Pippo Baudo: “potrei rifare Domenica in ma con un’altra formula”


Le dichiarazioni di Baudo al programma Un giorno da pecora a proposito del suo futuro in Rai.


 Pippo Baudo ha compiuto 81 anni oggi, 7 giugno. Ma con la forza e la grinta che ne hanno sempre contraddistito la personalità, è già proiettato verso il futuro professionale. In un intervento telefonico nel programma di Rai1 Un giorno da pecora, il super conduttore e uomo simbolo della Rai, ha spiegato che potrebbe anche essere disposto a prendere in mano le redini della Domenica in 2017/2018. Naturalmente con una formula differente più aperta al mondo giovanile. 

 Baudo ha detto di essere a conoscenza dei rumours che si rincorrono negli ultimi giorni: Cristina Parodi sarebbe una delle conduttrici più accreditate a prendere il suo posto nella nuova edizione del contenitore festivo di Rai1. Sarebbe un cambiamento rispetto al passato per un programma che deve rinnovarsi di anno in anno, ha fatto notare Baudo che ha gestito Domenica in nel quarantennale del suo esordio in video nel lontano 1986 quando a condurre c’era Corrado Mantoni.

Ai due conduttori Giorgio Lauro e Geppy Cucciari che dal programma Un giorno da pecora gli hanno fatto gli auguri di buon compleanno, Pippo Baudo ha manifestato ancora una volta il suo forte legame con l’azienda televisiva pubblica.

parodi vita in diretta

Ed a proposito di personaggi come Massimo Giletti e Fabio Fazio per i quali da tempo si parla di un’uscita da viale Mazzini, Baudo ha detto: “non solo Giletti, ma anche molti altri alla fine di ogni scadenza contrattuale fanno intendere di voler lasciare la Rai. Poi però tornano all’ovile perchè sono bravi ed hanno espresso il meglio proprio nelle trasmissioni targate Rai”.

“Dispiacerebbe perdere professionisti come loro” ha aggiunto Baudo dando anche un consiglio: “a Fabio Fabio suggerirei di aspettare a prendere qualsiasi decisione. Tra poco la situazione alla Rai sarà risolta e alla luce di quanto sarà emerso, potranno serenamente decidere il proprio futuro”.

Baudo si riferiva alla nomina del nuovo direttore generale che doveva essere in calendario per giovedì 8 giugno ed invece è slittata a venerdì. Solo dopo aver stabilito il successore di Antonio Campo Dall’Orto, si potrà decidere sul tetto dei 240 mila euro per gli artisti e si potranno sbloccare i palinsesti per la prossima stagione.

A proposito di palinsesti: se davvero Cristina Parodi dovesse trasferirsi alla conduzione di Domenica in, il suo posto accanto a Marco Liorni nella prossima edizione de La vita in diretta resterebbe vacante. Sempre voci di corridoio vorrebbero la presenza di Eleonora Daniele che da Storie vere si trasferirebbe al contenitore pomeridiano di Rai1.



0 Replies to “Pippo Baudo: “potrei rifare Domenica in ma con un’altra formula””

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*