logo


La musica di Rai3 con Beethoven e Schumann

- Scritto da 
Valcuha Juraj dirige l'Orchestra della Rai di Torino

 

Nuovo appuntamento con la Musica di Rai3, il 23 luglio prossimo in seconda serata: l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, sotto la guida del bravissimo direttore slovacco Juraj Valcuha (in questi giorni dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera a Caracalla, nella “Turandot” di Puccini), eseguirà nell’Auditorium torinese la bellissima e molto eseguita ouverture “Coriolano” di Ludwig van Beethoven, oltre al “Concerto per violino e orchestra in re minore opera postuma” di Robert Schumann.

“Coriolano ouverture in do minore op.62” (1807) fu concepito non come un’ouverture, ma come intermezzo dell’opera omonima dell’austriaco Heinrich von Collin, ed ebbe una prima esecuzione nell’abitazione privata del principe Lobkovitz, insieme col Quarto Concerto per pianoforte e la Quinta Sinfonia di Beethoven. Infatti “Coriolano” partecipa della temperie eroica e tragica di quella  celeberrima Sinfonia. La vicenda in parte mitica riferisce del condottiero romano dell’inizio del secolo V avanti Cristo, vincitore dei Volsci a Corioli, esponente del patriziato e fieramente avverso al partito popolare, che passò per questo alla parte opposta, marciando contro Roma. Al V miglio dalla capitale, stando allo storico Livio, egli fu fermato dalle implorazioni della madre Veturia e della moglie Volumnia coi bambini, deponendo finalmente le armi.

L’ouverture beethoveniana parte da un potente  accordo iniziale e da un tema fortemente ritmico, espressivo della determinazione di Coriolano, cui poi succede un delicato tema melodico riferito alla presenza della sposa e della madre: l’intero brano, dalle ripetute connotazioni tragiche ed eroiche, si concentra sull’evoluzione dei due temi e si chiude in pianissimo. Quanto al “Concerto per violino e orchestra in re minore opera postuma” di Robert Schumann, affidato all’archetto della giovane e talentuosa tedesca Isabel Faust, occorre dire che si tratta di una scelta molto particolare. L’opera di Schumann è la seconda delle due uniche che egli volle dedicare allo strumento, che dominava meno del pianoforte: entrambe furono create nel 1853, nel momento in cui egli era a contatto col rinomato violinista Joseph Joachim, allora alla Corte di Hannover, cui Schumann dedicò il secondo concerto.

Ma Joachim non lo eseguì mai, probabilmente non convinto della stesura per la parte solistica - come ebbe a dire in seguito alla moglie di Schumann, Clara Wick, la partitura rivelava incongruenze compositive, momenti di fluida e scorrevole scrittura ad altri più rigidi e monotoni. Il concerto ebbe anche una prova nel 1854, ma  Schumann ebbe subito un peggioramento psichico ed il noto tentativo di suicidio, in seguito al quale vi fu il definitivo suo internamento ospedaliero, e  nel 1856 la morte.

Il secondo concerto per violino rimase inedito, ma i manoscritti passarono a Joachim. L’insistenza di una nipote del violinista condusse alla pubblicazione della partitura, sinchè nel 1937, anche per motivi politici e per l’orgoglio della Germania, l’opera pervenne ai Berliner  Philarmoniker che – diretti dal grande Karl Böhm - lo eseguirono col solista Georg Kulenkampff. Oggi ad eseguirlo sarà la bella Isabel Faust, la cui carriera iniziò con la vittoria al Concorso Paganini, che le consentì di specializzarsi sui compositori  contemporanei: ella suona uno Stradivari ‘Bella Addormentata’ del 1704 prestato dalla Banca di Baden-Württemberg e forse restituirà a Schumann sul suo Concerto per violino in re minore quella soddisfazione che in vita il compositore non ebbe.

Qui La musica di Rai3 con Beatrice Rana.

Ultima modifica Mercoledì, 22 Luglio 2015 15:16
Paola Pariset.

Giornalista, specializzata nell'ambito dell'arte della musica, della danza e non solo.

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

"Da Venezia è tutto" con Concita De Gregorio su Rai 3 dal 30…

05-08-2017 Informazione Massimo Luciani

Anche quest'anno la Rai dedica una particolare attenzione alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia giunta quest'anno alla 74esima edizione...

Vai alla news

"Selection day" e "Again" ecco le 2 serie prodotte…

05-08-2017 Soap e serie tv Riccardo Chiaravalli

 Il gigante dello streaming online a livello mondiale Netflix, ha recentemente annunciato la produzione di due serie originali made in...

Vai alla news

Patrizio Rispo: "In 20 anni di Un posto al Sole ho suonato tutte …

06-08-2017 Interviste Alessandro De Benedictis

Dopo il nostro racconto della giornata sul set di Un posto al sole e le interviste a Luca Ward e...

Vai alla news

"The Last Tycoon" dal 28 luglio su Amazon

28-07-2017 Soap e serie tv Biagio Esposito

Dopo essere stato presentato in anteprima mondiale al Festival delle tv di Montecarlo lo scorso giugno, il serial "The Last...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo