Connect with us

Cultura - programmi culturali in TV

Firenze e gli Uffizi 3D/4K, Sugar firma la sigla del film di Sky Arte

Il film è prodotto da Sky Arte ed è realizzato con le nuove tecnologie

Pubblicato

il

Il film è prodotto da Sky Arte ed è realizzato con le nuove tecnologie
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La colonna sonora originale ideata sulle immagini del film rappresenta un elemento chiave della narrazione.  Le musiche si sviluppano attorno ad un Main Theme affidato al violoncello solo, con variazioni in cui emerge il violino.

{module Google ads}

In una generale atmosfera maestosa ed epica, si distinguono a volte momenti elegiaci, come per la Nascita di Venere, altre volte emozioni viscerali, come per il David.

Altri temi e reprise accompagnano gli interventi di Lorenzo il Magnifico (Simon Merrells), nonché i monumenti e le opere più significative: Il Duomo, gli Uffizi, Palazzo Medici, la Fontana di Nettuno, la Cavalcata dei Magi, la Primavera, l’Annunciazione di Leonardo, i Duchi di Urbino, le Medusa.

“Realizzare le musiche per “Firenze e gli Uffizi in 3D/4k” è stato un meraviglioso privilegio – ha dichiarato Matteo Curallo – Lavorare una colonna sonora significa creare un lavoro su misura e artigianale, per cui capita di passare molto tempo su pochi fotogrammi; in questo caso per me è stata come una lunga contemplazione tra i dettagli di capolavori assoluti. Pur nel profondo rispetto per queste opere immortali, la scelta generale, condivisa con regia e produzione, è stata quella di valorizzare un apporto musicale emotivo con un linguaggio “contemporaneo”, per sottolineare la vita potente che quelle opere continuano a sprigionare.”

Il film, esordirà in première mondiale al cinema in Italia il 3-4-5 novembre in 3D e 4K (elenco delle sale su www.nexodigital.it e trailer https://youtu.be/qtlsofddYb4), per essere poi distribuito nei cinema di tutto il mondo da Nexo Digital.

‘Firenze e gli Uffizi 3D/4K’ è un viaggio multidimensionale e multisensoriale nel Rinascimento Fiorentino attraverso le sue bellezze più rappresentative. A parlare sono le opere stesse la cui straordinaria potenza è esaltata dalla visione in tre dimensioni, mentre la narrazione emotiva è affidata a Simon Merrells (noto al pubblico per l’interpretazione di Crasso nella serie tv Spartacus) che, nel ruolo di Lorenzo il Magnifico, conduce lo spettatore attraverso i ricordi della ‘sua’ Firenze, in un incessante dialogo tra passato e presente. Il film attraversa i luoghi simbolo del museo a cielo aperto che è la città di Firenze con oltre 10 location museali e 150 opere d’arte mostrate su grande schermo. Dalla Cappella Brancacci (con gli affreschi di Masolino e Masaccio, emblema del passaggio da Medioevo a Rinascimento) al Museo del Bargello che ospita il David di Donatello; da S. Maria del Fiore con le sue sfavillanti vetrate e la Cupola del Brunelleschi a Palazzo Medici; da Piazza della Signoria a Palazzo Vecchio sino alla Galleria dell’Accademia, che custodisce il David di Michelangelo. Senza dimenticare un excursus all’interno della Galleria degli Uffizi, cuore pulsante del film, con i suoi artisti di ogni tempo e le sue opere simbolo, tra cui l’attesa Adorazione dei Magi di Leonardo, assente dalla Galleria per restauro dal 2011.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cultura - programmi culturali in TV

Carla film diretta conferenza stampa, Beppe Menegatti: Carla oggi avrebbe pianto di gioia

Incontro con i protagonisti del film autobiografico dedicato a Carla Fracci e alla sua vita da sogno.

Pubblicato

il

Carla film conferenza stampa diretta cover
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Carla film conferenza stampa: alle 12,30 di mercoledì 27 ottobre prenderà il via direttamente dal Teatro alla Scala di Milano la conferenza stampa per la presentazione della pellicola cinematografica in omaggio alla celebre ballerina e che andrà in onda il 5 dicembre su Rai 1, in prima serata. Ma prima sarà al cinema nei giorni 8,9 e 10 novembre.

Carla Film conferenza stampa diretta Alessandra Mastronardi

Carla film: protagonisti, regia, location

Primo film autobiografico dedicato all’étoile Carla Fracci, scomparsa lo scorso 27 maggio a causa di un male incurabile. La narrazione è ispirato all’autobiografia Passo dopo passo- La mia storiaLa ballerina aveva seguito in prima persona le fasi di realizzazione della pellicola.

Carla film tv sarà al cinema l’8 il 9 ed il 10 novembre, per poi approdare successivamente su Rai 1. La regia è di Emanuele Imbucci. Carla Fracci è Alessandra Mastronardi, mentre  Stefano Rossi Giordani è Giuseppe Menegatti.

Paola Lavini e Léo Dussollier sono  rispettivamente Maria Callas e Rudolf Nureev. Le riprese del film si sono svolte tra Roma, Lubriano, Milano, dove appare il Teatro la Scala, Orvieto. Il film è prodotto da Rai Fiction-Anele.

Il liveblogging della conferenza stampa del film-tv su Carla Fracci è visibile sul sito ufficiale del Teatro alla Scala, e sulle pagine  Youtube e Facebook.

Carla film conferenza stampa diretta: le dichiarazioni dei protagonisti

Carla Film conferenza stampa Carla Fracci e Alessandra Mastronardi sul palco del TEatro alla Scala

Dal ridotto dei palchi A. Toscanini del Teatro alla Scala di Milano prende il via la conferenza stampa ‘Carla’ alle 12,40. Si saluta Beppe Menegatti e Luisa Casadei. Si passa alla presentazione del parterre che andrà ad illustrare Carla film tv.

Maria Pia Ammmirati: responsabile Rai Fiction: “La vitalità la forza e l’iconicità si vede in questa rappresentazione” ed ancora “il film è una vera e propria vita vissuta. 50 su un palcoscenico mondiale. Si vedrà la ricostruzione che ha colto la vita di Carla, non solo l’artista”.

Carla artista, donna e madre. Lei è riuscita a fondere queste tre elementi che specialmente nella danza non sono così scontati. La Ammirati prosegue dicendo: “centinaia di ragazze hanno poi danzato con il mito di Carla, perché Carla è un mito“.

La produttrice Giorgianni:Carla ci insegna che occorre impegnarsi tanto, mi disse:” Lo sa che questa è la prima volta che salgo su un palco e non ballo?“.

Carla film conferenza stampa diretta i protagonisti

Alessandra Mastronardi: “Grande emozioni indossare le scarpette di danza classica. Subito quando si è parlato di questo progetto la responsabilità è arrivata immediata. Per me qualsiasi cosa che ho fatto l’ho fatto per lei, e il rammarico è che lei non lo abbia potuto vedere“.

Prosegue il racconto di Alessandra Mastronardi: “Questa magia di Carla è dovuta anche dal connubio con Beppe Melegatti. Di Carla non abbiamo visto le sue lacrime, le sue ferite sui piedi. Ed è questo quello che abbiamo voluto portare in video. Un onore ed anche una grande responsabilità“.

Il regista Emanuele Imbucci: “Governare la vita di Carla Fracci e Beppe Menegatti è stata la prima sfida“. Si è cercato di portare in scena le emozioni. La narrazione di una vita che è iniziata nella campagna. E la cosa che più emoziona è la luce e l’incanto con cui Carla Fracci ha sempre guardato al suo passato.

E’ un film che omaggia la memoria, ma racconta la vita. Raccontando quindi anche quello che c’è prima dell’apertura del sipario“.

Carla conferenza stampa diretta: le domande della stampa

Carla film conferenza stampa Alessandra Mastronard

Si chiedono maggiori informazioni su Carla bambina, interpretata da Elisa Proietti. “Il cast delle bambine è stato complicato. Siamo partiti dall’attitudine alla danza e dal carattere. La prescelta, Elisa Proietti, ha piglio, ha avuto un momento di esitazione prima di andare in scena. Quindi selezione tecnica ma anche delle emozioni”.

Per le selezioni per le bambine sono state visionate più di 400 aspiranti.

Come sono stati i rapporti tra Mastronardi e Fracci e quali consigli le ha dato? domanda Marida Caterini: risponde Mastronardi:”Incontri via zoom, le chiesi che tipo di messaggio volesse uscisse dal film e la risposta di Carla fu la forza degli esercizi e dell’impegno“.

Alessandra Mastronardi ha raccontato delle difficoltà tecniche riscontrate non avendo mai danzato. Grazie a continui esercizi e grande impegno si è riusciti a colmare il gap. A Menegatti viene chiesto se ha ritrovato la moglie nella fiction.

Beppe Menegatti e le parole su Carla Fracci

Beppe Menegatti: “Voglio ringraziare tutti senza fare commenti. Fare questa riunione davanti al busto di Puccini è una idea geniale. La prima opera di Puccini è lo stesso identico soggetto di Gisele. E Puccini dà l’avallo a questa riunione straordinaria. Sono felice soprattutto per Carla, perché avrebbe pianto di gioia“.

La distribuzione internazionale del film grazie a Raicom, forse porterà il film anche a Dubai. Si punterà quindi alla distribuzione internazionale anche per seguire le orme di Carla che ha calcato le scene internazionali.

Mastronardi su disciplina e regole

Sulla preparazione fisica di Alessandra Mastronardi per interpretare il ruolo di Carla Fracci. L’attrice torna a sottolineare la grande forza di Carla nel coniugare l’artista e la maternità. Una cosa non facile per una ballerina. “Non sono particolarmente incline alle regole, ma mi rendo conto che sono necessarie. La disciplina che ti dà la danza classica è una filosofia di vita. C’è una serietà di fondo richiesta, un forza fisica ed anche psicologica nella quotidianità, come se la danza diventasse un tutt’uno con la realtà di tutti i giorni. Dopo questo film-tv stimo ancora di più i ballerini di danza classica”.

Si parla della Bulnes e della illuminazione avuta nell’aver riconosciuto il talento di Carla Fracci. Ha messo a dura prova quelli che possono essere dei rapporti difficili ma che poi hanno portato ad un grande legame.

Euridice Axen è l’insegnante di danza della protagonista: “Era una donna illuminata, che ha riconosciuto un talento ed ha voluto aiutarlo affinché fosse visibile a tutti. Si è dedicata tantissimo ad esaltare la signora Fracci. Ha visto la rivalità anche di classe tra Carla e Paola e l’ha voluta immediatamente azzerare, affinché Carla si confrontasse con le difficoltà del mondo e nascesse un’amicizia“.

Si conclude la conferenza stampa con i ringraziamenti a Menegatti, al cast, alla produzione e al regista.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Cultura - programmi culturali in TV

Elisabetta Regina d’Inghilterra: l’opera di Gioacchino Rossini in prima visione su Rai 5

Per il Rossini Opera Festival, Rai 5 trasmette l'opera è ambientata nell'Inghilterra degli anni 50.

Pubblicato

il

Elisabetta Regina d'Inghilterra Rai 5
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Rai 5 propone questa sera giovedì 30 settembre in prima visione televisiva e in prime time l’opera Elisabetta Regina d’Inghilterra di Gioacchino Rossini.

Elisabetta Regina d'Inghilterra Rai 5 cast

Elisabetta Regina d’Inghilterra Rai 5 – regia e cast

Realizzato da Rai Cultura, lo spettacolo è andato in scena lo scorso agosto al Rossini Opera Festival di Pesaro ed è firmato Davide Livermore.

Le scene sono di Giò Forma, i costumi sono stati realizzati da Gianluca Falaschi, le luci da Nicolas Bovey. A dirigere l’Orchestra sinfonica nazionale della Rai è il maestro Evelino Pidò che dirige anche il coro del teatro Ventidio Basso.

La regia televisiva invece è affidata a Claudia De Toma.

Nel cast, nel ruolo dei protagonisti, ci sono: Karine Deshayes, Sergey Romanovsky, Salome Jicia, Marta Pluda, Barry Banks, Valentino Buzza.

Elisabetta Regina d'Inghilterra Rai 5 libretto

La prima rappresentazione

Elisabetta Regina d’Inghilterra è un dramma in due atti sul libretto di Giovanni Schmidt e fu rappresentata al Teatro San Carlo di Napoli il 4 ottobre 1815.

Il soggetto è tratto da un omonimo dramma di Carlo Federici, tratto a sua volta dal romanzo The Recess di Sophia Lee. Gioacchino Rossini diresse quest’opera nel maggio del 1822 a Vienna. L’azione si svolgeva a Londra durante il regno di Elisabetta I d’Inghilterra. Nella versione del Rossini Opera festival, l’opera è ambientata nell’Inghilterra degli anni 50 e ricorda le atmosfere della serie televisiva The Crown.

L’opera andò ripetutamente in scena al Teatro San Carlo e nel corso di pochissimi anni riuscì a raggiungere gran parte delle più importanti piazze operistiche italiane e straniere. Ebbe un grande successo a Milano, Venezia, Londra, Vienna, Parigi e Dresda solo per citarne alcune.

Elisabetta Regina d'Inghilterra Rai 5 trama

Elisabetta Regina d’Inghilterra Rai 5 – trama

L’opera inizia con i nobili inglesi che attendono il ritorno trionfale del generale Leicester, favorito della Regina Elisabetta e vincitore sull’esercito scozzese. Non tutti però sono felici di questo rientro. Tra questi ultimi c’è il nobile Norfolc invidioso del successo del rivale.

Il generale Leicester dopo aver ricevuto gli onori da Elisabetta introduce i prigionieri scozzesi, tra cui si scorge Matilde ed Enrico, ovvero i figli di Maria Stuarda, nemica acerrima di Elisabetta.

La regina dopo aver scoperto il tradimento di Leicester, sposato in segreto con Matilde, ordina l’arresto dei tre. Comunque decide di mostrarsi magnanima qualora Matilde accettasse di divorziare da Leicester. La giovane rifiuta e la regina si infuria ancora di più e fa arrestare Leicester, Matilde ed Enrico.

Alla fine si scopre che il vero traditore non è Leicester ma Norfolc e la regina allora condanna a morte il traditore e riabilita il suo favorito che doveva subire la pena capitale.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Cultura - programmi culturali in TV

Cavalleria Rusticana, Pagliacci, Aida con Pippo Baudo e Antonio Di Bella su Rai 3

Tutte le notizie sulle tre opere raccontate per Rai 3 da Pippo Baudo e Antonio Di Bella.

Pubblicato

il

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Pippo Baudo e Antonio Di Bella raccontano su Rai 3, Cavalleria rusticana, Pagliacci e Aida,  tre titoli tra i più amati della storia del melodramma.  Accade nella magica atmosfera dell’Arena di Verona.

Cavalleria Rusticana, Pagliacci, Aida

Le tre opere sono realizzate da Rai Cultura e registrate per la messa in onda in prima serata su Rai3 nei mesi di luglio e agosto. Le tre nuove produzioni sono le prime in forma scenica per l’Arena di Verona dopo la pandemia, con le scenografie digitali di D-wok.

La novità è che saranno raccontate da due testimonial d’eccezione: Pippo Baudo e Antonio Di Bella. Sono loro ad accompagnare i telespettatori della terza rete diretta da Franco Di Mare, nella visione e nell’ascolto dei tre capolavori. Molte le grandi voci protagoniste.

La prima opera in programma è il capolavoro di Pietro Mascagni Cavalleria rusticana. Va in onda in prima tv su Rai3 martedì 27 luglio alle 21.20.

Sul podio c’è Marco Armiliato. Nel cast sono impegnati gli artisti Sonia Ganassi, Clarissa Leonardi, Murat Karahan, Amartuvshin Enkhbat e Agostina Smimmero. Le tradizioni popolari siciliane dell’opera sono restituite attraverso la proiezione di immagini del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, dai Musei Vaticani e  dalla Biblioteca Apostolica Vaticana. La regia tv è di Fabrizio Guttuso Alaimo. Il programma è in replica su Rai 5 mercoledì 15 settembre alle 21.15.

Si prosegue con Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, proposto in un allestimento che è un omaggio al grande cinema di Federico Fellini, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino e il Fellini Museum di Rimini.

Va in onda in prima tv martedì 3 agosto alle 21.20 su Rai 3. Sul podio ancora Marco Armiliato. Nel cast Marina Rebeka, Yusif Eyvazov, Amartuvshin Enkhbat, Riccardo Rados, Mario Cassi, Max René Cosotti e DArio Giorgelè. Regia tv di Fabrizio Guttuso Alaimo. Replica su Rai5 mercoledì 15 settembre alle 21.15.

L’Aida di Verdi

In chiusura il capolavoro di Giuseppe Verdi: Aida, titolo iconico per l’Arena di Verona, in programma in prima tv martedì 10 agosto alle 21.20. L’allestimento utilizza immagini del Museo Egizio di Torino per narrare l’antico Egitto. Sul podio è impegnato Diego Matheuz. Sul palco sono protagonisti Simon Lim, Anita Rachvelishvili, Angela Meade, Jorge de Leòn, Michele Pertusi, Luca Salsi, Riccardo Rados. Regia tv di Fabrizio Guttuso Alaimo. Replica su Rai 5 giovedì 16 settembre alle 21.15.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it