SuperQuark, diretta 24 luglio 2019, la preparazione di Luca Parmitano e il neurodoping


SuperQuark | diretta 24 luglio 2019. Piero Angelo torna su Rai 1 con una nuova stagione del suo programma di divulgazione scientifica.


Seguiamo insieme la diretta.

Nel filmato di apertura prodotto dalla BBC i protagonisti sono i licaoni, detti anche cani selvatici africani. Fondamentale per questa specie è il controllo del territorio. Questo animale riesce a sopravvivere solo grazie alla collaborazione e alla forza dei capobranco. 

L’ultimo grande clan si trova in Zimbawe ed è guidato da una femmina. A causa dell’uomo la figlia di Tate, la capobranco, deve occupare il territorio della madre, cosa che di norma non accade. La madre vedendo di fronte a lei un branco grande due volte il suo è costretta a scappare in una zona pericolosa.

Ma in un periodo di siccità Black Tip torna sulle orme  della madre e la cerca per conquistare definitivamente il potere.

Il doping è ad oggi controllato e la somministrazione di medicinali è limitata. Si sta sviluppando però un tipo di doping completamente legale che dipende dalla neurostimolazione.

Da alcuni anni si è capito che l’attività fisica dipende per lo più dal cervello. Il neurologo Emiliano Santarnecchi ad Harvard sta studiando delle tecniche per stimolare la funzione celebrale. Il campione è colui che si controlla meglio e accusa meno lo sforzo.

Inducendo dei campi elettrici a un voltaggio molto basso si riescono a stimolare le zone interessate. Questo genera un cambiamento dell’eccitabilità corticale. Ciò che è interessante è che si è capito che oltre a stimolare le aree motorie può essere utile sfruttare anche le aree psicologiche, che controllano ad esempio l’affaticamento.

Ma cosa accadrà quando tutti gli atleti avranno a disposizione queste tecniche? Le conseguenze fisiche della stimolazione celebrale non si conoscono, chiaramente se usate in maniera eccessiva possono portare a danni, dei quali ancora oggi non si conosce la durata.

Alberto Angela è andato a Houston per osservare la preparazione fisica degli astronauti.

In un enorme piscina, attraverso il galleggiamento neutro, viene simulata la sensazione di galleggiamento antigravitazionale nello spazio. In passato non si sapeva nulla di ciò che potesse accadere durante le passeggiate spaziali al corpo umano. Il secondo uomo andato nello spazio rischiò la vita in quanto non sapeva gestire la fluttuazione. Tant’è che da allora vennero messe delle maniglie dalle quali non ci si può staccare. 

Il prossimo servizio è sulle truffe di Leonardo, tra le altre il ritrovamento di una ciocca di capelli di Leonardo, che però risale all’800, quando Leonardo era già morto da tre secoli oppure “il libro di ricette di Leonardo” ritrovato in Russia, che chiaramente è una bufala.

Nel servizio sull’ambiente si parla di serre idroponiche, nate in Olanda ed oggi costruita anche in Maremma, Toscana. L’idea nasce sollecitata dalla FAO che insegna che nel 2050 ci sarà bisogno di molto più cibo. 

La terra è sparita, le radici affondano in un terreno tecnologico dove passano acqua e nutrienti, la serra deve essere riscaldata in inverno, non vengono utilizzati parassiti e l’acqua, raccolta dalla pioggia in delle vasche, si muove lungo un circuito chiuso.

La serra a basso impatto ambientale è un futuro auspicabile per tutta l’Italia ancora tecnologicamente arretrata rispetto all’Olanda.

Il servizio storico riguarda un gruppo di sette politici di colore, due di loro sono passati dalla schiavitù al congresso americano. I sudisti avevano combattuto per mantenere la schiavitù, quando videro i neri arrivare alla politica, il razzismo divenne esponenziale, cominciarono i linciaggi e la situazione peggiorò sempre di più.

Le reti che proteggono i fianchi delle montagne spesso non danno sicurezza a chi le guarda, ma in realtà queste barriere sono sottoposte a test di resistenza estremi. Non è solo la rete a dare protezione, ma anche i montanti, le fondamenta. Ma non in tutti i punti è possibile mettere una rete, a volte viene posizionata una rete, collegata con piastre e funi, che collabora attivamente ponendo una forza opposta a quella della parete rocciosa. Altre ancora hanno un sistema di allarme collegato che preavvisa in caso di frana.

Il programma vira nella parte dedicata all’alimentazione. Il pesce è pieno di mercurio? Se ormai nelle credenze popolari si pensa di si, la scienza ci dice che non è così. Il problema è sempre la quantità. Ad oggi si pensa di poter misurare la giusta porzione di cibo con le mani. É stato costruito uno strumento che calcola le giuste porzioni in base alla grandezza della mano, rendendola un vero e proprio strumento di misura.

Perchè beviamo il caffè a colazione? Dopo la disfatta di caporetto venne data una nuova dieta ai militari, che al risveglio dovevano bere 8 g di caffè, così da essere più eccitati nella giornata.

Dopo il crollo del Ponte Morandi, la domanda che tutti si pongono è cosa accadrà ai ponti costruiti nello stesso periodo e se c’è un modo per capire se un ponte è a rischio. Ma la risposta è ancora lontana. Negli anni 60 i costruttori erano convinti che acciaio e calcestruzzo insieme durassero in eterno, ma così non è.

Finisce la puntata di oggi.



0 Replies to “SuperQuark, diretta 24 luglio 2019, la preparazione di Luca Parmitano e il neurodoping”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*