Domenica Live: la D’Urso cavalca ancora le liti del GF Vip 2


La domenica pomeriggio di Canale 5 punta ancora sulle dinamiche e sui pettegolezzi provenienti dalla casa del GF Vip. Barbara D'Urso vi ha dedicato gran parte del programma.


La puntata di Domenica Live in onda il 22 ottobre, ha dato molto spazio alle dinamiche provenienti dalla casa chiusa di Cinecittà. Qui i concorrenti del Grande Fratello Vip 2 stanno creando liti, polemiche, incomprensioni, antipatie che si ripercuotono anche all’esterno. Tutto questo grazie ai partecipanti che sono usciti e ripropongono le dinamiche della casa all’interno dei contenitori non solo di Barbara D’Urso ma anche di Federica Panicucci e Silvia Toffanin.

Nella puntata di oggi sono intervenuti in studio “i tre anziani” del GF Vip 2: Marco Predolin, Simona Izzo e Carmen Di Pietro. Hanno riversato nello studio da cui va in onda il programma una serie di intrallazzi, diatribe e di gossip sfrenato che hanno tenuto banco dalle 14:00 in poi e, salvo un breve intermezzo, per tornate a riesplodere nella seconda parte. Barbara D’Urso ha cavalcato naturalmente la separazione di Luca Onestini e di Soleil Stasi Sorge.

Inoltre c’è stata anche Serena Grandi con il figlio a rinfocolare tutte le accuse contro Corinne Cléry che attualmente è nella casa di Cinecittà dove è entrata lo scorso lunedì. Il fine degli autori era proprio questo: creare curiosità voyeuristica nei telespettatori rievocando anche episodi molto intimi e delicati nella vita di Serena Grandi, di Corinne Cléry e dell’uomo che ambedue hanno amato, ovvero il produttore Beppe Ercole.
Non è la prima volta che l’attrice e il figlio sono ospiti di Barbara d’Urso per contestare a Corinne Cléry affermazioni ritenute inesatte pronunciate proprio dalla stessa Clèry.


Il copione si è ripetuto anche in questa puntata con una serie di accuse lanciate da Serena Grandi contro le affermazioni fatte dalla reclusa all’interno della casa di Cinecittà.
Dal contenitore festivo di Canale 5 è sparita completamente la parte dedicata all’attualità e alla politica che andava in onda ad inizio puntata. Infatti è già la seconda settimana che Barbara D’Urso apre il contenitore con le dinamiche del Grande Fratello Vip. Tutto questo per contrastare la concorrente “Domenica In che inizia alle 14:00 senza più la presenza de “L’Arena” di Massimo Giletti.
Il resto del contenitore ha avuto come protagonisti Laura Freddi, il presunto figlio segreto di Julio Iglesias, Javier Sanchez, e l’ex compagno di Lory Del Santo, Silvio Sardi che non si era fatto più vedere neanche dal figlio per oltre 25 anni.
Ma il piatto forte della puntata, oltre il GF Vip 2, è stato il matrimonio in diretta di Andrea Roncato. L’attore dopo 4 anni ha sposato la compagna Nicole e lo ha fatto all’interno del contenitore festivo di Canale 5 che ha seguito tutta la cerimonia, celebrata con rito civile, ed ha intervistato molti degli ospiti VIP intervenuti.
Un’ultima osservazione: è alquanto deprimente constatare la presenza al tavolo della discussione delle polemiche trash sul Grande Fratello Vip, di personaggi come Alessandro Cecchi Paone e Lirio Abbate. Man mano Barbara D’Urso sta portando alla sua corte protagonisti insospettabili che si concedono ad argomentare su tematiche molto trash.
E pensare che solo 17 anni fa Cecchi Paone aveva polemizzato durante la premiazione del Gran Premio internazionale della TV (ovvero i Telegatti) perché il riconoscimento era stato assegnato al Grande Fratello nella categoria costume e cultura. Allora Cecchi Paone era conduttore de “La macchina del tempo” in nomination insieme a “Superquark” nella medesima categoria. Cecchi Paone destò l’attenzione dei massmedia per la sua violenta protesta e, tra gli altri, Pippo Baudo intervenne in sua difesa.



0 Replies to “Domenica Live: la D’Urso cavalca ancora le liti del GF Vip 2”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*