Connect with us

Talk show

Open Space, la prima puntata

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 {module Google ads}

La conduttrice, maglietta bianca e jeans, non perde tempo in presentazioni: una breve introduzione sugli ospiti che interverranno, e la Toffa lancia un cappello video sul primo intervistato della serata. Entra Luigi Di Maio, ritenuto da molti il successore di Beppe Grillo. Il vicepresidente del Senato parte da Marino, che non è credibile se mente su conti di otto euro, poi la Toffa gli chiede del reddito di cittadinanza: non è un’elemosina di Stato, perché prevede la formazione in una professione.

L'intervista a Luigi Di Maio

L’intervista a Luigi Di Maio

A nemmeno dieci minuti dall’inizio, già il primo break pubblicitario. A Di Maio vengono poste dieci domande selezionate dal sito del programma, sicuramente meno ingessate e dirette rispetto a quelle dei talk classici. Ad esempio una in cui viene chiesto quanti “ladri” ci siano nell’attuale legislatura, oppure quella che va a toccare un punto cruciale: gli immigrati si accolgono oppure no? 

La Toffa cerca di incalzare e di insinuarsi nelle risposte appena può.

Congedato Di Maio, arrivano Luca e Paolo, pronti alla conduzione di Colorado. I due  parlano del loro affiatamento in quanto “coppia di fatto” da 25 anni e della loro carriera. Riferendosi al lungo scambio di tweet tra Luca e Gasparri, uno degli inviati ha raggiunto il senatore.

Si rientra dunque in studio, stavolta ponendo loro le domande postate dagli utenti. In particolare, riguardo alle Iene, dicono che tornerebbero.  Arriva la telefonata di Ilary Blasi, con annesso saluto di Totti.Non solo: insieme ai due comici, la Toffa entra anche nello studio di Colorado, da cui viene lanciata la pubblicità.

L'intervista a Luca e Paolo

L’intervista a Luca e Paolo

Si riparte da Carlo Gervasoni, ex calciatore coinvolto nel giro di calcio scommesse. A supportare la conduttrice, entra pure Andrea Scanzi, firma de Il Fatto che imperversa sul piccolo schermo. È chiaro che la conduttrice sta cercando di mettere in campo tutto il possibile per attirare il pubblico.
Gervasoni racconta che, su circa 60 persone contattate solo due hanno rifiutato di scendere a patti. Inoltre, i più difficile da convincere erano gli stranieri. I guadagni di 15mila euro, salivano vertiginosamente: per una partita, si arrivava a 80mila euro.
Sullo schermo scorrono immagini di festeggiamenti dopo goal concordati. Gervasoni ripercorre molti degli incontri truccati. E il cerchio si chiude: la Toffa lo saluta ringraziandolo per l’onestà.

Paolo Ruffini e Alice Sabatini in studio

Paolo Ruffini e Alice Sabatini in studio

La prossima ospite è Alice Sabatini, ultima ragazza eletta Miss Italia. Con lei viene affrontato l’argomento degli haters dopo la sua gaffe la sera dell’elezione. Poco dopo si aggiunge Paolo Ruffini, altro bersaglio della rete, che dice di impegnarsi comunque a praticare l’allegria.
In studio entra anche uno youtuber che ha criticato i suoi film, ma il ragazzo non si dimostra molto audace. Una delle inviate ha incontrato Aurora Ramazzotti.
Non poteva mancare Frank Matano, altro asso che la Toffa cala cercando di giocarsi tutto il giocabile. Il comico tranquillizza Alice Sabatini, perché la gente ha la memoria corta. Poi le suggerisce di fare una cosa bella, così che le persone possano dimenticarsi della sua uscita infelice ancora prima.
Il tema degli haters viene trattato dal punto di vista differente: quello di una ragazza vittima di cyberbullismo. Di spalle, con il nome fittizio di Giulia, racconta la sua esperienza: appartata in intimità con il fidanzato, è stata ripresa da una telecamera della sorveglianza, e il video ha iniziato a girare in rete.

Raffaele Sollecito entra intorno alle 23.30. La Toffa lo accoglie ammettendo di non essere una “cintura nera della cronaca”; gli fa togliere la giacca, perché l’abbigliamento non è da 30enne. Sollecito dice di non bere, non fumare più niente. Amanda è stata una parentesi: la conosceva da soli cinque giorni, e si è trasformata in un incubo.
Il ragazzo racconta del carcere, dove aveva perso la cognizione del tempo e dello spazio. Ora che è fuori, assolto dalle accuse, molti si avvicinano con sospetto; qualcuno però, gli ha addirittura chiesto un selfie (che è stato negato). A chi chiede della detenzione, sollecito risponde di aver ricevuto attenzioni in carcere, ma mai violenze o prevricazione. Il libro che sta promuovendo invece, serve per dare la sua versione dei fatti, svelare il dietro le quinte della giustizia italiana.

L'intervista a Raffaele Sollecito

L’intervista a Raffaele Sollecito

Ed ecco l’annunciata intervista a Monsignor Charamsa, dichiaratosi omosessuale e pronto a rivendicarsi come tale. Non è però il primo ad aver fatto coming out: altro esempio era stato don Mario Bonfanti, che si fa intervistare in studio. Il religioso sostiene che i preti non abbiano formalmente il voto di castità; parla inoltre di “terapie riparative” psicologiche a cui si sono sottoposti alcuni suoi colleghi prelati.
A proposito di Chiesa, in trasmissione non può mancare l’autore di Vaticano S.p.a: Gianluigi Nuzzi. Il giornalista spiega come una dimensione repressa come quella sessuale, può divenire mezzo per subire ricatti. C’è pure Mario Adinolfi: se Charamsa avesse presentato la sua compagna, dice, sarebbe stato comunque espulso; non c’entra l’omosessualità, quanto invece il rispetto delle regole esistenti.
Un’inviata di Open Space è riuscita ad entrare in un convento di Trento adibito a centro di recupero.

L'intervista a Monsignor CharamsaL’intervista a Monsignor Charamsa

A mezzanotte inoltrata, la Toffa torna su un argomento lei caro: il gioco d’azzardo. Di recente infatti, ha realizzato un servizi sulle slot per bambini, dove non si vincono soldi ma ticket per ritirare dei premi.
Uno degli inviati, Ismaele, è andato ad invitare alcuni personaggi con cui dibattere della questione. Accettano il Presidente di Confindustria Giochi Massimiliano Pucci e l’onorevole Giorgia Meloni.
Tra gli affetti famosi da ludopatia, figura Mara Maionchi che è riuscita ad uscirne: per tutelarsi, ha inviato una mail alle sale che frequentava chiedendo di non farla entrare.
In questo segmento sul gioco d’azzardo, la Toffa può sfoggiare tutte le competenze e le conoscenze sul tema, stoppando sul nascere le giustificazioni di Pucci.

La prima puntata si chiude all’una di notte, dopo una passerella infinita di ospiti.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Talk show

Non è l’Arena 13 ottobre: dal corteo NO Green Pass allo scandalo veleni in Toscana – anticipazioni

Tutte le anticipazioni della terza puntata del talk show condotto in prima serata su La7 da Massimo Giletti.

Pubblicato

il

Non è l'arena 13 ottobre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Terzo appuntamento, mercoledì 13 ottobre 2021, con “Non è l’Arena” il programma di Massimo Giletti in onda in diretta alle 21.15 su La7. Temi della puntata odierna: il corteo No Green Pass, immagini esclusive e documenti inediti su Giuliano Castellino e l’inchiesta sullo scandalo veleni in Toscana.

Non è l’Arena 13 ottobre 2021 – anticipazioni

Nuovo appuntamento con “Non è l’Arena” il programma di Massimo Giletti in onda in diretta alle 21.15 su La7.

Chi c’era davvero in quella piazza? C’era una regia negli scontri che hanno portato poi all’assalto della Cgil? E chi è Giuliano Castellino, il leader di Forza Nuova agli arresti per la guerriglia no green pass?
Ce lo racconteranno Massimo Giletti e la sua squadra con immagini esclusive e documenti inediti. In studio per il dibattito l’avvocato Carlo Taormina, il giornalista Luca Telese, l’ex senatore Gianluigi Paragone, la giornalista Sandra Amurri e l’ex Presidente della Regione Lazio Francesco Storace.

Non è l'arena 13 ottobre Jared Leto

Coinvolto, suo malgrado, nel corteo No Green Pass l’attore Premio Oscar, Jared Leto. L’attore, che è nel cast della serie House of Gucci nel ruolo di Paolo Gucci, è rimasto coinvolto nella guerriglia urbana documentando tutto l’accaduto sul suo profilo Instagram da oltre 10 milioni di followers. Ha raccontato di essere stato asfissiato dai gas lacrimogeni.

Tra gli ospiti tornerà la vicequestore Nunzia Schilirò all’indomani del provvedimento di sospensione adottato nei suoi confronti.

Lo scandalo veleni in Toscana

Che cosa succede in Toscana? Dagli amministratori locali ai vertici della Regione passando per la ndrangheta calabrese, lo scandalo del depuratore e dello smaltimento dei rifiuti tossici. Un’inchiesta di “Non è l’Arena” nella puntata del 13 ottobre che romperà quel velo di silenzio calato da tempo sulla vicenda, riuscendo a parlare con alcuni dei principali protagonisti della vicenda: il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il consigliere regionale del Pd Andrea Pieroni, la sindaca di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda e l’ex direttore dell’associazione conciatori Piero Maccanti.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Talk show

Tv Talk Enrico Papi critico su Mediaset: Le Iene copiano Scherzi a Parte?

Ospite della trasmissione di Rai 3, lo showman ha lanciato un messaggio ai vertici Mediaset e ai colleghi de Le Iene.

Pubblicato

il

Tv Talk Enrico Papi 9 ottobre
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sabato 9 ottobre a TV Talk Enrico Papi, a sorpresa, ha lanciato una frecciatina a Mediaset commentando gli scherzi de Le Iene Show. Il conduttore Massimo Bernardini e gli analisti tv in studio hanno fatto chiarezza sulla questione. 

Tv talk 9 ottobre Massimo Bernardini

Papi: messaggio a Mediaset su scherzi Le Iene

Il presentatore, sollecitato dalle domande di Massimo Bernardini, ha fatto un primo bilancio della conduzione di Scherzi A Parte, tra i programmi più amati in onda dal 1992. Si è parlato anche della novità di quest’anno, cioè quella degli scherzi in diretta, che si verificano durante tutto il corso della messa in onda.

Gli ascolti hanno premiato il ritorno di Papi a Mediaset. Le prime quattro puntate di Scherzi a Parte hanno registrato una media di 3.100.000 spettatori con il 17% di share. Un successo che probabilmente ha tolto telespettatori a Da Grande di Alessandro Cattelan, che non ha vinto la sfida degli ascolti tv. 

Ironizzando sul fatto, Bernardini ha commentato dicendo che nonostante sia stato proprio Papi a determinare la débâcle di Cattelan, la Rai lo ha invitato lo stesso. Il presentatore di Tv Talk ha così mandato in onda una clip con una carrellata di scherzi a persone comuni tra anni ’60 e ’70 della trasmissione Specchio Segreto di Nanny Loy.

Tv Talk Enrico Papi ed il suo Scherzi a Parte: unico ed irripetibile

Tv Talk Enrico Papi 9 ottobre

Un antesignano del genere a cui poi si sono ispirati tanti altri programmi, compreso Scherzi A Parte. A burle esilaranti e tutte da ridere, se ne alternano altre un po’ più cattivelle. Le vittime sono personaggi noti del piccolo e del grande schermo.

Ma anche volti noti del web. Tra gli ultimi scherzi che sono stati fatti ad influencer, c’è stato quello a Giulia De Lellis. L’ex protagonista di Uomini e Donne e conduttrice di Love Island Italia ha dovuto fare i conti con un finto tradimento del suo attuale partner, Carlo Beretta.

Giulia in passato ha vissuto dei momenti non proprio piacevoli a causa di presunte infedeltà del suo ex fidanzato Andrea Damante. Ed in seguito a ciò si è raccontata in un libro autobiografico dal titolo ‘Le corna stanno bene su tutto. Ma io preferisco non averle’. 

Tv Talk Enrico Papi, Le Iene copiano Scherzi a Parte?

Quello degli scherzi in tv è un trend che è stato ripreso anche da un altro programma cult della tv italiana: Le Iene. Nel programma di Italia 1 condotto da Nicola Savino (che presto ritroveremo alla conduzione di Back to School Ritorno a scuola)  è stata introdotta questa rubrica fissa.

E a Tv Talk Enrico Papi nel parlarne ha lanciato una frecciatina. La domanda che è sorta spontanea è se c’era bisogno di un altro programma che facesse scherzi, visto che già c’era quello di Papi? Sul punto ha commentato il conduttore di Canale 5: “In realtà lo scherzo Vip è Scherzi a Parte“.

Quello è il brand, il programma in cui si possono vedere gli scherzi ai personaggi famosi. “Le Iene ultimamente fa gli scherzi ai Vip, ma in realtà non è nel suo standard” ha ricordato Papi, per poi proseguire dicendo: “Quindi sta facendo qualcosa che non è nel format“.

Sul perché lo fanno, il conduttore ha risposto: “I motivi per cui propongono scherzi ovviamente io non li conosco. Però Scherzi a Parte fa questo di lavoro”. Parole che sono apparse sin da subito quasi una bordata dello showman contro la dirigenza di Canale 5, tanto che Massimo Bernardini ha commentato con un: “Il messaggio a Mediaset è arrivato chiaro”. Ma non è tutto.

Silvia Motta, analista di TV Talk, ha fatto notare che Scherzi A Parte è molto cresciuta come trasmissione nel 2021. Con essa anche il suo target che ora comprende anche fasce di ragazzi più giovani. “Bisogna ridere e sorridere. La chiave del successo è la risata, dalla nonnina al nipotino. Niente crudeltà, non andiamo a cogliere i difetti dei vip. Noi manteniamo la leggerezza”: ha concluso Papi, che ha detto di essere già al lavoro sui prossimi scherzi della nuova stagione di Scherzi a Parte. 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Talk show

Non è l’Arena 6 ottobre: dal ritorno di Corona al caso di Baia Sardinia – anticipazioni

Tutte le anticipazioni della seconda puntata del talk show condotto in prima serata su La7 da Massimo Giletti.

Pubblicato

il

Non è l'Arena 6 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Secondo appuntamento, mercoledì 6 ottobre 2021, con “Non è l’Arena” il programma di Massimo Giletti in onda in diretta alle 21.15 su La7.

Non è l'Arena 6 ottobre 2021 racconto ragazze stupro Baia Sardinia

Non è l’Arena 6 ottobre 2021 – anticipazioni

In primo piano l’inchiesta sul presunto stupro di Baia Sardinia: un caso analogo a quello di Grillo jr per il quale la Procura, la stessa di Tempio Pausania, ha chiesto l’archiviazione. Tra pochi giorni la decisione del Gip. In esclusiva da Giletti parlerà un testimone che ha visto tutto. Riuscirà il suo racconto a cambiare il finale di questa storia?
In studio anche le due ragazze che non solo hanno avuto il coraggio di denunciare la violenza subita ma che hanno deciso di lottare per vedersi riconosciuta la possibilità di dire la loro verità in aula e lasciare decidere ad un giudice quello che è successo quella notte. Se ne parlerà con Annamaria Bernardini de Pace e Alessandra Moretti.

Non è l'Arena 6 ottobre 2021 Fabrizio Corona

Fabrizio Corona torna in tv

Dopo quasi un anno Fabrizio Corona torna in tv per parlare della sentenza della Cassazione che ha annullato il provvedimento con il quale, lo scorso marzo, il Tribunale di Sorveglianza di Milano aveva disposto la sua carcerazione. Giustizia o legalità? Per il dibattito in studio Alessandro Sallusti, Luca Telese e Alfonso Sabella. L’ultima volta Fabrizio Corona è stato ospite di Giletti il 22 novembre 2021.

Sul caso Mimmo Lucano, una vicenda giudiziaria lunga quattro anni che ha portato l’ex sindaco ad una condanna di 13 anni e due mesi di reclusione per presunte irregolarità nella gestione dei migranti, si confronteranno Luigi De Magistris e Alessandro Sallusti.

Non è l’Arena” ritornerà poi con la sua inchiesta sui presunti legami tra musica neomelodica e malavita.
Filmati e immagini esclusive ci racconteranno come la musica a volte è stata usata per veicolare anche un certo tipo di cultura criminale… lo scopriremo con Nello Trocchia e Nunzia De Girolamo.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it