Connect with us

Informazione

Popolo sovrano | diretta del 21 marzo 2019 | tutti i servizi

Popolo Sovrano: il nuovo programma di approfondimento targato Rai2. Conducono Alessandro Sortino, Eva Giovannini e Daniele Piervincenzi

Pubblicato

il

Popolo Sovrano: il nuovo programma di approfondimento targato Rai2. Conducono Alessandro Sortino, Eva Giovannini e Daniele Piervincenzi
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A tra poco con la diretta.

Inizia Popolo Sovrano. Si parla della recente affermazione di Salvini: “Bisogna fare affari con loro, ma non bisogna dare loro le chiavi di casa”. Il vicepremier si riferiva all’arrivo del Presidente della Cina a Roma.

Questa settimana c’è stato anche un altro arrivo: a Lampedusa sono state salvate 50 persone arrivate su un gommone. E’ stata un’operazione di salvataggio eppure in seguito ai soccorsi si è aperta un’inchiesta per duplice reato: favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e rifiuto di un ordine allo stop dato dalla guardia di finanza.

Andi Nganso, un medico che ha lavorato a Lampedusa, fornisce la sua testimonianza sugli sbarchi. Anche lui ha una storia migratoria, ma fortunatamente diversa. I ragazzi che ha soccorso negli anni gli hanno raccontato che è stata la disperazione a spingerli ad affrontare la paura di affrontare un viaggio così doloroso e difficile, dietro “avevano il fuoco” e l’unica possibilità di avere un futuro era scappare.

In collegamento da Lampedusa Pietro Bartolo, il medico che si è occupato di visitare i 50 rifugiati soccorsi in questi giorni, racconta di averli trovati tutto sommato in buone condizioni perchè durante il salvataggio erano stati trattati bene. Non può dire altrettanto di altri, che avevano subito violenze atroci ed inaccettabili.

Erasmo Palazzotto è uno dei quattro parlamentari che hanno messo il proprio stipendio a garanzia dell’acquisto della nave che ha salvato gli immigrati. C’è stato un crowdfunding che ha visto mobilitarsi moltissime persone per “salvare l’umanità”.

Don Luca Favarin è un sacerdote della diocesi di Padova diventato celebre per aver affermato che se gli Italiani non accoglievano gli immigrati non erano autorizzati a fare il presepe a Natale.

Don Luca pensa che bisognerebbe ricordarsi dei valori che abbiano. A suo parere il problema è la Libia, il modo in cui vengono trattati gli esseri umani in quel paese. Persone vengono torturate e violentate brutalmente.

Simone Carabella è un influencer che ritiene che abbiamo troppe difficoltà per aiutare gli altri, gli Italiani a suo parere hanno già abbastanza problemi da risolvere.

Federico Rampini, in collegamento da New York, ritiene che sia un dovere salvare le persone in difficoltà. Il Mediterraneo a suo parere è teatro di atrocità minuscole rispetto a quelle che si svolgono in altri posti del mondo. Piccole per quantità numeriche visto che si parla di decine di persone, quando ad esempio in Etiopia ci sono milioni di persone in difficoltà. “Quelli che riescono ad attraversare il Mediterraneo sono una microscopica spia di un problema che è altrove”.

Negli scorsi giorni, a Milano, un pullman di bambini è stato sequestrato. Adam, uno dei bimbi, ha chiamato la polizia salvando tutti. Suo padre è in collegamento e racconta l’accaduto. L’uomo è marocchino e vive in Italia da qualche anno.

L’attentatore è italo-senegalese, il bimbo che ha salvato tutti è italo-marocchino.

Si parla della questione Salvini. Il vicepremier non sarà processato per aver rifiutato di soccorrere la nave Diciotti.

Si passa poi a parlare dell’arrivo del Presidente della Cina. C’è grande emozione tra i suoi connazionali. Si apre però il dibattito sulla supremazia imprenditoriale dei cinesi in Italia. “Non dovete avere paura di noi” – dice la proprietaria di un ristorante cinese. Antonio Goria, ex partecipante a Uomini e donne, è diventato famoso in Cina per le sue canzoni.

C’è una guerra commerciale in atto nel mondo. “La via della seta” attraversa 105 paesi muovendo un terzo del PIL mondiale. L’unico Paese disposto a collaborare con la Cina al momento è l’Italia.

Oggi il porto di Genova è più multiculturale che mai. La proprietà della Piaggio, storica azienda del territorio, è diventata araba. La Ansaldo energia è diventata cinese. L’Ilva è diventata indiana. La Liguria è stata risollevata economicamente da paesi esteri. In Italia non c’era possibilità di investire e gli aiuti dall’estero non sono stati visti come rischi ma come opportunità.

L’Italia, e soprattutto Genova, rappresenta per la Cina un ponte che collega l’oriente all’Europa. Le merci che arrivano al porto di Genova attualmente sono soprattuto sud-est asiatiche.

Valentina Chan proviene da una famiglia di proprietari di ristoranti cinesi in Italia da tre generazioni. Suo nonno arrivò a Genova negli anni’60. “Soldi portano soldi” – afferma.

Alberto Toppino, proprietario con suo fratello del sito Vendereaicinesi.it, ci racconta di come questa piattaforma sia diventata un grande business. Sono moltissimi gli italiani che vogliono vendere ai cinesi e che si rivolgono al sito per pubblicare annunci in lingua cinese.

I cinesi sono imprenditori molto seri, nonostante i luoghi comuni che girano su di loro – primo tra tutti quello che non sanno pronunciare la “r”.

Fabio Massimo Castaldo ritiene che sia positivo che si stringa un accordo tra Cina ed Italia. Nel 2017 l’export italiano in Cina è stato solo pari al 15%.

Siamo però nel mezzo di una guerra fredda commerciale tra Stati Uniti e Cina e solo il rafforzamento della Golden Power rassicurerà i partner europei.

Gianluca Brambilla, imprenditore italiano, ritiene che bisogna avere molto rispetto nei confronti del Presidente della Cina poichè proprio lui governerà su questa potenza mondiale per molti anni a venire – l’incarico è “a vita”. Gli Italiani a suo parere hanno perso la globalizzazione, “abbiamo preso sberle da tutti“. Brambilla riconosce la bravura imprenditoriale cinese e la loro superiorità nella gestione delle imprese.

“Noi imprenditori italiani abbiamo contro il governo e la burocrazia. Come possiamo competere con un sistema che ha lo stato pro? Dovremo darci molto da fare”– chiosa.

Anna Dong, la prima avvocatessa di origine cinese iscritta all’albo in Italia, è in studio per commentare la questione. Ci spiega che in Cina è favorito l’investimento in attività all’estero. Si cerca la cooperazione internazionale allo scopo di creare nuove rotte che creino benessere, prosperità ed innovazione.

Si parla di giocattoli cinesi. Molti di essi risultano contraffatti e pericolosi. Alcune bambole ad esempio risultano troppo scomponibili e dunque potenzialmente pericolose per bimbi che potrebbero ingerirne i pezzi. Anche nel caso dei giocattoli a batteria troviamo possibilità di ripercussioni sulla salute: le pile sono morbide e rilasciano un liquido nocivo per la salute. Alcuni giocattoli di plastica presentano ftalati, possibile causa di intossicazione e/o squilibri ormonali.

Si parla di Flat Tax. In Ungheria è legge e l’economia è fiorente, con solo il 4% di disoccupazione. Secondo Boccia è un paese che sta crescendo sulle spalle dei più poveri ed il governo sta avendo una deriva autoritaria. “I business sono sempre stati fatti, anche nell’ex URSS. Un’altra cosa è la condizione sociale delle persone” – afferma.

Daniele Piervincenzi ci parla degli attentati della Nuova Zelanda, di Utrecht e per il tentativo di strage di Milano. Da Mosul parte il viaggio di stasera, dalla culla dell’ISIS. La città è stata distrutta, bombardata, rasa al suolo. L’ISIS ha lasciato delle scritte sui muri delle macerie e tanti cadaveri dietro di sè.

Ci sono squadre di volontari che recuperano i corpi e bonificano la zona da residui esplosivi.

Viene poi mandato in onda il video-testamento di Lorenzo Orsetti, combattente volontario in Siria ucciso in un agguato a soli 33 anni. Parla Claudio Locatelli, combattente a sua volta ed amico di Lorenzo. Racconta dei pranzi insieme all’amico e della stima che provava nei suoi confronti.

“La battaglia ti rimane addosso tutta la vita” – dichiara. Coloro che hanno combattuto l’ISIS, rientrati in Italia, sono però spesso trattati da “terroristi”.

Il programma termina qui.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Giornalista pubblicista. Nata nell'epoca sbagliata. É donna del suo tempo, ma anche un po' degli anni'80 e dell'800 di Jane Austen. Ama leggere libri fino all'alba, scrivere, disegnare, creare. Guarda telefilm con una vaschetta di gelato al cioccolato d'estate e una tazza di tè bollente in inverno. La sua migliore amica è Shonda Rhimes.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Melaverde 20 giugno a Chioggia e a Brescello, nella campagna emiliana

Tutte le anticipazioni sulla tappa odierna del viaggio di Ellen Hidding e Vincenzo Venuto nel nostro Paese.

Pubblicato

il

Melaverde puntata 20 giugno
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Melaverde torna con la puntata di domenica 20 giugno. L’appuntamento è su Canale 5 alle 11.55. I due conduttori on the road intraprendono un nuovo viaggio, dopo quello della scorsa settimana, alla ricerca delle eccellenze agro alimentari e gastronomiche del nostro Paese. Ecco la tappa odierna del programma per Ellen Hidding e Vincenzo Venuto.

Melaverde 20 giugno conduttori

Melaverde 20 giugno a Chioggia per il Gelato

Oggi il gelato con i suoi mille gusti e forme è un prodotto che troviamo davvero dappertutto e in ogni periodo dell’anno. Si calcola che ogni italiano, in un anno, ne consumi più o meno 7-8 chili.
Il mercato del gelato vale in Italia 4,2 miliardi di euro. Il mondo del gelato italiano utilizza ogni anno 250 mila tonnellate di latte, 70 mila tonnellate di zuccheri, 23mila tonnellate di frutta fresca e 32 mila tonnellate di altre materie prime.
Il Veneto ha una grandissima tradizione gelatiera. Nel secolo scorso, artigiani del gelato veneti partirono per l’Europa a cercare fortuna. E la trovarono. Solo in Germania aprirono più di 5000 gelaterie italiane.
A Chioggia c’è un’importante azienda che realizza molte tipologie di gelato, utilizzando come base solo latte di montagna, ricotta o mascarpone. Le tecnologie più moderne oggi permettono all’industria italiana del gelato di essere tra le più avanzate al mondo per numeri e per qualità. Sarà un viaggio goloso ed interessante per scoprire tutti i segreti dei processi produttivi che garantiscono qualità, salubrità e gusti eccellenti ai gelati confezionati.

A Brescello per le Cucurbitacee

Questa settimana Melaverde raggiunge la campagna Emiliana. Precisamente si reca a Brescello dove da qualche giorno è iniziata la raccolta dei meloni. I telespettatori scoprono infatti che l’intera zona, grazie al suo terreno fertile e alle sue caratteristiche climatiche, permette di avere meloni e angurie di grande eccellenza.
E questo lo sa bene Ettore che con la sua famiglia si occupa di questo da generazioni. Si inizia conoscendo la sua storia per poi scoprire ogni segreto sulla coltivazione e raccolta di meloni e angurie che, dopo una prima selezione nei campi, entrano in uno stabilimento dove addette esperte controllano ogni frutto, poi posizionato nelle classiche ceste per la consegna in tutta Italia e Europa. Non mancheranno, infine, consigli e curiosità anche in cucina dove il melone riserva moltissime sorprese.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021, I programmi in onda

Su Raitre va in onda Kilimangiaro Estate con Camila Raznovich. Italia 1 trasmette la replica di Colorado.

Pubblicato

il

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021. Su Nove va in onda il reality Cambio moglie. Iris, invece, propone il film drammatico Defiance – I giorni del coraggio con Daniel Craig.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021, Rai Mediaset

Su Raiuno, alle 21.30, il film tv biografico Storia di Nilde, con Anna Foglietta. Rivediamo la docufiction trasmessa per la prima volta nel 2019, a 20 anni dalla scomparsa di Nilde Iotti (Anna Foglietta) e a 40 dalla sua nomina a Presidente della Camera. Intrecciando ricostruzioni, materiali di repertorio e testimonianze illustri, il racconto si sofferma anche sul rapporto con Palmiro Togliatti.

Su Raitre, alle 21.20, i viaggi con Kilimangiaro Estate. Tema portante della puntata è il colore. Dal mare blu della Melanesia a quello delle Maldive, al verde dell’Irlanda e della Cina. Camila Raznovich ospita lo storico dell’arte Jacopo Veneziani, Zelda Franceschi, professoressa di Antropologia all’Università di Bologna, e la campionessa mondiale di sci Marta Bassino.

Su Italia 1, invece, alle 21.20, il varietà Colorado. Rivediamo la ventesima edizione del programma trasmessa su questa rete nel 2019. Al timone ci sono Belen Rodriguez e Paolo Ruffini. Al loro fianco Scintilla (alias Gianluca Fubelli), i PanPers e altri 40 artisti come Pino & gli Anticorpi, Max Pisu, Gianluca Impastato, i Pantellas, Marco Stabile.

Programmi La7, Nove

Su La7, alle 21.30, l’attualità con Abbattiamoli. Rivediamo in replica l’inchiesta andata in onda il 10 giugno scorso. Massimo Giletti, costretto a vivere sotto scorta per le minacce ricevute, si è recato in Sicilia per parlare di Cosa Nostra con magistrati e carabinieri ma anche pentiti.

Su Nove, alle 21.20, il reality Cambio moglie. Rivediamo la seconda stagione del reality, trasmesso su questa rete. Come di consueto, due donne accettano di scambiarsi casa e famiglia per una settimana. Alla fine dell’esperienza le due coppie protagoniste si incontrano per un confronto.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021 conta su di me

I film di questa sera domenica 20 giugno

Su Canale 5, alle 21.20, il film commedia del 2017, di Marc Rothemund, Conta su di me, con Elyas M’Barek. Lenny (Elyas M’Barek), viziatissimo figlio di un celebre chirurgo, viene punito dal padre per la sua vita da fannullone: se vorrà riguadagnare la sua stima e l’uso della carta di credito, dovrà occuparsi di David (Philip Noah Schwarz), un adolescente affetto da una grave malformazione cardiaca.

Su Iris, alle 21.00, il film drammatico del 2008, di Edward Zwick, Defiance – I giorni del coraggio, con Daniel Craig. Nel 1941, Tuvia Bielski e i suoi due fratelli fuggono dalla Polonia occupata dai nazisti e si rifugiano in Bielorussia. Lì organizzano la resistenza e aiutano centinaia di ebrei in fuga.

Su Cine34, infine, alle 21.00, il film commedia del 1986, di Luca Verdone, 7 chili in 7 giorni, con Renato Pozzetto, Carlo Verdone. Silvano e Alfio, laureati in medicina, aprono una clinica per persone che devono perdere peso. Ma i loro metodi esasperati porteranno i pazienti a cercare vendetta.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021 La vita straordinaria di David Copperfield

Stasera in tv domenica 20 giugno, film in onda su Sky

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film commedia del 2019, di Armando Iannucci, La vita straordinaria di David Copperfield, con Dev Patel. Adattamento cinematografico del romanzo di Charles Dickens: un racconto della vita del personaggio letterario, dalla giovinezza all’età adulta, sullo sfondo dell’Inghilterra del XIX secolo.

Su Sky Cinema Family, invece, alle 21.00, il film commedia del 1995, di Chris Noonan, Babe – Maialino coraggioso. Il maialino Babe viene allevato in una fattoria da Fly e Rex, una coppia di cani pastore e impara ad accudire benissimo le pecore. Riuscirà così ad evitare una brutta fine.

Su Sky Cinema Suspense, infine, alle 21.00, il film di spionaggio del 2001, di John Boorman, Il sarto di Panama, con Pierce Brosnan. Spedito a Panama per punizione, un cinico agente segreto inglese si serve di un sarto pieno di debiti per architettare una colossale truffa ai danni dei suoi superiori.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Linea Blu 19 giugno: Donatella Bianchi visita il Salone Nautico di Venezia

Donatella Bianchi bianchi raggiunge il Veneto per visitare il Salone Nautico di Venezia 2021

Pubblicato

il

Linea Blu 19 giugno Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo una settimana di stop a causa degli Europei Donatella Bianchi torna sabato 19 giugno con una nuova puntata di Linea Blu. L’appuntamento è alle ore 14:00 su Rai 1.

Quindici giorni fa, la conduttrice aveva esplorato la nave Amerigo Vespucci. Oggi invece si trova in Veneto per visitarne il capoluogo, Venezia.

Linea Blu 19 giugno salone nautico

Linea Blu 19 giugno, Salone Nautico di Venezia

Nella puntata del 19 giugno Donatella Bianchi visita il Salone Nautico di Venezia, che si è tenuto dal 29 maggio al 6 giugno. Si tratta dell’esposizione di barche e yatch provenienti da tutto dal mondo. Qui i visitatori possono infatti ammirare il meglio della nautica nazionale e internazionale, sempre più orientate verso un futuro green.

I produttori di navi infatti stanno realizzando delle imbarcazioni ibride o elettriche in modo da produrre meno inquinamento possibile nel rispetto dell’ambiente e, soprattutto, dei nostri mari. Alla manifestazione fieristica prendono parte non solo barche lussuose. Ma anche barche da lavoro, da trasporto e da servizio.

Successivamente Donatella Bianchi raggiunge un vero e proprio cimitero per barche che si trova all’interno della Laguna. Sono presenti oltre duemila relitti che si sono accumunati nel corso dei secoli.

Qui è possibile ammirare, tra gli altri, i mototopi ovvero le tipiche imbarcazioni venete che erano utilizzate per trasportare le merci. Ma anche i burci, delle particolari barche a fondo piatto che sono adatte alla navigazione dei fiumi.

Linea Blu 19 giugno Guggenheim

Linea Blu, Guggenheim

Proseguendo il suo viaggio a Venezia, Donatella Bianchi dedica spazio anche all’arte. Si occupa infatti della riapertura della collezione Peggy Guggenheim che è conservata all’interno del Palazzo dei Venier dei Leoni sul Canal Grande. Progettato a metà del XVIII secolo dall’architetto Lorenzo Boschetti, La Guggenheim acquistò lo stabile nel 1948.

Decise poi di trasformarlo in un museo privato nel quale custodire alcune opere d’arte realizzate da Salvador Dalì, René Magritte, Pablo Picasso e da tanti altri artisti. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1979, l’esposizione è diventata poi accessibile ai visitatori. Oggi è considerato uno dei più importanti musei di arte europea e americana del XX secolo che si trovano in Italia.

Il mercato di Rialto

Dopo aver visitato la collezione Peggy Guggenheim la conduttrice raggiunge il celebre mercato di Rialto, che ha origini antichissime. La Pescheria si trova in una delle zone più antiche della città. Dall’anno 1007 il mercato ospita non solo prodotti alimentari ma anche gioielli, tessuti pregiati ed altri articoli di vario genere.

Al mercato di Rialto, inoltre, vengono ancora conservate delle tipiche indicazioni chiamate Nizioleti. Servivano per esporre ai clienti quali attività commerciali erano presenti, dai banchi della carne a quelli dedicati, ad esempio, a frutta e verdura.

Questa settimana Fabio Gallo si occupa della lavorazione del vetro nell’isola di Murano, una delle più grandi della Laguna. Da lì, infine, ripercorre la strada delle fornaci.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it