L’Intervista, 28 maggio 2018, puntata in diretta

La puntata de L'Intervista, il talk show di Canale 5 condotto da Maurizio Costanzo, in onda lunedì 28 maggio 2018, in diretta.


L’Intervista di Maurizio Costanzo a Paolo Bonolis è iniziata alle ore 23:48.

Costanzo ha esordito, manifestando la felicità per avere Bonolis come ospite. Il conduttore romano ha dedicato le prime battute alla situazione politica: “E’ la solita battaglia tra aziende”.

La prima battuta di Paolo Bonolis ha riguardato il Giro d’Italia e il problema delle buche a Roma: “Roma andrebbe bene per il golf”.

Il primo servizio che Paolo Bonolis ha visto ha riguardato suo padre: “Papà veniva da Milano ma era molto romano, parlava romanesco “ruvido” ma al telefono, parlava milanese con i parenti. Sembrava posseduto! Papà mi ha trasferito il suo cinismo disincantato”.

Paolo Bonolis ha raccontato un aneddoto stando al quale suo padre ha mandato a quel paese al telefono Mike Bongiorno.

Il conduttore ha ricordato un fatto curioso legato sempre a suo padre: “Mio padre mi disse ‘Quando Sonia partorirà, regalale un mazzo di rose bianche se non ce la faccio’. Quando è nata mia figlia, mi sono dimenticato delle rose bianche. Sul terrazzo, avevo un roseto tutto rosso e le rose sono diventate tutte bianche. Certe cose non te le puoi spiegare. Parlo molto con mio padre”.

Bonolis ha rivissuto la propria infanzia grazie al secondo servizio. Bonolis: “Ero molto balbuziente. Bullismo? No, si rideva di questa cosa. A scuola, dovevo essere interrogato per iscritto altrimenti, ci mettevo un’ora per dire una frase!”. Bonolis faceva anche la pipì a letto: “Il fascino sottile della pigrizia della prostata…”.

Nel terzo servizio, abbiamo visto gli inizi in televisione di Paolo Bonolis con Bim Bum Bam e Non è la Rai.

Paolo Bonolis: “Il mio ingresso in televisione nacque per caso. Accompagnai un amico. Mi offrirono un lavoro e io volevo rifiutare. Mio padre mi disse: ‘Se non ci va, ti prendo a calci nel c…'”. Su Bim Bum Bam: “Fu un successo pazzesco. Parlavamo ai bambini con logica adulta, eravamo anche un po’ cattivi. Bim Bum Bam è stato l’acceleratore da cui è partito tutto”. Riguardo Non è la Rai, il conduttore ha dichiarato che, in quel programma, non faceva praticamente niente.

Su Il senso della vita: “Era il programma giusto per l’età che avevo all’epoca, l’ho iniziato a 50 anni”.

Nel quarto servizio, abbiamo visto Alberto Sordi, Totò, Mike Bongiorno e Corrado.

Paolo Bonolis ha commentato con le seguenti dichiarazioni: “In mezzo a questi personaggi, metterei anche Raimondo Vianello. Alberto Sordi è Roma”. Il conduttore si è commosso, parlando del funerale di quest’ultimo. Bonolis: “Mike era una macchina da combattimento. Le gaffe, se le costruiva da solo. Era furbo!”.

Paolo Bonolis ha raccontato una litigata “molto brutta” con Corrado, ai tempi della loro collaborazione a Tira e Molla.

Bonolis: “Mike era la televisione tecnologica, Corrado era la televisione della gente, Raimondo era la televisione dell’impossibile”.

I cinque figli di Paolo Bonolis sono stati i protagonisti del quinto servizio. Il conduttore 56enne ha parlato di Stefano e Martina, i figli più grandi che vivono negli Stati Uniti: “Lei è in gambissima, lui è un gran parac*lo!”.

Riguardo gli altri tre figli, Silvia, Davide e Adele, queste sono state le dichiarazioni di conduttore: “Silvia è una forza di vita pazzesca. Davide sta diventando un ragazzo molto veloce mentalmente, ha qualità gigantesche. Adele è un mondo a parte, è quella che mi somiglia di più”.

Paolo Bonolis, sempre sui figli: “Mi auguro che siano liberi di scegliere”. Le dichiarazioni riguardanti la moglie Sonia Bruganelli: “Abbiamo condiviso gioie e difficoltà. Lei è un universo opposto al mio”.

Sonia Bruganelli è stata la protagonista del sesto servizio che ha incluso anche le polemiche legate ai soldi e al lusso mostrato sui social network.

Paolo Bonolis: “Non frequento il mondo dei social. Ci sono gli intelligenti e quelli meno”. Il conduttore ha parlato della gelosia della moglie: “Io quando sono innamorato, sono innamorato, sto bene. Sono monogamo. Un altro figlio? Monogamo sì, fregnone no!”.

Bonolis: “Sonia, a livello imprenditoriale, è molto brava e attenta. E si occupa anche della famiglia. Insieme, stiamo bene. Lei si è addormenta dopo aver scelto il film che devo guardare io. La sua vivacità mentale va oltre la sua bellezza. Le sue polemiche social? A volte, lei lo fa apposta!”.

Il conduttore ha avuto anche qualche crisi con sua moglie: “Certo che le abbiamo avute… Sennò che le fai a fare!”.

Bonolis è stato fotografato su un’ambulanza: “Sono collassato per il caldo… Troppo sport fa male!”.

Il settimo servizio ha riguardante l’Inter, la squadra di cui Bonolis è tifoso.

Bonolis ha raccontato un aneddoto legato a Lazio-Inter, partita decisiva per l’ingresso in Champions League dei nerazzurri, e ad un tifoso della Lazio con cui ha visto la partita allo stadio.

Nell’ottavo servizio, abbiamo visto tutti i programmi televisivi recenti di successo di Paolo Bonolis e le polemiche che l’hanno coinvolto in questi anni.

Paolo Bonolis: “Con Il senso della vita, mi sono tolto uno sfizio. Mi piacerebbe intervistarti…”. Maurizio Costanzo: “Rifai Il senso della vita e invitami…”. Bonolis: “Tra un anno, lo rifacciamo…”.

Il conduttore, riguardo il Festival di Sanremo: “Rifarlo? Non lo so… Il teatro Ariston ha esaurito i suoi spazi”.

Bonolis: “In tv, mi piacciono le serie. Mi sono piaciuti Il miracolo e The young pope. Su Netflix, c’è molta roba… I reality? Non mi piacciono”.

L’ultimo servizio di questa Intervista ha mostrato il lato privato di Paolo Bonolis sui social.

Le ultime dichiarazioni del conduttore sono state le seguenti: “Quell’affare lì (riferito allo smartphone) può diventare un vampiro… Se sono felice? Mi adopero per esserlo…”.

L’ultima puntata di questo ciclo de L’Intervista è terminata qui.



0 Replies to “L’Intervista, 28 maggio 2018, puntata in diretta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*