Melaverde puntata 3 settembre in Valtellina e nel Cuneese


I luoghi dove si recano oggi i due conduttori on the road e le eccellenze agro alimentari che presentano al pubblico.


Questa mattina, domenica 3 settebre, alle 11,50, Canale 5 manda in onda il consueto appuntamento con Melaverde. Il programma che va alla ricerca delle eccellenze agroalimentari e delle realtà manageriali nelle zone extra urbane, è condotto, come al solito da Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding.

Oggi i due padroni di casa on the road sono in Valtellina per parlare del “bitto storico” e nel Cuneese, in particolare a Saluzzo per il Nergi, il baby kiwi.
Ecco, nei dettagli, il racconto di Melaverde di oggi domenica 3 settembre dalle 11.50.

Ellen Hidding è in Val Gerola (Sondrio) per Il Bitto Storico

Ellen Hidding ci parlerà di un formaggio che riesce a stagionare più di dieci anni.Un formaggio che nasce esclusivamente in alpeggio, dalla lavorazione a caldo del latte. Un latte bovino arricchito con il latte prodotto dalla particolare capra della Val Gerola . Questo formaggio è il Bitto Storico. Il Bitto nasce da un procedimento di lavorazione unico, rimasto lo stesso da 2500 anni, da quando i popoli celtici pascolavano sugli alpeggi i propri animali . In celtico la parola “bitu” era riferita a questi pascoli, o forse alla lunga conservabilità del formaggio che producevano. Voleva dire “perenne”.

Il prodotto di cui parliamo molto probabilmente prende il suo nome proprio da quella parola. Quella che vi raccontiamo, però, è anche la storia di poveri contadini che hanno saputo fare qualcosa di straordinario, un prodotto conosciuto oggi a livello internazionale. Gente che ha resistito in montagna proprio perché sapeva fare questo formaggio ed oggi ne sta raccogliendo i frutti. E’ la storia di un altro talento tutto italiano. Una delle sue caratteristiche è di poter essere ancora prodotto all’interno dei “Calècc”, delle piccole stazioni di lavorazione itineranti, fatte di pietra, disseminate sugli alpeggi.

Il critico gastronomico Edoardo Raspelli è a Saluzzo (Cuneo ) per il Baby Kiwi.

Questa settimana Edoardo Raspelli raggiunge di nuovo la campagna che circonda Saluzzo (Cuneo) in una delle zone italiane storicamente dedita alla frutticoltura dove si coltivano mele rosse, pere, pesche e molti altri frutti tra i quali il kiwi che da anni costituisce un’importantissima risorsa per l’agricoltura locale. Recentemente un’organizzazione di agricoltori si è posta l’obiettivo di cercare un nuovo frutto che potesse crescere in questo territorio, creare un nuovo mercato e portare nelle case degli italiani qualcosa di gustoso, salutare e nuovo. C’è voluto qualche anno, molta ricerca e sperimentazione e oggi, grazie a questi agricoltori è arrivato in Italia il Nergi, un baby kiwi che Raspelli ci farà conoscere. Scopriremo la sua origine, vedremo il modo in cui viene coltivato e curato durante la sua maturazione, fino alla raccolta che avviene rigorosamente a mano.

Seguiremo poi il trasporto in cassette fino al loro ingresso in celle frigorifere dove questi piccoli frutti maturano e affinano al fresco, raggiungendo così il dolce sapore che li rende apprezzati anche dai più piccoli. Non mancheranno consigli per poter gustare ed abbinare al meglio questa golosa novità che, oltre ad avere un sapore molto gradevole, racchiude moltissimi elementi e proprietà benefiche per il nostro organismo.



0 Replies to “Melaverde puntata 3 settembre in Valtellina e nel Cuneese”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*