Sette Meraviglie da lunedì 3 aprile su Sky Arte, da Palermo ad Aquileia


Torna su Sky arte a partire da lunedì 3 aprile il programma "Sette Meraviglie" giunto alla quarta edizione.


Torna su Sky Arte a partire da lunedì 3 aprile il programma “Sette Meraviglie“. Gli appuntamenti successivi sono sempre il lunedì in prima serata alle 21:15.

Riparte il viaggio attraverso l’Italia che ci porterà alla scoperta di monumenti, opere e paesaggi grazie ai quali il nostro paese è diventato famoso nel mondo. La trasmissione per come è strutturata, è un vero e proprio album di luoghi da sfogliare e visitare. Il tutto naturalmente documentato dai commenti di esperti, storici dell’arte e testimonianze di chi in quei luoghi ha vissuto e li ha conosciuti molto da vicino.

Sette Meraviglie” è giunto alla quarta edizione. In ognuna ha scelto sette luoghi simbolo del nostro patrimonio artistico e li ha fatti conoscere ai telespettatori italiani abbonati Sky.

Il viaggio di questa quarta edizione parte da Palermo città capitale della cultura nel 2018, grande metropoli che è stata prima di islamica e successivamente città normanna di grandissimo interesse. Sintesi unica di arte e di bellezze naturali, Palermo sarà attraversata attraversata e visitata in tutti i suoi monumenti. Primo tra tutti la Cattedrale Metropolitana che dal 3 luglio 2015 fa parte del patrimonio dell’umanità UNESCO, nell’ambito dell’itinerario che va da Palermo a Cefalù fino a Monreale.

caravaggio sky arteTra le tappe successive non poteva mancare quella napoletana. “Sette Meraviglie” si ferma nella città partenopea che influenzò alcuni capolavori del Caravaggio. Anche a Napoli ci saranno moltissimi monumenti da vedere e soprattutto il programma si soffermerà sui tre magnifici quadri di Michelangelo Merisi (detto il Caravaggio) che sono custoditi nelle principali chiese. Caravaggio infatti visse a Napoli per ben due volte ed ha abitato anche nei quartieri spagnoli. Il programma andrà proprio sulle tracce di queste visite del Caravaggio e ci mostrerai tre quadri che sono rispettivamente “Il Martirio di Sant’Orsola“, “La flagellazione di Cristo” e “Le sette opere di misericordia“.

villa adriana sette meraviglie

Altra tappa sarà Tivoli, splendida cittadina a due passi da Roma, scelta dall’imperatore Adriano per costruire la sua residenza extraurbana. Ed è infatti a Tivoli che si trova la famosissima Villa Adriana. Il programma consentirà ai telespettatori di conoscerla entrando all’interno. La dimora, a sua volta nel 1999, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

{module Pubblicità dentro articolo 3}

E poi si fa tappa a Ferrara culla della Signoria Estense. Anche qui ci sarà un’attenta vista a tutte le bellezze monumentali della zona che comprendono anche i dintorni della città. Si parte naturalmente da Alfonso d’Este per arrivare fino ai tempi più recenti.

Ed eccoci nella Verona di Shakespeare e successivamente nella misteriosa Aquileia, comune friulano in provincia di Udine che fu una colonia romana fondata nel 181 a.C. Anche qui si andrà alla ricerca dei monumenti di epoca romana, si percorrerà la via Giulia Augusta e si parlerà della vita artistica della città che si è sempre mantenuta ad alti livelli grazie alla ricchezza degli abitanti ed alla mole dei traffici commerciali.

amalfi sette meraviglie

Ma l’arte non è soltanto monumenti, dipinti, sculture: è anche rappresentata da molti spettacolari paesaggi del nostro paese. Ecco perché la tappa successiva di “Sette Meraviglie” è Amalfi. Siamo in un lembo di terra tra i più belli del mondo. Qui si trova anche l’emozionante città di Ravello definita da André Gide “più vicina al cielo di quanto non sia lontana dalla riva del mare”.



0 Replies to “Sette Meraviglie da lunedì 3 aprile su Sky Arte, da Palermo ad Aquileia”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*