Amici 13: i nostri giudizi sul quarto serale


Le valutazioni delle performance canore della quarta puntata serale di "Amici"


Nella serata del sabato santo va in onda su Canale5 la quarta puntata del serale di “Amici”. Ecco le nostre valutazioni sulle esibizioni canore viste durante la gara. 

 

 

Per la prima prova Moreno, coach dei bianchi, schiera Paolo e Deborah con Emma Marrone. I brani proposti sono Calore, Cercavo amore e Amami. Esibizione piena di grinta e tecnicamente i due concorrenti superano la prova. Miguel Bosé ribatte con Alessio e Giada che cantano insieme a Marco Mengoni In un giorno qualunque, Pronto a correre, e L’essenziale. Facile sparire accanto all’artista di Ronciglione e come se non bastasse Alessio mostra in diversi passaggi di essere fuori tempo.

 

Nel secondo confronto scende in campo Nick (blu) con Sway per rispondere all’esibizione di ballo dei bianchi. La canzone portata al successo da Dean Martin manca nella resa del giovane di quel pizzico di mascolina sensualità che le appartiene.

 

Torna in scena nuovamente Deborah (bianchi) per eseguire Anche un uomo di Mina in maniera pressoché impeccabile. Come però sottolinea Bosé alla giovane manca la maturità necessaria per rendere credibile la sua interpretazione. 

 

Nella quarta prova i Carboidrati (bianchi) propongono Dormi e sogna degli Avion Travel. Ciò che li distingue da gran parte dei cantanti di questa edizione è il fatto di avere carattere. Certamente devono continuare a lavorare e migliorare ma l’ingrediente principale lo hanno già. Per i blu troviamo i Dear Jack che si cimentano in una versione fresca e appassionata di Pensiero dei Pooh. La prima manche viene vinta dai blu; gli eliminati sono – ingiustamente i Carboidrati.

 

La gara riprende con Paolo (bianchi) che annienta Moves Like Jagger dei Maroon 5. Un’interpretazione che farebbe svuotare la pista da ballo in un batter d’occhio: completamente assenti il divertimento, il brio e l’energia. E non sono certo due “Come on” urlati a caso a risollevare la situazione.

 

Seconda prova: duetto tra Deborah e il suo direttore artistico Moreno sulle note di Sempre sarai. Il rapper, infervorato per la sconfitta appena subita, non si risparmia, a differenza della giovane che appare piuttosto piatta nella sua esecuzione. Intensa e convincente invece la performance di Giada che porta sul palco E non finisce mica il cielo di Mia Martini.

 

Si prosegue con Nick (blu) che ha l’onore di cantare con il tenore Placido Domingo What A Wonderful World, un classico reso celebre da Louis Armstrong, e Bésame mucho. Nick resta comprensibilmente un po’ nell’ombra ma tiene bene il palco.

 

Moreno schiera di nuovo Deborah, chiamata ad esibirsi su I Have Nothing di Whitney Houston. Quando può esibire la sua estensione vocale si sente più sicura, peccato che l’impressione sia quella di un esercizio stilistico e niente più.

 

Per l’ultima prova Miguel Bosé sceglie i Dear Jack che propongono il loro inedito Domani è un altro film, brano decisamente nel loro stile. La seconda manche viene vinta dai bianchi, e l’eliminato è, anche questa volta immeritatamente, Oscar.

 

Appuntamento a sabato prossimo per la quinta puntata di “Amici”, alle ore 21 su Canale5.

La cronaca della puntata la trovate qui



0 Replies to “Amici 13: i nostri giudizi sul quarto serale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*