Il Musichione: cronaca della sesta e ultima puntata


Il resoconto dell'ultima puntata del programma di Elio e le Storie Tese


Sesto ed ultimo appuntamento con “Il Musichione” di Elio e le Storie Tese. Il quiz della seconda serata di Rai2 inizia questa volta alle 23:45, quasi un’ora dopo rispetto alla messa in onda della prima puntata.

In apertura troviamo gli Elii in versione talebani mentre tengono in ostaggio un dipendente Rai per chiedere che il programma venga trasmesso con un quarto d’ora d’anticipo. Forse anche loro sono infastiditi da questa collocazione in seconda serata più che avanzata? 

 

Subito dopo viene eseguita per l’ultima volta la sigla della trasmissione. Entrano in studio i concorrenti: Sergio Antibiotice, il personaggio nato durante la terza puntata de “Il Musichione” e interpretato da Rocco Tanica, ed Eugenio Finardi. Anche per loro sono state preparate le ironiche schede biografiche. 

 

Grande assente di oggi è la ruota, la stessa che nelle scorse settimane era sempre rotta. Viene mandato in onda un filmato in cui Tito Stagno (giornalista e volto storico della televisione italiana) parla della sparizione della ruota e di come essa abbia invaso altri programmi Rai. 

 

Il primo gioco del quiz è “la domanda diretta”, posta a Finardi e riguardante l’acconciatura di Antibiotice. All’improvviso a bordo palco il resto degli Elii discute e ricorda la bellezza degli anni ’70 esprimendo il desiderio di risentire suonare gli Area, ed ecco che il complesso si materializza sul palco e suona insieme a loro Luglio, agosto, settembre (nero). Erano vent’anni che gli Area non tornavano in Rai.

 

E’ poi il momento del breve collegamento con Rocco Tanica che anticipa l’ospite dell’intervista: Paola Cortellesi. Al termine viene mostrato il video dei gadget del programma. 

Di nuovo musica, questa volta con Eugenio Finardi che propone Extraterrestre in duetto con l’astronauta Luca Parmitano in collegamento da Houston. Tito Stagno entra in scena per porre alcune domande a Parmitano.

 

Si torna da Rocco Tanica per l’intervista alla Cortellesi, a cui viene chiesta una dimostrazione della sua versatilità di attrice. Questo è solo l’inizio di una serie di domande molto bizzarre, prima tra tutte quella riguardante il cambio di sesso avvenuto a metà anni ’90. 

 

Esibizione corale degli Elii, gli Area e Paola Folli, già vista settimana scorsa come ospite musicale, a cui si aggiunge Finardi. Il brano proposto è I’m A Man dei Chicago.

 

Si passa al gioco “musica dagli abissi”. Nella vasca anche questa settimana c’è Umberto Pellizzari e viene reso noto che Mangoni è finito sul banco della pescheria. Il brano cantato dall’apneista è Albachiara di Vasco Rossi ed è Sergio Antibiotice a riconoscerlo.

 

Chi sperava di essere graziato almeno per la puntata finale si sbagliava: anche questa volta infatti viene trasmesso un video sugli imitatori di Celentano. Subito dopo per fortuna si torna a dare spazio alla musica con Eugenio Finardi che canta Diesel.

 

Il gioco continua con “la canzone al contrario”, indovinata da Sergio Antibiotice: si tratta di Radio Ga Ga dei Queen. A seguire la seconda parte dell’intervista di Rocco Tanica alla Cortellesi, della cui carriera si ripercorrono alcune tappe sempre in maniera bizzarra.

 

Come gli Area è il brano eseguito subito dopo da Elio e le Storie Tese e Paola Folli. Ritorna Tito Stagno per fare la telecronaca della sfida finale tra i due concorrenti. Prima però c’è spazio per un’esibizione del chitarrista Franco Cerri sulle note di Corcovado. Finardi e Antibiotice devono indovinare chi ha eseguito il pezzo (Cerri appunto). A differenza delle altre puntate viene mostrata la fine della gara, vinta da Sergio Antibiotice, e a seguire va in onda la consueta fiction “Zombie Forever”.

 

Si conclude così l’esperimento televisivo di Elio e le Storie Tese che in questo finale di edizione hanno riservato – finalmente maggior spazio alla musica.

 



0 Replies to “Il Musichione: cronaca della sesta e ultima puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*