Prima della Scala 2017/2018 Andrea Chénier anticipazioni e ospiti


Antonio di Bella e Milly Carlucci conducono la serata televisiva. Tutte le notizie e le anticipazioni sull'opera che inaugura la stagione del Teatro alla Scala.


Oggi giovedì 7 dicembre 2017, giorno di Sant’Ambrogio, come tradizione viene inaugurata la stagione del Teatro alla Scala di Milano. Rai Uno trasmette per il secondo anno consecutivo in diretta l’Opera inaugurale che quest’anno è “L’Andrea Chénier” di Umberto Giordano.

 

Noi vi abbiamo già anticipato tutte le notizie sull’opera che prosegue il percorso di riscoperta delle grandi produzioni che hanno avuto la loro prima assoluta tra le mura scaligere.

Oltre a trasmettere la diretta, come ogni anno, Rai1 racconta tutto quanto accade intorno allo spettacolo più atteso della stagione lirica. In particolare saranno Antonio Di Bella direttore di RaiNews24 e Milly Carlucci a condurre la diretta televisiva. I due incontreranno i protagonisti e gli ospiti presenti sia prima dell’inizio dello spettacolo che dopo. Ci saranno anche collegamenti dal foyer del teatro con Stefania Battistini. È prevista, a meno degli impegni dell’ultima ora, la presenza del capo dello Stato Sergio Mattarella. Molti saranno anche gli altri personaggi del mondo della cultura, dell’informazione e dello spettacolo che saranno presenti alla prima dell’Opera.

Realizzata da Rai Cultura, la lunga diretta si avvale di una presenza tecnologica molto sofisticata. Ci saranno 12 telecamere in alta definizione, 40 microfoni nella buca dell’orchestra e in palcoscenico eventi radiomicrofoni dedicati ai solisti e al coro.

Il direttore d’orchestra e Riccardo Chailly, il regista Mario Martone. Gli interpreti dell’Opera sono: Yusif Eyvazov, Anna Netrebko e Luca Salsi.

I quadri dell’Opera sono quattro. Ricordiamo che “L’Andrea Chénier” è uno dei titoli più importanti del repertorio verista rappresentato al Teatro alla Scala per l’ultima volta nel 1985.

La trama dell’opera di Umberto Giordano è incentrata sulla vita di Andrea Chénier, poeta che fu ghigliottinato dalla rivoluzione francese a soli 31 anni. Si tratta di un dramma storico che si snoda tra intrighi amorosi e politici.

L’Andrea Chénier” si svolge in quattro quadri

Nel primo siamo alla vigilia della Rivoluzione francese, e la nobiltà incurante di quanto sta per accadere conduce la solita vita tra lussi e sfarzo continuo.

Nel secondo quadro siamo a Parigi all’epoca del terrore e Andrea Chénier è sospettato dal governo rivoluzionario. Viene così sorvegliato mentre si innamora di lui la contessina Maddalena che ha perduto la madre uccisa dai rivoluzionari ed è costretta a vivere nascosta. La nobile Maddalena riesce ad incontrare Andrea Chénier che quasi non riconosce l’amica di un tempo in quanto ha perso tutta la propria alterigia.

Nel terzo quadro siamo nella prima sezione del tribunale rivoluzionario. Chénier e accusato di tradimento e Maddalena offre sé stessa in cambio della vita dell’amato. Questo gesto commuove chi ha in mano la vita del poeta che ritratta la sua denuncia e difende Chénier in tribunale. Ma non basta per evitare la condanna a morte.

Nel quarto quadro siamo nelle prigioni di San Lazzaro. Maddalena corrompe il carceriere perché le consenta di sostituirsi ad un’altra prigioniera, una madre condannata alla pena capitale. Così Chénier e Maddalena vanno incontro con dignità al loro drammatico destino.

Ricordiamo che l’opera lirica ha avuto una anteprima per gli under 30. Quasi duemila ragazzi sono stati spettatori del dramma.

Un’ultima curiosità: i biglietti hanno dei prezzi che oscillano tra i 2500 euro della platea e i 50 della galleria.

Prima della Scala: dove vederla

Oltre alla diretta TV in onda su Rai 1, l’Opera è visibile anche in streaming su Raiplay. Inoltre sono ben 27 i luoghi di Milano dove sarà diffusa l’opera inaugurale della stagione Scaligera.



0 Replies to “Prima della Scala 2017/2018 Andrea Chénier anticipazioni e ospiti”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*