare a casa e andare a lavorare nello studio legale di famiglia. In fondo lui è stato un avvocato per moltissimo tempo, credete veramente che essere un avvocato in tv sia così diverso dall’esserlo nella vita vera? Armato di buoni propositi e supportato da un ego un po’ troppo sviluppato il beniamino del pubblico televisivo dovrà però fare i conti con la dura realtà e con il fratello Stewart, non proprio contento del suo ritorno a casa. Rob Lowe è il secondo grande nome che la FOX si gioca in una nuova comedy dimostrando ancora di voler puntare molto sulle sue novità. Io confesso di non essere molto convinta da questa nuova serie, mi dovrò ricredere?

Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D

– Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.: Il nuovo S.H.I.E.L.D. guidato dal Direttore Coulson sta cercando in tutto il mondo nuovi Inumani, le persone dotate di poteri straordinari che fino a poco tempo fa non credevano essere tra loro e di cui hanno già sofferto le conseguenze. Grazie anche all’aiuto e alla guida di Daisy la loro ricerca li porterà a trovare un essere speciale e a scoprire che loro non sono i soli a voler scovare gli Inumani. Questa nuova Organizzazione avversaria gli farà affrontare molte altre battaglie e il pensiero dell’improvvisa scomparsa di Simmons non semplifica la situazione, soprattutto se questo vuol dire portare Fitz verso un punto di non ritorno. L’universo Marvel torna sulla ABC e promette di tenerci sulle spine e appassionarci come sempre. Siete pronti a scoprire cosa ci aspetta in questa nuova, attesissima terza stagione fumettistica?

Code Black

– Code Black: Siamo all’AngelsMemorial Hospital e qui c’è il più famoso e caotico pronto soccorso d’America, dove ogni giorno la grande affluenza di pazienti crea quello che viene chiamato Code Black: le persone da curare sono assolutamente troppe e medici e infermieri non sono minimamente sufficienti per curarli tutti. A controllare e dirigere questo inferno in terra c’è la dottoressa Leanne Rorish, famosa per riuscire a eseguire con successo le procedure più rischiose del Center Stage, l’area riservata ai casi disperati. Qui la vita si misura in secondi e il personale medico deve operare velocemente e abilmente se vuole salvare la massa di persone che se sono lì hanno solo due possibili esiti: morire o ricevere un miracolo. Ispiratadall’omonimo e pluripremiato documentario di Ryan McGarry, questa serie promette di farci vedere quello che accade veramente in un affollato pronto soccorso senza perdersi troppo in chiacchere e romanticherie. Se questa sia una strategia vincente o no lo scopriremo a breve, ma la CBS è riuscita ad incuriosirmi con un nuovo medicaldrama e vi assicuro che non succedeva da tempo.

Qui le altre serie recentemente approdate sul piccolo schermo d’oltre oceano.



0 Replies to “Made in America, in arrivo Grandfathered, The Grinder e Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D, Code black”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*