x

Connect with us

x

Cultura - programmi culturali in TV

Ulisse – Il piacere della scoperta | puntata 28 aprile | Elisabetta I, una donna al comando

Ulisse - Il piacere della scoperta | puntata 28 aprile | Elisabetta I, una donna al comando. Alberto Angela si occupa questa sera di una regina che ha dato una svolta importantissima al regno di Inghilterra e di Irlanda. Si parlerà anche del teatro elisabettiano e della fioritura culturale della seconda metà del 500.

Pubblicato

il

Ulisse - Il piacere della scoperta | puntata 28 aprile | Elisabetta I, una donna al comando. Alberto Angela si occupa questa sera di una regina che ha dato una svolta importantissima al regno di Inghilterra e di Irlanda. Si parlerà anche del teatro elisabettiano e della fioritura culturale della seconda metà del 500.
Condividi su

L’appuntamento è per questa sera su Rai 3 in prima serata alle 21:30. Alberto Angela racconta la storia di una regnante ma anche di una donna chiamata “la regina vergine” perché non si è mai sposata pur avendo avuto un amore che ha dominato tutta la sua esistenza.

La vita di Elisabetta I viene raccontata attraverso film, serie tv e documentari a lei dedicati. Figlia di Enrico VIII, prima dell’ascesa al trono Elisabetta ha vissuto un’infanzia molto difficile, la sua vita è molto somigliate ad una vera e propria tragedia shakespeariana. Una sorta di preludio del grande teatro elisabettiano che si è sviluppato nel corso del suo regno ed ha portato all’affermazione di uno dei più grandi drammaturghi a livello internazionale: William Shakespeare.

Elisabetta I è successa sul trono alla sorellastra Maria, chiamata la sanguinaria. Maria era figlia di Enrico VIII e della prima moglie Caterina d’Aragona, poi ripudiata per sposare Anna Bolena di cui il re era perdutamente innamorato. Elisabetta infatti era figlia di Enrico VIII e della stessa Bolena mandata poi al patibolo dal re che la accusò di alto tradimento nei suoi confronti, di stregoneria e persino di incesto con il fratello.

Maria per avere il trono fece rinchiudere Elisabetta nella torre di Londra dove rimase per molti anni fino a quando la sorellastra morì in preda ad una sorta di pazzia che l’aveva portata a commettere stragi infinite. La guerra tra le due si svolgeva soprattutto sul terreno religioso: il cattolicesimo esasperato di Maria e il protestantesimo di Elisabetta.

Ma ci fu anche un’altra Maria nella vita della regina: si trattava di Maria Stuarda, regina di Scozia che Elisabetta non riconosceva. Come ci viene insegnato dalla storia Elisabetta mandò la cugina al patibolo.

L’occasione di parlare di Elisabetta spinge Angela Junior a realizzare un vero e proprio viaggio nel teatro dell’epoca chiamato proprio teatro elisabettiano in suo onore. E naturalmente si parlerà di William Shakespeare, delle sue opere e dell’importanza che ebbe nel futuro non solo del teatro ma anche della cultura in generale.

Nel corso del programma verrà messo anche in evidenza come l’età elisabettiana fu un periodo di straordinaria fioritura artistica e culturale. Non solo William Shakespeare ma anche Christopher Marlowe, Francis Bacon vissero e operarono nel corso del suo regno. Elisabetta era tanto amata che il nome della prima colonia inglese in America fu chiamata la Virginia in suo onore. Ricordiamo infatti che era soprannominata “la regina vergine“.

Angela Junior metterà infine in evidenza che il regno di Elisabetta I è stato il più longevo in assoluto della storia fino al settembre del 2016. In questa data infatti Elisabetta II l’ha superata prendendo su di sé il primato di regina che ha regnato maggiormente sulla terra di Albione.


Condividi su
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

ARCHIVIO

Maggio 2022
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it