Connect with us

Informazione

La Gabbia Open, la diretta dell’11 gennaio

La gabbia open, Gianluigi Paragone torna questa sera su La7. Seguiamo la diretta

Pubblicato

il

La gabbia open, Gianluigi Paragone torna questa sera su La7. Seguiamo la diretta
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Pubblicità dentro articolo} 

Paragone non lascia spazio ai convenevoli e presenta subito i primi tre ospiti della serata: il filosofo Massimo Cacciari, e i giornalisti Massimo Fini ed Ernesto Galli della Loggia. Si inizia parlando di spionaggio e delle nuove tecnologie che mettono a rischio la privacy. Gli ospiti si soffermano sulla differenza tra lo spionaggio tra governi e quello nei confronti dei cittadini privati. L’argomento è quanto di più attuale si possa trovare, è notizia del giorno la dichiarazione di Trump sullo spionaggio degli hacker russi. 

Dopo la prima pubblicità si passerà a parlare di globalizzazione, partendo da una frase del capo economista della banca di inghilterra: “Previsioni sbagliate, siamo come i meteorologi..E’ dal 2008 che non ne azzecchiamo una”. Prende la parola Cacciari secondo cui molti economisti avevano previsto la crisi da cui ora siamo travolti, la colpa è di una politica che preferisce ed ha preferito essere cieca. Nonostante la crisi e le previsioni disastrose per la Gran Bretagna dopo la Brexit, il 2017 per il paese sembra essere inizato meglio delle previsioni.

Tra i punti che hanno portato all’uscita dell’Inghilterra dall’Europa c’è stato sicuramente il problema immigrazione, un video mostra le condizione disastrose in cui versa il centro di accoglienza di Cona che ospita 1500 immigrati. L’integrazione all’interno della struttura è molto difficile, come la situazione che vivono i cittadini.

la gabbia immigrati

 Fini si ricollega al modello economico occidentale imposto all’Africa Nera. Si introduce nel discorso anche Della Loggia che si sofferma sugli interessi dell’occidente in Africa fin dal periodo della decolonizzazione, per il giornalista “Bisognerebbe realizzare in questi paesi un potere politico capace di opporsi ai poteri occidentali e alla Cina (che ad oggi ha sempre più interessi nel continente nero)”.  

Secondo Paragone, gran parte della crisi attuale è data dall’incapacità di gestire la globalizzazione, ci ricolleghiamo così all’argomento centrale della puntata. E il discorso torna sull’immigrazione con un quarto ospite:Gianni Cuperlo che commenta il sistema di accoglienza italiano. Le telecamere de La Gabbia si spostano nel quartiere dello stadio San Siro dove cresce il ghetto islamico. I cittadini italiani denunciano le minacce di morte ricevute e il racket delle case popolari gestito direttamente da alcune famiglie arabe. Della Loggia avrebbe voluto in studio il Ministro dell’Interno, il conduttore risponde con una battuta: “Invitare è lecito, rispondere è cortesia”

la gabbia dellaloggia

Tutte queste situazioni di forte disagio, hanno portato alla vittoria di Trump e potrebbero portare alla vittoria di Marine Le Pen alle presidenziali in Francia. Fini torna a prendere la parola ricollegandosi all’impoverimento dell’Africa a causa delle potenze europee che se non smetteranno di imporsi sui poveri del terzo mondo continueranno a subirne l’emigrazione.

In studio arriva Alessandro De Angelis, giornalista dell’Huffington Post, per parlare dei retroscena del Palazzo. L’argomento si sposta sul rigetto da parte della Consulta del Referendum sull’Articolo 18 proposto dalla Cgil, con l’obiettivo di abrogare le modifiche apportate dal Jobs Act del governo Renzi e ripristinare le tutele previste dallo Statuto dei Lavoratori. Paragone chiede un commento anche sull’allenza, finita male, tra il Movimento 5 stelle e il gruppo ALDE, gruppo dei liberali europeisti guidati da Guy Verhofstadt. 

la gabbia huffpost

Cambiamo argomento, si racconta la storia di Lara Lago, scappata dall’italia per mancanza di lavoro e che ora ad Amsterdam fa la giornalista. Al Ministro Poletti, che durante un’intervista sui cervelli in fuga, si è lasciato sfuggire la frase “Centomila giovani in fuga? Conosco gente che è bene sia andata via, questo paese non soffrirà a non averli tra i piedi”, la giovane donna ha dedicato una lettera: “Caro Poletti venga a vedere come è vivere e lavorare all’estero”. In studio prendono posto: il matematico Piergiorgio Odifreddi, Maurizio Landini della FIOM e il matematico e saggista Alessandro De Nicola

la gabbia lara

 Paragone accusa fortemente il Ministro Poletti che ha scelto di non confrontarsi con i giovani offesi, per il conduttore, il politico non è a conoscenza della realtà in cui molti ragazzi vivono oggi. Un servizio mostra ciò che accade in Sicilia dove molti precari, pur di mantenere il lavoro, rinunciano ai propri diritti. Tra i precari troviamo anche medici e infermieri, i giornalisti de La gabbia incontrano Salvatore Lucio Ficarra, direttore generale dell’Azienda Sanitaria provinciale di Agrigento. In poche parole, i contratti sono stati rinnovati solo a quei lavoratori, che pur lavorando a tempo determinato da oltre 3 anni, hanno rinunciato a qualsiasi forma di azione giudiziaria per la stabilizzazione. 

{module Pubblicità dentro articolo} 

Un secondo filmato mostra la situazione dei licenziati di Almaviva, 1160 a dicembre 2016. La storia di Alessandra, licenziata improvvisamente dopo 18 anni di lavoro, mostra la situazione drammatica che stanno vivendo proprio in questi giorni i lavoratori che si sono ritrovati senza uno stipendio, già troppo basso. 

la gabbia almaviva

 Odifreddi paragona l’università italiana a quella americana. Nelle università straniere il legame con il mondo del lavoro è molto stretto, nelle strutture private americane arrivano addirittura i cercatori di teste. 

Una provocazione a Landini a proposito della capacità di Trump di far rimanere le aziende in America, minacciando un dazio del 35% a chi delocalizza. Un nuovo servizio fa luce sui nomi dei debitori di Mps. Intervista a sorpresa a Elio Lannutti, presidente dell’Adusbef (Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari, Finanziari, Assicurativi). L’uomo accusa a gran voce la giustizia che ha tempi veloci quando si tratta di condannare i poveri, mentre sembra prendersela comoda quando i processi riguardano nomi importanti. Ma la visione per Lannutti è negativa: “Questi banchieri non pagheranno mai e i loro debiti sono tutti sulle nostre spalle”

 Tornati dal blocco pubblicitario si cambia argomento ed un servizio mostra le situazioni drammatiche in cui vivono le popolazioni terremotate con l’arrivo del gelo e della neve. La maggior parte delle persone vive nelle roulotte, siamo a Visso, nel cuore dei Monti Sibillini, qui le temperature la notte scendono sotto i 10 gradi.

la gabbia visso

Si aggiungono al tavolo Vittorio Feltri, direttore di Libero e Veronica De Romanis, economista. Mentre il giornalista ha portato avanti una battaglia, con il suo giornale, contro l’euro e l’Europa, la De Romanis è fortemente convinta dell’importanza della presenza dell’Italia all’interno dell’UE. Alessandro De Nicola, avvocato, espone le conseguenze dell’eventuale uscita del nostro paese dall’euro. Un servizio mostra cosa è cambiato nelle tasche degli italiani con il passaggio dalla Lira all’Euro, con conseguente aumento delle spese e stipendi e potere d’acquisto dimezzati. Un altro video alla Anonymus racconta come molti economisti e premi Nobel avessero previsto la crisi conseguente all’adozione della moneta unica. Si aggiunge alla discussione Paolo Becchi, filosofo ed euroscettico: “All’inizio il progetto dell’Europa era economico e non politico e per un paio di anni ha funzionato, poi si è passati alla volontà di creare una moneta unica..dopo 15 anni di sacrifici, dolori e sconfitte, noi continuiamo a dire che non c’è soluzione e che bisogna continuare così”. Lo stesso Becchi ha pubblicato sul giornale di Feltri i 50 motivi per uscire dall’Euro. Ma per la De Romanis non è l’euro ad aver causato la crisi, ma le riforme bloccate nel nostro paese.

la gabbia studio

Feltri alla fine auspica l’uscita della Germania dall’Euro. Mentre Odifreddi vorrebbe un’Europa a due velocità.

Prima di chiudere, Paragone lancia un ultimo servizio: “Psicosi meningite tra allarmismi e verità”. La gente intervistata da la colpa agli immigrati, la psicosi è causata principalmente dai mezzi di comunicazione, mentre il Ministero della Salute rassicura: “Nessuna emergenza sanitaria, dati in linea con gli anni precedenti”.

Appuntamento a mercoledì prossimo, ore 21.10, La7.    

 {module Pubblicità dentro articolo} 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Studentessa di Editoria e Giornalismo all'università La Sapienza di Roma. Appassionata di tv e grande divoratrice di libri.

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Melaverde 20 giugno a Chioggia e a Brescello, nella campagna emiliana

Tutte le anticipazioni sulla tappa odierna del viaggio di Ellen Hidding e Vincenzo Venuto nel nostro Paese.

Pubblicato

il

Melaverde puntata 20 giugno
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Melaverde torna con la puntata di domenica 20 giugno. L’appuntamento è su Canale 5 alle 11.55. I due conduttori on the road intraprendono un nuovo viaggio, dopo quello della scorsa settimana, alla ricerca delle eccellenze agro alimentari e gastronomiche del nostro Paese. Ecco la tappa odierna del programma per Ellen Hidding e Vincenzo Venuto.

Melaverde 20 giugno conduttori

Melaverde 20 giugno a Chioggia per il Gelato

Oggi il gelato con i suoi mille gusti e forme è un prodotto che troviamo davvero dappertutto e in ogni periodo dell’anno. Si calcola che ogni italiano, in un anno, ne consumi più o meno 7-8 chili.
Il mercato del gelato vale in Italia 4,2 miliardi di euro. Il mondo del gelato italiano utilizza ogni anno 250 mila tonnellate di latte, 70 mila tonnellate di zuccheri, 23mila tonnellate di frutta fresca e 32 mila tonnellate di altre materie prime.
Il Veneto ha una grandissima tradizione gelatiera. Nel secolo scorso, artigiani del gelato veneti partirono per l’Europa a cercare fortuna. E la trovarono. Solo in Germania aprirono più di 5000 gelaterie italiane.
A Chioggia c’è un’importante azienda che realizza molte tipologie di gelato, utilizzando come base solo latte di montagna, ricotta o mascarpone. Le tecnologie più moderne oggi permettono all’industria italiana del gelato di essere tra le più avanzate al mondo per numeri e per qualità. Sarà un viaggio goloso ed interessante per scoprire tutti i segreti dei processi produttivi che garantiscono qualità, salubrità e gusti eccellenti ai gelati confezionati.

A Brescello per le Cucurbitacee

Questa settimana Melaverde raggiunge la campagna Emiliana. Precisamente si reca a Brescello dove da qualche giorno è iniziata la raccolta dei meloni. I telespettatori scoprono infatti che l’intera zona, grazie al suo terreno fertile e alle sue caratteristiche climatiche, permette di avere meloni e angurie di grande eccellenza.
E questo lo sa bene Ettore che con la sua famiglia si occupa di questo da generazioni. Si inizia conoscendo la sua storia per poi scoprire ogni segreto sulla coltivazione e raccolta di meloni e angurie che, dopo una prima selezione nei campi, entrano in uno stabilimento dove addette esperte controllano ogni frutto, poi posizionato nelle classiche ceste per la consegna in tutta Italia e Europa. Non mancheranno, infine, consigli e curiosità anche in cucina dove il melone riserva moltissime sorprese.

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021, I programmi in onda

Su Raitre va in onda Kilimangiaro Estate con Camila Raznovich. Italia 1 trasmette la replica di Colorado.

Pubblicato

il

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021. Su Nove va in onda il reality Cambio moglie. Iris, invece, propone il film drammatico Defiance – I giorni del coraggio con Daniel Craig.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021, Rai Mediaset

Su Raiuno, alle 21.30, il film tv biografico Storia di Nilde, con Anna Foglietta. Rivediamo la docufiction trasmessa per la prima volta nel 2019, a 20 anni dalla scomparsa di Nilde Iotti (Anna Foglietta) e a 40 dalla sua nomina a Presidente della Camera. Intrecciando ricostruzioni, materiali di repertorio e testimonianze illustri, il racconto si sofferma anche sul rapporto con Palmiro Togliatti.

Su Raitre, alle 21.20, i viaggi con Kilimangiaro Estate. Tema portante della puntata è il colore. Dal mare blu della Melanesia a quello delle Maldive, al verde dell’Irlanda e della Cina. Camila Raznovich ospita lo storico dell’arte Jacopo Veneziani, Zelda Franceschi, professoressa di Antropologia all’Università di Bologna, e la campionessa mondiale di sci Marta Bassino.

Su Italia 1, invece, alle 21.20, il varietà Colorado. Rivediamo la ventesima edizione del programma trasmessa su questa rete nel 2019. Al timone ci sono Belen Rodriguez e Paolo Ruffini. Al loro fianco Scintilla (alias Gianluca Fubelli), i PanPers e altri 40 artisti come Pino & gli Anticorpi, Max Pisu, Gianluca Impastato, i Pantellas, Marco Stabile.

Programmi La7, Nove

Su La7, alle 21.30, l’attualità con Abbattiamoli. Rivediamo in replica l’inchiesta andata in onda il 10 giugno scorso. Massimo Giletti, costretto a vivere sotto scorta per le minacce ricevute, si è recato in Sicilia per parlare di Cosa Nostra con magistrati e carabinieri ma anche pentiti.

Su Nove, alle 21.20, il reality Cambio moglie. Rivediamo la seconda stagione del reality, trasmesso su questa rete. Come di consueto, due donne accettano di scambiarsi casa e famiglia per una settimana. Alla fine dell’esperienza le due coppie protagoniste si incontrano per un confronto.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021 conta su di me

I film di questa sera domenica 20 giugno

Su Canale 5, alle 21.20, il film commedia del 2017, di Marc Rothemund, Conta su di me, con Elyas M’Barek. Lenny (Elyas M’Barek), viziatissimo figlio di un celebre chirurgo, viene punito dal padre per la sua vita da fannullone: se vorrà riguadagnare la sua stima e l’uso della carta di credito, dovrà occuparsi di David (Philip Noah Schwarz), un adolescente affetto da una grave malformazione cardiaca.

Su Iris, alle 21.00, il film drammatico del 2008, di Edward Zwick, Defiance – I giorni del coraggio, con Daniel Craig. Nel 1941, Tuvia Bielski e i suoi due fratelli fuggono dalla Polonia occupata dai nazisti e si rifugiano in Bielorussia. Lì organizzano la resistenza e aiutano centinaia di ebrei in fuga.

Su Cine34, infine, alle 21.00, il film commedia del 1986, di Luca Verdone, 7 chili in 7 giorni, con Renato Pozzetto, Carlo Verdone. Silvano e Alfio, laureati in medicina, aprono una clinica per persone che devono perdere peso. Ma i loro metodi esasperati porteranno i pazienti a cercare vendetta.

Stasera in tv domenica 20 giugno 2021 La vita straordinaria di David Copperfield

Stasera in tv domenica 20 giugno, film in onda su Sky

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film commedia del 2019, di Armando Iannucci, La vita straordinaria di David Copperfield, con Dev Patel. Adattamento cinematografico del romanzo di Charles Dickens: un racconto della vita del personaggio letterario, dalla giovinezza all’età adulta, sullo sfondo dell’Inghilterra del XIX secolo.

Su Sky Cinema Family, invece, alle 21.00, il film commedia del 1995, di Chris Noonan, Babe – Maialino coraggioso. Il maialino Babe viene allevato in una fattoria da Fly e Rex, una coppia di cani pastore e impara ad accudire benissimo le pecore. Riuscirà così ad evitare una brutta fine.

Su Sky Cinema Suspense, infine, alle 21.00, il film di spionaggio del 2001, di John Boorman, Il sarto di Panama, con Pierce Brosnan. Spedito a Panama per punizione, un cinico agente segreto inglese si serve di un sarto pieno di debiti per architettare una colossale truffa ai danni dei suoi superiori.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Linea Blu 19 giugno: Donatella Bianchi visita il Salone Nautico di Venezia

Donatella Bianchi bianchi raggiunge il Veneto per visitare il Salone Nautico di Venezia 2021

Pubblicato

il

Linea Blu 19 giugno Rai 1
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo una settimana di stop a causa degli Europei Donatella Bianchi torna sabato 19 giugno con una nuova puntata di Linea Blu. L’appuntamento è alle ore 14:00 su Rai 1.

Quindici giorni fa, la conduttrice aveva esplorato la nave Amerigo Vespucci. Oggi invece si trova in Veneto per visitarne il capoluogo, Venezia.

Linea Blu 19 giugno salone nautico

Linea Blu 19 giugno, Salone Nautico di Venezia

Nella puntata del 19 giugno Donatella Bianchi visita il Salone Nautico di Venezia, che si è tenuto dal 29 maggio al 6 giugno. Si tratta dell’esposizione di barche e yatch provenienti da tutto dal mondo. Qui i visitatori possono infatti ammirare il meglio della nautica nazionale e internazionale, sempre più orientate verso un futuro green.

I produttori di navi infatti stanno realizzando delle imbarcazioni ibride o elettriche in modo da produrre meno inquinamento possibile nel rispetto dell’ambiente e, soprattutto, dei nostri mari. Alla manifestazione fieristica prendono parte non solo barche lussuose. Ma anche barche da lavoro, da trasporto e da servizio.

Successivamente Donatella Bianchi raggiunge un vero e proprio cimitero per barche che si trova all’interno della Laguna. Sono presenti oltre duemila relitti che si sono accumunati nel corso dei secoli.

Qui è possibile ammirare, tra gli altri, i mototopi ovvero le tipiche imbarcazioni venete che erano utilizzate per trasportare le merci. Ma anche i burci, delle particolari barche a fondo piatto che sono adatte alla navigazione dei fiumi.

Linea Blu 19 giugno Guggenheim

Linea Blu, Guggenheim

Proseguendo il suo viaggio a Venezia, Donatella Bianchi dedica spazio anche all’arte. Si occupa infatti della riapertura della collezione Peggy Guggenheim che è conservata all’interno del Palazzo dei Venier dei Leoni sul Canal Grande. Progettato a metà del XVIII secolo dall’architetto Lorenzo Boschetti, La Guggenheim acquistò lo stabile nel 1948.

Decise poi di trasformarlo in un museo privato nel quale custodire alcune opere d’arte realizzate da Salvador Dalì, René Magritte, Pablo Picasso e da tanti altri artisti. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1979, l’esposizione è diventata poi accessibile ai visitatori. Oggi è considerato uno dei più importanti musei di arte europea e americana del XX secolo che si trovano in Italia.

Il mercato di Rialto

Dopo aver visitato la collezione Peggy Guggenheim la conduttrice raggiunge il celebre mercato di Rialto, che ha origini antichissime. La Pescheria si trova in una delle zone più antiche della città. Dall’anno 1007 il mercato ospita non solo prodotti alimentari ma anche gioielli, tessuti pregiati ed altri articoli di vario genere.

Al mercato di Rialto, inoltre, vengono ancora conservate delle tipiche indicazioni chiamate Nizioleti. Servivano per esporre ai clienti quali attività commerciali erano presenti, dai banchi della carne a quelli dedicati, ad esempio, a frutta e verdura.

Questa settimana Fabio Gallo si occupa della lavorazione del vetro nell’isola di Murano, una delle più grandi della Laguna. Da lì, infine, ripercorre la strada delle fornaci.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it