Connect with us

Informazione

Nemo-Nessuno escluso, la diretta della prima puntata

La prima puntata del nuovo programma d'informazione di Rai 2 condotto da Enrico Lucci e Valentina Petrini
Irene Natali

Pubblicato

il

La prima puntata del nuovo programma d'informazione di Rai 2 condotto da Enrico Lucci e Valentina Petrini
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 {module Pubblicità dentro articolo 2}

I due conduttori entrano in studio, accompagnati da musica dance. In studio infatti, c’è la deejay con tanto di postazione. Lucci e la Petrini fanno il loro ingresso accolti dalle domande in coro del pubblico: “Chi sei?”, “Da dove vieni?”. Viene quindi presentata la squadra di giornalisti e, in un angolo, Montanini.

Si passa quindi al primo ospite: Eric Barbizzi, bambino di Ascoli Piceno, aspirante giornalista, che ci parla di immondizia. Il ragazzino è solo sul palco, in un vero e proprio monologo. Eric però, a un certo punto dimentica le parole dell’intervento: lo soccorre Lucci, che lancia il primo servizio. Si tratta di uno di quei tipici servizi a cui Lucci ci ha abituato a Le Iene: mamme che “istigano” le figlie a fare le modelle. C’è un abisso umano: bimbe portate dal parrucchiere ogni tre giorni, viziate con abiti da principessa, coroncine in testa e cresciute con l’insegnamento che bisogna vincere. Com’è nel suo stile, Lucci si addentra nella fauna che popola i concorsi: i genitori dicono che sono le figlie a voler partecipare. E Lucci risponde quello che qualsiasi spettatore vorrebbe dire: “Ah, i genitori non c’entrano niente? Ma falla studià, ‘sta bambina”.

nemo 12ottobre sofia viscardi

 Insomma: mamme disposte a tutto, pur di avere figlie popolari. Sapranno che c’è chi diventa famoso dalla loro camaeretta, parlando davanti a una telecamera? Ecco che in studio entra la “webstar” Sofia Viscardi, 18enne diventata famosa tra i suoi coetanei con i video raccontati su YouTube. La ragazza racconta la sua esperienza da webstar, poco dopo sostituita sul palco da David e Matteo, due filmmakers che hanno documentato i salvataggi dei migranti nelle acque della Libia.

nemo 12ottobre migranti

I due sono a bordo della nave Iuventa. Le immagini filmate da David e Matteo sono impressionanti: basti pensare che tutta quella gente viene intercettata non su apposita segnalazione, ma sulla base di semplice pattugliamento. E dato che a simili scene non c’è alcun commento, pubblicità.

nemo 12ottobre facchinetti

Si riparte da Francesco Facchinetti,che ci descrive il mondo tra 50 anni: senza Pooh, migliore di quello attuale. Le persone potranno lavorare da casa, chi non avrà un profilo social sarà escluso, ci sarà ancora Nemo. Lucci gli dà dell’ottimista.

nemo 12ottobre servizio petrini

Finalmente il servizio realizzato dalla Petrini, andata sul confine ucraino per occuparsi del conflitto tra Russia e Ucraina. La giornalista ha incontrato alcuni ragazzi italiani che combattono lì: arruolatisi per la Russia, rischiano la vita in una guerra che non è la loro. Alessandro, 21 anni, non spiega bene perché abbia compiuto questa scelta estrema, mentre un suo collega sostiene che si tratta di un conflitto europeo. Colpiscono molto le lacrime delle persone del posto, cresciute in una guerra che prima ha tolto loro l’infanzia, e ora pure la vecchiaia dopo una vita di stenti.

nemo 12ottobre quirico

Al rientro in studio, Domenico Quirico per approfondire la questione.  Il reporter, inviato de La Stampa, intervistato dalla Petrini, spiega come il totalitarismo abbia decido di lasciare la ua sfida in questo momento storico: l’Occidente non era mai stato così debole, non solo economicamente, ma pure nella possibilità di fare guerre. A differenza nostra, “loro ragionano in tempi molto lunghi”: hanno un’idea di futuro a lungo termine. L’arrivo dei migranti, prosegue Chirico, ci ha imposto di chiederci chi siamo: una domanda che non ci eravamo mai posti.

La Petrini lancia la seconda parte del suo reportage: Alessandro racconta di essersi informato su siti russi. Prima aveva vissuto per un periodo in Australia: si trovava bene, ma non aveva alcuno scopo. Per il Dunbass, andrebbe anche a combattere in Siria. Se ne è andato dall’Italia, ha imbracciato le armi perché nel suo paese non vedeva futuro: secondo Alessandro, la causa di questa debolezza dell’Italia, è dovuta all’immigrazione.

nemo 12ottobre evangelizzatori

Selenia Orzella è entrata in un gruppo di “evangelizzatori“. La ragazza vuole “trovare lo spirito santo”: ci mostra i canti in chiesa, i discorsi in chiesa di don Roberto, la condivisione degli spazi con gli altri. La orzella documenta la sua esperienza, articolata in diversi giorni, giungendo alla conclusione che “per loro gioia  raggiungere un rapporto con la verità, o almeno crederci”.

Il prossimo ospite ad entrare in studio è l’attore Giovanni Scifoni, che racconta ironicamente di essere stato emarginato sul set. Il motivo: è cattolico, perciò la troupe non avrebbe potuto bestemmiare. Il monologo prosegue: la bestemmia è un modo di relazionarsi, perciò un credente dovrebbe essere felice di sentir bestemmiare. Il problema però, è che non è un relazionarsi serio.

nemo 12ottobre montanini

Alle 23.00 Giorgio Montanini, definito da Lucci “il pazzo delle Marche”. Il comico cerca di rovesciare il luogo comune sul perché lo stato si debba occupare del futuro dei cittadini:  devi avere possibilità in base alle tue capacità. L’esempio è quello degli uccelli, che vengono cacciati fuori dal nido e, se non riescono a volare, precipitano a terra. Il punto, continua Montanini, è dare a tutti le possibilità, per poi concludere rivolto ai giovani: “Dovete stare alla larga dalla nostra generazione”, perché sono quelli che il futuro ve l’hanno tolto.

In sequenza,  Alberto Forchielli per chiarire il motivo per cui verremo colonizzati dai cinesi: “L’Italia rischia di diventare il Messico d’Europa” perché non investe nelal ricerca quanto dovrebbe.

nemo 12ottobre mirko

Segue un altro contributo video su Tor Bella Monaca, di cui viene documentato lo stato di periferia non solo urbana: “Sono una cicatrice che cammina”, confida un ragazzo. “Ho tante persone sulle spalle”, intese come colpe: un affresco di degrado sociale che trova poco spazio nei media. Fa da contraltare alle testimonianze del servizio Mirko Frezza, sul palco per condividere il suo trascorso in periferia: presidente del comitato di quartiere, è rimasto a casa sua per dare aiuto senza prendere sovvenzionamenti. Il sogno? Poter tornare in borgata per dire “Ammazza quant’è bella: c’è un sacco di verde”.

Infine, Licia Troisi accompagnata dal piccolo Eric, che aveva aperto la puntata: la scrittrice si rivolge a lui, escamotage per lanciare un messaggio positivo. L’ospite svela alcune delle ultime scoperte scientifiche. Persino il tumore, comunemente chiamati “male incurabile”, non è più tale.

La puntata si conclude qui, con quasi mezz’ora di ritardo rispetto al previsto.  La presenza di Lucci non è stata invasiva, anzi: piuttosto defilata in diversi segmenti della serata, mentre il momento più alto è stato l’intervento di Domenico Quirico, che in pochi minuti ha sollevato domande tanto importanti quanto fondamentali per capire l’attualità. 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Marchigiana, sarda per metà e romana d’adozione, si laurea in comunicazione alla Sapienza con una tesi triennale sulla satira televisiva e la chiusura del Decameron di Luttazzi. La tesi specialistica è ancora sulla televisione, stavolta sul ruolo di Al-Jazeera nella “primavera araba”. Collabora con alcune testate giornalistiche e siti web, è stata analista televisiva del programma di RaiTre TvTalk, condotto da Massimo Bernardini. La partecipazione ad una serie di trasmissioni televisive, le ha consentito di conoscere a fondo tutto quello che ruota intorno al mondo del piccolo schermo. Ama scrivere e disegnare, soprattutto fumetti.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Che ci faccio qui con Domenico Iannacone – Anticipazioni puntata 12 aprile

Il programma curato da Domenico Iannacone va in onda su Rai 3 in seconda serata lunedì 12 aprile con una nuova puntata.
Avatar

Pubblicato

il

Che ci faccio qui Rosarno
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lunedì 12 aprile 2021 Rai 3 trasmette alle 23:15 Che ci faccio qui, il programma del giornalista Domenico Iannacone che racconta storie di vita di donne e uomini capaci di superare situazioni di difficoltà grazie al coraggio e alla tenacia. La nuova puntata, l’ultima del ciclo, si intitola Prima di ogni cosa, e si svolge e Rosarno, un comune in provincia di Reggio Calabria.

Le diverse puntate della trasmissione possono essere inoltre recuperate in streaming su RaiPlay.

Che ci faccio qui 12 aprile Rosarno

Che ci faccio qui – Rosarno

Il programma Che ci faccio qui affronta difficili tematiche tramite le storie di persone caratterizzate da grandi valori. Si tratta di individui che spesso vivono in ristrettezze e in solitudine, ma nonostante questo dispongono di una forza d’animo che permette loro di sfidare la propria situazione e dedicarsi ad aiutare il prossimo.

Molto spesso si tratta di veri e propri visionari, persone al di fuori del comune per la forza e la determinazione mostrati. Ma che riescono in imprese apparentemente ardue. A questo si ispira proprio il ciclo delle puntate andate in onda quest’anno: alla ricerca di persone che, con la propria determinazione sono state protagoniste di imprese al di fuori dell’ordinario. Tutte hanno sempre avuto come obiettivo una priorità: anteporre il bene comune alle proprie necessità private. Come accade anche nell’ultimo appuntamento.

In questa nuova puntata in onda lunedì 12 aprile, Domenico Iannacone si reca nuovamente nel comune di Rosarno, in Calabria. Il giornalista fa ritorno nella cittadina ad un anno dallo scoppio della pandemia.

Rosarno rappresenta un luogo simbolo dell’immigrazione e dello sfruttamento, di cui la trasmissione aveva già rivelato le problematiche durante la scorsa stagione. Il programma vuole ora osservare come la situazione si sia evoluta in questi complicati mesi e comprendere le difficoltà della comunità locale, aggravate dal Covid-19.

Che ci faccio qui 12 aprile Bartolo

Bartolo Mercuri, protagonista della puntata

Domenico Iannacone ripercorre il viaggio compiuto durante lo scorso anno insieme a Bartolo Mercuri, un piccolo commerciante di mobili a capo dell’associazione Il Cenacolo. L’associazione si occupa, ormai da anni, di aiutare le famiglie in difficoltà ed i braccianti nella Piana di Goia Tauro, una zona della Calabria che si mantiene prevalentemente sull’agricoltura.

Grazie alle donazioni ricevute durante la scorsa stagione di Che ci faccio qui, Mercuri ha acquistato un nuovo pullman per Il Cenacolo. In questo modo, aiutare i cittadini ed i lavoratori in difficoltà – oltre duemila persone – è stato molto più semplice. Obiettivo dell’associazione è infatti anteporre i bisogni della comunità «prima di ogni cosa


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv lunedì 12 aprile 2021, tutti i programmi in onda

Tutti gli appuntamenti delle reti pubbliche, private, digitali e di Sky di stasera lunedì 12 aprile 2021.
Avatar

Pubblicato

il

Stasera in tv 12 aprile 2021 Programmazione
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv 12 aprile 2021. Rai 1 trasmette La fuggitiva. Su Rai 3 va in onda Report, mentre su Canale 5 l’appuntamento con L’Isola dei Famosi 2021.

La programmazione, nel dettaglio, di tutte le reti pubbliche, private, del digitale e della piattaforma satellitare.

Stasera in tv 12 aprile 2021 – Programmi Rai

Su Rai 1 alle 21.25 va in onda La fuggitiva. La serie di genere thriller, diretta da Carlo Carlei, ha come protagonista Vittoria Puccini. Arianna è una donna ingiustamente accusata dell’omicidio del marito, costretta alla fuga assieme a suo figlio. L’investigatrice di polizia Michela Caprioli (interpretata da Pina Turco) è determinata nel catturarla.

Rai 2 trasmette alle 21.20 Troppo napoletano. Il film commedia del 2016 è diretto da Gianluca Ansanelli. Serena Rossi interpreta Debora, una donna napoletana che, in seguito alla morte del marito, cresce da sola il figlio Ciro. Per aiutare il piccolo, Debora chiede l’aiuto dello psicologo Tommaso (Luigi Esposito). Tra Tommaso e Ciro nascerà una sottile complicità che cambierà entrambi.

Su Rai 3 alle 21.20 va in onda Report. Stasera 12 aprile torna sul canale il programma di inchieste, condotto da Sigfrido Ranucci. La trasmissione trasmette l’eslusiva inchiesta Lo sterco del diavolo, di Giorgio Mottola con la collaborazione di Norma Ferrara e Giulia Sabella. Il reportage documenta una serie di scandali all’interno del Vaticano, combattuti da Papa Francesco il quale da tempo lotta per ottenere trasparenza nei conti della Santa Sede.

Rai 4 trasmette alle 21.20 Mortal. Il film di genere fantasy del 2020 ha come protagonista Nat Wolff, che interpreta Eric. Il giovane Eric scopre di possedere poteri divini, i quali derivano dall’antica mitologia norvegese. Proprio nella Norvegia occidentale ha modo di scoprire qual è la sua vera natura.

Rai 5 propone alle 21.15 Sciarada – Il circolo delle parole. Stasera 12 aprile, il programma che si occupa di letteratura dedica la puntata a Fosco Maraini, antropologo prigioniero in un campo a Nagoya nel 1943 per non aver dato la sua adesione alla Repubblica di Salò.

Programmi Mediaset

Su Rete 4 alle 21.20 va in onda Quarta Repubblica. Nicola Porro cura il talk show dedicato all’attualità politica ed economica, sia italiana che internazionale. La puntata di questa sera propone un reportage sul vaccino Sputnik V e la relativa produzione e somministrazione. Ospite della serata, il leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni con cui discutere sulle proteste contro le chiusure delle attività.

Su Canale 5 alle 21.20 L’Isola dei Famosi 2021. Stasera in tv 12 aprile un nuovo appuntamento con il reality show, condotto da Ilary Blasi. Massimiliano Rosolino, ex campione di nuoto ed ex concorrente di Ballando con le Stelle, è invece l’inviato ufficiale. Figurano nel ruolo di opinionisti Iva Zanicchi, Elettra Lamborghini e Tommaso Zorzi. La puntata di questa sera prevede molteplici sfide per i naufraghi, che puntano alla sopravvivenza.

Italia 1 propone alle 21.20 Fast & Furious 5. Il film del 2011 è il quinto capitolo della saga interpretata da Paul Walker e Vin Diesel. Brian, in seguito ad aver liberato Dom, è in fuga verso Rio De Janeiro. Qui dovranno fare i conti con l’agente federale Luke Hobbs (Dwayne Johnson) e la sua squadra speciale, ideata con lo scopo di catturarli.

Stasera in tv 12 aprile Black Rain

La7, Nove, Real Time

Su La 7 va in onda alle 21.15 Black Rain – Pioggia Sporca. La pellicola del 1989 è diretta da Ridley Scott ed interpretata da Micheal Douglas e Andy Garcia. La storia è incentrata su due poliziotti di New York che, in seguito alla cattura di un membro di un’organizzazione criminale giapponese, devono scortarlo proprio in Giappone. Tuttavia, il prigioniero riesce a fuggire, costringendo i due ufficiali ad indagare sul mondo della malavita locale.

Nove propone alle 21.25 Il Monaco. La pellicola del 2003 è ambientata nel 1943, in Tibet. Nel momento in cui un ufficiale nazista fa irruzione in un monastero, un monaco riesce a mettersi in salvo portando con sé una misteriosa pergamena dai poteri straordinari. Sessant’anni più tardi, l’anziano saggio avrà il compito di trovare un nuovo custode del cimelio.

Real Time trasmette alle 21.20 Vite al limite. In questo episodio del reality show la narrazione segue la vita di Kenae che, dopo la morte di sua madre, ha iniziato a mangiare oltre misura diventando super obesa.

Stasera 12 aprile 2021 Divorzio a Las Vegas

Stasera in tv 12 aprile 2021 – Tutti i film in onda

Rai Movie propone alle 21.10 Vento di terre lontane. La pellicola di genere western del 1956 è diretta da Delmer Daves. Glenn Ford interpreta il cowboy Jubal Troop, che, rifiutando le avances della moglie del suo benefattore, innesca una pericolosa spirale di avvenimenti.

La 5 trasmette alle 21.10 Rosamunde Pilcher: Le ali della speranza. Il protagonista del film è Tom, il quale si reca in Inghilterra con la sua fidanzata americana Samantha. Il padre di Tom desidera fortemente che il figlio prenda il suo posto nell’azienda di famiglia, ma il ragazzo ha il sogno aprire una scuola di volo.

Su Iris alle 21.00 va in onda Giochi di potere. Il film del 2018 è diretto da Per Fly ed interpretato da Theo James. Il protagonista è Michael Sullivan, giovane funzionario delle Nazioni Unite. Il suo primo incarico è di assistente speciale di Pasha (Ben Kinglsey), alto funzionario dell’ONU incaricato di supervisionare il programma che permette all’Iraq di vendere petrolio in cambio di generi di prima necessità.

Stasera in tv 12 aprile – I film di Sky

Su Sky Cinema Uno va in onda alle 21.15 Divorzio a Las Vegas. La pellicola del 2020 è diretta da Umberto Carteni ed interpretata da Giampaolo Morelli e Andrea Delogu. Durante una vacanza studio in America, Lorenzo ed Elena, appena diciottenni, decidono di sposarsi a Las Vegas. Una volta adulti e ormai distanti, devono rincontrarsi per firmare le carte del divorzio.

Sky Cinema Family trasmette alle 21.00 Dolittle. Robert Downey Jr. interpreta il dottor John Dolittle, un veterinario con la capacità di comunicare con gli animali. Nella sua abitazione accoglie diverse specie per curarle, tra cui il pappagallo Polynesia, il gorilla Chee-Chee, l’orso polare Yoshi e molte altre creature. In seguito alla morte di sua moglie, saranno proprio le diverse creature ad aiutare il dr. Dolittle a superare il dolore.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Non è L’Arena 11 aprile, Piano Pandemico, caso AstraZeneca e Concorsopoli

Tutti gli argomenti di cui si occupa Massimo Giletti nella puntata odierna. Tra gli altri il piano pandemico.
Massimo Luciani

Pubblicato

il

Non è L'Arena 11 aprile
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Non è L’Arena torna con la puntata di domenica 11 aprile. L’appuntamento è in diretta alle 20.30 su La7. Alla conduzione Massimo Giletti che riprende il suo posto dopo l’interruzione per le festività pasquali della scorsa settimana.

Non è L’Arena 11 aprile piano pandemico

Nella puntata di domenica 11 aprile Massimo Giletti e la sua squadra tornano sull’inchiesta del mancato aggiornamento del piano pandemico. Un evento di grandissima attualità. E mostrano per la prima volta in tv le conversazioni tra Ranieri Guerra, numero 2 dell’Oms, indagato per falsa testimonianza dalla Procura di Bergamo, e Silvio Brusaferro, ex capo dell’Iss e attuale membro del CTS ma non indagato. Se ne discute in studio con Pierpaolo Sileri, Sandra Amurri e Jessica Costanzo.

Non è L'Arena 11 aprile Massimo Giletti

Concorsopoli alla Regione Lazio

Tra i temi centrali del programma il caso “Concorsopoli” alla regione Lazio. Uno scandalo che ha scosso il Pd e ha portato alle dimissioni dell’ex presidente del Consiglio regionale, il dem Mauro Buschini. Intanto la Procura di Civitavecchia indaga. In studio Antonio Pasquini sindaco di Allumiere, il comune che ha bandito il concorso “incriminato” dalle cui liste sarebbero state selezionate e poi assunte persone vicine ad alcuni potenti consiglieri della Pisana. Partecipano al dibattito Chiara Colosimo e Luca Telese.

Il caso AstraZeneca e l’emergenza economica

Chi ha paura di AstraZeneca? Del clima di sfiducia diffusosi tra la gente, dopo l’ennesimo colpo di scena sull’età consigliabile per il vaccino anglo-svedese, se parla con Pierpaolo Sileri, Luca Pani, Gianluigi Paragone. Poi si passa a discutere sulle difficoltà della campagna vaccinale nelle Regioni, in particolare in Toscana e Calabria per capire chi rientra nella categoria “Altro”individuata dal governo nel piano vaccinale.

Anche questa settimana le telecamere di “Non è l’Arena” raccontano l’emergenza economica e sociale che sta infiammando le piazze italiane in questi giorni. In collegamento con Giletti da Firenze i fondatori del movimento #ioapro#. Se ne discute con Luca Barbareschi, Alessia Morani, Vauro, Daniela Santanchè e Giuseppe Ghisolfi.

Non è L’Arena 11 aprile la criminalità organizzata

Infine le inchieste sul mondo della criminalità organizzata. Da quella della procura antimafia di Roma denominata Petrol-mafie spa su Ana Bettz finita in carcere perché sarebbe stata in affari con diversi clan di camorra. A quella sui Travali e i Di Silvio, un clan di Latina che ha agito quasi del tutto indisturbato, con metodi molto simili a quelli dei Casamonica, gestendo spaccio di droga, estorsioni ed usura. In studio Nello Trocchia e Bernardo Bassoli.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it