Connect with us

Informazione

64° Edizione Premi David di Donatello 2019 | Conferenza stampa in diretta | dichiarazioni e cinquine

Viene presentata alla stampa la 64° Edizione dei Premi David di Donatello dedicati al cinema. Tutte le dichiarazioni dei protagonisti e le novità di questa edizione.

Pubblicato

il

Viene presentata alla stampa la 64° Edizione dei Premi David di Donatello dedicati al cinema. Tutte le dichiarazioni dei protagonisti e le novità di questa edizione.
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il canale di cinema del servizio pubblico ovvero RaiMovie, accompagnerà il pubblico al David 2019 attraverso un ciclo di film dedicati e mercoledì 20 febbraio manderà in seconda serata, il cortometraggio vincitore di quest’anno.

I Premi David di Donatello sono organizzati dalla Fondazione Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello e dalla Rai : Piera Detassis è Presidente nonché Direttore Artistico della Fondazione. Il consiglio direttivo è composto da Francesco Rutelli, Presidente ANICA, Carlo Fontana, Nicola Borrelli, Francesca Cima, Luigi Lonigro, Mario Lorini, Domenico Dinoia, Edoardo De Angelis, Francesco Raineri Martinotti e Giancarlo Leone.

La 64° edizione si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il contributo del Mibac Ministero per i Beni e le attività culturali – Direzione generale per il cinema, d’intesa con AGIS ed ANICA e con la partecipazione di SIAE e nuovo IMAIE.

L’edizione 2019 dei Premi ha messo in atto una serie di riforme all’interno del regolamento. Fra le novità, vi è una nuova giuria e la modifica del sistema di voto, entrambi adeguati ai modelli utilizzati dai grandi riconoscimenti internazionali,vi sono nuove regole di ammissione ai film e la nascita del David dello Spettatore. Nel corso della conferenza verranno svelate le cinquine che si contenderanno i Premi.

Seguiamo insieme la conferenza stampa:

Le dichiarazioni dei protagonisti.

Teresa De Santis, Direttore di Rai1: “Innanzitutto vorrei portare i saluti di Marcello Foa (Presidente della Rai) che non è potuto essere presente con noi oggi. Il David rappresenta un momento importante per dare visibilità al cinema e grazie a Carlo Conti è stato intensificato il rapporto tra il cinema e la Tv. In passato si diceva che la Tv avrebbe distrutto il cinema invece non è stato così. Oggi c’è una grande interazione tra loro. Il cinema italiano è molto presente sulla nostra rete (Rai1), considerate che occupa il 55% della programmazione. Per questo la Rai tiene molto a questa iniziativa”.

Piera Detassis, Direttore Artistico e Presidente della Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello: “Considero la 64° edizione come la mia vera e propria edizione. Grazie al supporto del Consiglio direttivo, il 2019 è l’anno del cambiamento. Abbiamo lavorato al ringiovanimento e alla razionalizzazione della giuria di votanti. Inoltre, abbiamo dato maggiore spazio ai documentari. Ringrazio non solo il Consiglio del David, ma anche la Rai perché l’anno scorso è stato un evento magnifico ed ho molto apprezzato la capacità di  conduzione Carlo Conti.  Quest’anno sono curiosa di capire cosa succederà con la riforma. Abbiamo conquistato nuovi partner, abbiamo collaborato con gli studenti e ci siamo spostati in altre città. Voglio ricordare inoltre che il David precederà l’iniziativa del Cinema Days ( dal 1 al 4 aprile con il prezzo del biglietto a 3 euro per tutti i cinema aderenti) e della Grande Estate di Cinema.”

Roberta Enni, Direttore Rai Gold: “RaiMovie è patito di cinema. Il canale trasmette film 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno. Accompagneremo la 64° edizione attraverso il Red Carpet condotto da Livio Beshir (che andrà in onda prima della cerimonia) ed altre iniziative che riguarderanno un anno di cinema. Domani, 20 febbraio, in seconda serata, trasmetteremo il cortometraggio vincitore del David 2019.”

Claudio Fasulo, Vice Direttore di Rai1: “Abbiamo dato vita al format grazie al supporto di tutta la squadra del David e grazie a Carlo Conti che ha dato fiducia a Rai1. Alla cerimonia saranno presenti volti importanti del nostro cinema nonché volti internazionali. Non mancheranno momenti musicali e ricorderemo due grandi registi che ci hanno lasciato : Bernardo Bertolucci e Carlo Vanzina.”

Carlo Conti, conduttore : “Per me è un onore presentare nuovamente la cerimonia di premiazione dei David di Donatello. Svolgerò semplicemente il ruolo di cerimoniere per dare ritmo alla serata di premiazione. Daremo spazio al momento dei ringraziamenti dei vincitori perché in quelle parole c’è l’essenza del risultato del proprio lavoro. L’80% della serata sarà ovviamente dedicato al consueto rito delle premiazioni, il restante invece sarà dedicato a momenti di musica ed intrattenimento. Vorrei aggiungere che visto che i giornalisti mi hanno chiesto qual è il mio film preferito: è Amici Miei di Mario Monicelli, che non è in concorso.”

V iene ricordato alla stampa che anche Radio2 e Raiplay seguiranno l’evento con pagine e contenuti dedicati al David di Donatello.

Enrico Magrelli, membro della giuria dedicata ai cortometraggi: Ogni anno, per fortuna, cresce sempre di più il numero di partecipanti alla sezione dei cortometraggi. Quest’anno ci sono stati ben 362 iscritti. La cinquina di quest’anno è composta da “Yousef”, “Il nostro concerto”, “Frontiera”, “Im Baren” e “Magic Alps”. Il cortometraggio vincitore di quest’anno è Frontiera di Alessandro Di Gregorio.”

Alessandro di Gregorio, vincitore della categoria cortometraggi con “Frontiera”: “ Ringrazio la giuria e tutta la squadra che ha lavorato per questo progetto. Il corto è dedicato alle persone che tutti i giorni oltrepassano la frontiera, a chi ci riesce e a chi no. Io penso che il problema più grande non siano tanto le frontiere fisiche ma quelle mentali e dobbiamo impegnarci tutti insieme per riuscire ad abbatterle. L’emergenza non sono i migranti; penso che la vera emergenza sia quella economica.”

Di nuovo Piera Detassis : “La novità di quest’anno è l’introduzione del David dello Spettatore. Verrà premiato il film che avrà registrato il maggior numero di presenze nei cinema italiani. Sapremo a fine febbraio quale film si aggiudicherà il premio. La parola rinnovamento che ci siamo proposti come obiettivo è evidente nella scelta delle cinquine e nel respiro internazionale. Saranno presenti temi civili, sociali e temi dedicati alla diversità e per la prima volta due registe sono presenti sia nella cinquina del miglior film sia nella cinquina della migliore regia. Inoltre Luca Guadagnino partecipa per la mia volta ai David e Valerio Mastandrea è stato candidato in tre sezioni: attore, regista e sceneggiatore. Sono grata a chi ha votato come candidato Ennio Fantastichini che ci ha lasciato troppo presto; era un attore capace e poliedrico. Vorrei aggiungere due dati sulle votazioni: hanno votato 1265 giurati costituendo l’81 % di tutta la giuria del David. C’è stato un voto più consapevole ed un numero minore di schede bianche. Per concludere voglio ringraziare tutte le persone che non si vedono mai e che lavorano dietro le quinte. Sono loro a far sì che gli eventi si possano svolgere al meglio.”

Le domande dei giornalisti.

Solo per quest’anno la piattaforma Netflix partecipa al David mentre nelle prossime edizioni non sarà più così…

“Quest’anno partecipa il film Sulla mia pelle (prodotto da Netflix) che è uscito non solo sulla piattaforma ma anche al cinema. E’ fondamentale che il film sia uscito nelle sale affinché possa partecipare al premio.” (Piera Detassis).

Vorrei chiedere a Carlo Conti se ha visto il film Sulla mia pelle e se può dirci qualcosa di più sulla cerimonia…

” Le vere protagoniste sono le emozioni legati al momento delle premiazioni. Ho scelto volutamente di non vedere alcun film in concorso per essere assolutamente super partes.” (Carlo Conti).

Ci può dire qualcosa di più invece sugli omaggi a Vanzina e Bertolucci?

“Vogliamo omaggiarli attraverso alcuni spezzoni dei loro film, attraverso il ricordo di personaggi del mondo dello spettacolo e se riusciamo vorremmo mandare in onda delle interviste inedite.” (Carlo Conti).

64° Edizione Premi David di Donatello | Le cinquine svelate durante la conferenza stampa

Miglior attore non protagonista

Ennio Fantastichini per Fabrizio De André – Principe libero
Massimo Ghini per  A casa tutti bene
Edoardo Pesce per Dogman
Valerio Mastandrea per Euforia
Fabrizio Bentivoglio per Loro

Migliore attrice non protagonista

Donatella Finocchiaro per Capri-Revolution
Marina Confalone per Il vizio della speranza
Nicoletta Braschi per Lazzaro felice
Kasia Smutniak per Loro
Jasmine Trinca per Sulla mia pelle

Miglior attore protagonista

Marcello Fonte per Dogman
Riccardo Scamarcio per Euforia
Luca Marinelli per Fabrizio De André – Principe libero
Toni Servillo per Loro
Alessandro Borghi per Sulla mia pelle

Migliore attrice protagonista

Marianna Fontana per Capri-Revolution
Pina Turco per Il vizio della speranza
Elena Sofia Ricci per Loro
Alba Rohrwacher per Troppa grazia
Anna Foglietta per Un giorno all’improvviso

Migliore sceneggiatura originale

Dogman
Euforia
Lazzaro Felice
Sulla mia pelle
La terra dell’abbastanza

Migliore sceneggiatura non originale

Chiamami col tuo nome
Ella & John
La profezia dell’Armadillo
Sono tornato
Il testimone invisibile

Miglior regista esordiente

Luca Facchini per Fabrizio De André per Principe libero
Simone Spada per Hotel Gagarin
Fabio e Damiano D’Innocenzo per La terra dell’abbastanza
Valerio Mastandrea per Ride
Alessio Cremonini per Sulla mia pelle

Migliore regia

Mario Martone per Capri-Revolution
Luca Guadagnino per Chiamami col tuo nome
Matteo Garrone per Dogman
Valeria Golino per Euforia
Alice Rohrwacher per Lazzaro felice

Miglior Film

Chiamami col tuo nome
Euforia
Dogman
Lazzaro Felice
Sulla mia pelle

Miglior film straniero

Roma ( già nominato vincitore)
Cold War
Bohemian Rhapsody

Il filo nascosto
Tre manifesti a Ebbing Missouri

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Melaverde 20 giugno a Chioggia e a Brescello, nella campagna emiliana

Tutte le anticipazioni sulla tappa odierna del viaggio di Ellen Hidding e Vincenzo Venuto nel nostro Paese.

Pubblicato

il

Melaverde puntata 20 giugno
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Melaverde torna con la puntata di domenica 20 giugno. L’appuntamento è su Canale 5 alle 11.55. I due conduttori on the road intraprendono un nuovo viaggio, dopo quello della scorsa settimana, alla ricerca delle eccellenze agro alimentari e gastronomiche del nostro Paese. Ecco la tappa odierna del programma per Ellen Hidding e Vincenzo Venuto.

Melaverde 20 giugno conduttori

Melaverde 20 giugno a Chioggia per il Gelato

Oggi il gelato con i suoi mille gusti e forme è un prodotto che troviamo davvero dappertutto e in ogni periodo dell’anno. Si calcola che ogni italiano, in un anno, ne consumi più o meno 7-8 chili.
Il mercato del gelato vale in Italia 4,2 miliardi di euro. Il mondo del gelato italiano utilizza ogni anno 250 mila tonnellate di latte, 70 mila tonnellate di zuccheri, 23mila tonnellate di frutta fresca e 32 mila tonnellate di altre materie prime.
Il Veneto ha una grandissima tradizione gelatiera. Nel secolo scorso, artigiani del gelato veneti partirono per l’Europa a cercare fortuna. E la trovarono. Solo in Germania aprirono più di 5000 gelaterie italiane.
A Chioggia c’è un’importante azienda che realizza molte tipologie di gelato, utilizzando come base solo latte di montagna, ricotta o mascarpone. Le tecnologie più moderne oggi permettono all’industria italiana del gelato di essere tra le più avanzate al mondo per numeri e per qualità. Sarà un viaggio goloso ed interessante per scoprire tutti i segreti dei processi produttivi che garantiscono qualità, salubrità e gusti eccellenti ai gelati confezionati.

A Brescello per le Cucurbitacee

Questa settimana Melaverde raggiunge la campagna Emiliana. Precisamente si reca a Brescello dove da qualche giorno è iniziata la raccolta dei meloni. I telespettatori scoprono infatti che l’intera zona, grazie al suo terreno fertile e alle sue caratteristiche climatiche, permette di avere meloni e angurie di grande eccellenza.
E questo lo sa bene Ettore che con la sua famiglia si occupa di questo da generazioni. Si inizia conoscendo la sua storia per poi scoprire ogni segreto sulla coltivazione e raccolta di meloni e angurie che, dopo una prima selezione nei campi, entrano in uno stabilimento dove addette esperte controllano ogni frutto, poi posizionato nelle classiche ceste per la consegna in tutta Italia e Europa. Non mancheranno, infine, consigli e curiosità anche in cucina dove il melone riserva moltissime sorprese.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021, I programmi in onda

Su Raitre va in onda Kilimangiaro Estate con Camila Raznovich. Italia 1 trasmette la replica di Colorado.

Pubblicato

il

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021. Su Nove va in onda il reality Cambio moglie. Iris, invece, propone il film drammatico Defiance – I giorni del coraggio con Daniel Craig.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021, Rai Mediaset

Su Raiuno, alle 21.30, il film tv biografico Storia di Nilde, con Anna Foglietta. Rivediamo la docufiction trasmessa per la prima volta nel 2019, a 20 anni dalla scomparsa di Nilde Iotti (Anna Foglietta) e a 40 dalla sua nomina a Presidente della Camera. Intrecciando ricostruzioni, materiali di repertorio e testimonianze illustri, il racconto si sofferma anche sul rapporto con Palmiro Togliatti.

Su Raitre, alle 21.20, i viaggi con Kilimangiaro Estate. Tema portante della puntata è il colore. Dal mare blu della Melanesia a quello delle Maldive, al verde dell’Irlanda e della Cina. Camila Raznovich ospita lo storico dell’arte Jacopo Veneziani, Zelda Franceschi, professoressa di Antropologia all’Università di Bologna, e la campionessa mondiale di sci Marta Bassino.

Su Italia 1, invece, alle 21.20, il varietà Colorado. Rivediamo la ventesima edizione del programma trasmessa su questa rete nel 2019. Al timone ci sono Belen Rodriguez e Paolo Ruffini. Al loro fianco Scintilla (alias Gianluca Fubelli), i PanPers e altri 40 artisti come Pino & gli Anticorpi, Max Pisu, Gianluca Impastato, i Pantellas, Marco Stabile.

Programmi La7, Nove

Su La7, alle 21.30, l’attualità con Abbattiamoli. Rivediamo in replica l’inchiesta andata in onda il 10 giugno scorso. Massimo Giletti, costretto a vivere sotto scorta per le minacce ricevute, si è recato in Sicilia per parlare di Cosa Nostra con magistrati e carabinieri ma anche pentiti.

Su Nove, alle 21.20, il reality Cambio moglie. Rivediamo la seconda stagione del reality, trasmesso su questa rete. Come di consueto, due donne accettano di scambiarsi casa e famiglia per una settimana. Alla fine dell’esperienza le due coppie protagoniste si incontrano per un confronto.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021 conta su di me

I film di questa sera domenica 20 giugno

Su Canale 5, alle 21.20, il film commedia del 2017, di Marc Rothemund, Conta su di me, con Elyas M’Barek. Lenny (Elyas M’Barek), viziatissimo figlio di un celebre chirurgo, viene punito dal padre per la sua vita da fannullone: se vorrà riguadagnare la sua stima e l’uso della carta di credito, dovrà occuparsi di David (Philip Noah Schwarz), un adolescente affetto da una grave malformazione cardiaca.

Su Iris, alle 21.00, il film drammatico del 2008, di Edward Zwick, Defiance – I giorni del coraggio, con Daniel Craig. Nel 1941, Tuvia Bielski e i suoi due fratelli fuggono dalla Polonia occupata dai nazisti e si rifugiano in Bielorussia. Lì organizzano la resistenza e aiutano centinaia di ebrei in fuga.

Su Cine34, infine, alle 21.00, il film commedia del 1986, di Luca Verdone, 7 chili in 7 giorni, con Renato Pozzetto, Carlo Verdone. Silvano e Alfio, laureati in medicina, aprono una clinica per persone che devono perdere peso. Ma i loro metodi esasperati porteranno i pazienti a cercare vendetta.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021 La vita straordinaria di David Copperfield

Stasera in tv domenica 20 giugno, film in onda su Sky

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film commedia del 2019, di Armando Iannucci, La vita straordinaria di David Copperfield, con Dev Patel. Adattamento cinematografico del romanzo di Charles Dickens: un racconto della vita del personaggio letterario, dalla giovinezza all’età adulta, sullo sfondo dell’Inghilterra del XIX secolo.

Su Sky Cinema Family, invece, alle 21.00, il film commedia del 1995, di Chris Noonan, Babe – Maialino coraggioso. Il maialino Babe viene allevato in una fattoria da Fly e Rex, una coppia di cani pastore e impara ad accudire benissimo le pecore. Riuscirà così ad evitare una brutta fine.

Su Sky Cinema Suspense, infine, alle 21.00, il film di spionaggio del 2001, di John Boorman, Il sarto di Panama, con Pierce Brosnan. Spedito a Panama per punizione, un cinico agente segreto inglese si serve di un sarto pieno di debiti per architettare una colossale truffa ai danni dei suoi superiori.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Linea Blu 19 giugno: Donatella Bianchi visita il Salone Nautico di Venezia

Donatella Bianchi bianchi raggiunge il Veneto per visitare il Salone Nautico di Venezia 2021

Pubblicato

il

Linea Blu 19 giugno Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo una settimana di stop a causa degli Europei Donatella Bianchi torna sabato 19 giugno con una nuova puntata di Linea Blu. L’appuntamento è alle ore 14:00 su Rai 1.

Quindici giorni fa, la conduttrice aveva esplorato la nave Amerigo Vespucci. Oggi invece si trova in Veneto per visitarne il capoluogo, Venezia.

Linea Blu 19 giugno salone nautico

Linea Blu 19 giugno, Salone Nautico di Venezia

Nella puntata del 19 giugno Donatella Bianchi visita il Salone Nautico di Venezia, che si è tenuto dal 29 maggio al 6 giugno. Si tratta dell’esposizione di barche e yatch provenienti da tutto dal mondo. Qui i visitatori possono infatti ammirare il meglio della nautica nazionale e internazionale, sempre più orientate verso un futuro green.

I produttori di navi infatti stanno realizzando delle imbarcazioni ibride o elettriche in modo da produrre meno inquinamento possibile nel rispetto dell’ambiente e, soprattutto, dei nostri mari. Alla manifestazione fieristica prendono parte non solo barche lussuose. Ma anche barche da lavoro, da trasporto e da servizio.

Successivamente Donatella Bianchi raggiunge un vero e proprio cimitero per barche che si trova all’interno della Laguna. Sono presenti oltre duemila relitti che si sono accumunati nel corso dei secoli.

Qui è possibile ammirare, tra gli altri, i mototopi ovvero le tipiche imbarcazioni venete che erano utilizzate per trasportare le merci. Ma anche i burci, delle particolari barche a fondo piatto che sono adatte alla navigazione dei fiumi.

Linea Blu 19 giugno Guggenheim

Linea Blu, Guggenheim

Proseguendo il suo viaggio a Venezia, Donatella Bianchi dedica spazio anche all’arte. Si occupa infatti della riapertura della collezione Peggy Guggenheim che è conservata all’interno del Palazzo dei Venier dei Leoni sul Canal Grande. Progettato a metà del XVIII secolo dall’architetto Lorenzo Boschetti, La Guggenheim acquistò lo stabile nel 1948.

Decise poi di trasformarlo in un museo privato nel quale custodire alcune opere d’arte realizzate da Salvador Dalì, René Magritte, Pablo Picasso e da tanti altri artisti. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1979, l’esposizione è diventata poi accessibile ai visitatori. Oggi è considerato uno dei più importanti musei di arte europea e americana del XX secolo che si trovano in Italia.

Il mercato di Rialto

Dopo aver visitato la collezione Peggy Guggenheim la conduttrice raggiunge il celebre mercato di Rialto, che ha origini antichissime. La Pescheria si trova in una delle zone più antiche della città. Dall’anno 1007 il mercato ospita non solo prodotti alimentari ma anche gioielli, tessuti pregiati ed altri articoli di vario genere.

Al mercato di Rialto, inoltre, vengono ancora conservate delle tipiche indicazioni chiamate Nizioleti. Servivano per esporre ai clienti quali attività commerciali erano presenti, dai banchi della carne a quelli dedicati, ad esempio, a frutta e verdura.

Questa settimana Fabio Gallo si occupa della lavorazione del vetro nell’isola di Murano, una delle più grandi della Laguna. Da lì, infine, ripercorre la strada delle fornaci.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it