L’Arena tra l’amarcod di Mogol e Serena Rossi che si candida a Sanremo 2017


La seconda puntata de L'Arena di Massimo Giletti ospita Mogol reduce dai successi dei due speciali di rai1 a lui dedicati


Non poteva rinunciare Massimo Giletti a cavalcare ancora il successo di pubblico delle due serate dal titolo Viva Mogol, andate in onda rispettivamente il 24 settembre e il primo ottobre in prime time su Rai1. In una domenica pomeriggio caratterizzata dalla Formula 1, la cui telecronaca in differita, ha occupato le prime due ore dell’Arena, Massimo Giletti è arrivato in video alle 16:00 per una edizione ridotta del programma dedicata soltanto ai Protagonisti dello spettacolo.

Niente talk politico, solo intrattenimento con due ospiti che si sono quasi equamente divisa l’ora a disposizione: Mogol e l’attrice Serena Rossi in attesa di un figlio.La Rossi, pungolata da Giletti ha ammesso di avere un certo pudore nel candidarsi accanto a Carlo Conti per Sanremo 2017, ma questo sarebbe il suo grande sogno. E chissà che questa ospitata non sia un segno premonitore.


E naturalmente il primo protagonista è stato proprio Mogol ovvero Giulio Rapetti che ha consegnato alla rete di Andrea Fabiano, la vittoria in due sabati consecutivi. Il binomio Mogol-Battista è riuscito a vincere la concorrenza rappresentata dallo show Tu si que vales in onda su Canale 5 con la conduzione di Belen Rodriguez e Simone Rugiadi.
Mogol accomodato nel salotto dell’Arena di Rai1, ha continuato a raccontare la sua vita. Ma questa volta non solo attraverso le canzoni ma anche tramite testimonianze personali del suo privato.

Mogol ha raccontato come è nata l’esperienza del Centro Europeo Toscolano una delle più accreditate scuole di musica a livello europeo che è costata 25 anni di duro lavoro per accreditarsi nel mondo della musica internazionale.

Nel corso della intervista, a colpire è stata la semplicità di un grande artista che ha fatto anche delle dichiarazioni molto particolari e significative. Giletti ad un certo punto gli ha chiesto se aveva coscienza di essere uno dei più prolifici autori di testi e lui con molta spontaneità ha risposto di aver incontrato qualcuno che di testi mi aveva scritto addirittura 7 mila. Ha fatto così capire che tutto é relativo nella vita.

arena serena rossi

Naturalmente l’intervista a Mogol è stata arricchita da molti spezzoni delle due serate andate in onda su Rai 1. I telespettatori hanno riascoltato Ramazzotti interpretare I giardini di marzo e hanno anche rivissuto alcuni racconti già fatti da Mogol nelle due serate a lui dedicate. In particolare Giletti, cavalcando l’emozione ha chesto al suo interlocutore che aveva pensato quando Lucio Battisti aveva ricevuto in ospedale, la lettera che lui gli aveva indirizzata. “Dispiacere e piacere nello stesso momento” è stata la risposta. “Dispiacere perché lui evidentemente conosceva il dramma che sta vivendo e se ne rendeva conto. Piacere perchè sapevo che lui credeva alla nostra amicizia”.

{module Pubblicità dentro articolo}

La successiva ospite, Serena Rossi, è stata trattata con tutti i riguardi. Non solo per il suo avanzato stato di gravidanza, ma soprattutto perchè si è avuta la netta sensazione che l’attrice volesse dare un messaggio che potrebbe essere legato a Sanremo 2017.  Non a caso anche Carlo Conti, intervenuto attraverso un video- messaggio, ne ha tessuto le lodi per la sua partecipazione a Tale e quale show. E Conti gestirà la kermesse canora del prossimo anno.

Tutto il resto può essere dimenticato.



0 Replies to “L’Arena tra l’amarcod di Mogol e Serena Rossi che si candida a Sanremo 2017”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*