Le Storie di Melaverde 13 ottobre- torna Edoardo Raspelli


Nella puntata odierna torna il critico gastronomico Edoardo Raspelli che si reca in Val Camonica


Questa mattina, domenica 13 ottobre, i telespettatori avranno modo di rivedere Edoardo Raspelli al timone di Le storie di Melaverde. L’appuntamento è alle 11.10 su Canale 5. Il critico gastronomico non è più accanto a Ellen Hidding nel programma Melaverde che ha gestito per circa venti anni. Qui trovate le ragioni del suo abbandono.

Le Storie di Melaverde 13 ottobre – Regina del bosco

 Edoardo Raspelli raggiungerà la Valle Camonica e aprirà la Storia di Melaverde accanto ad un esemplare di castagno di oltre 250 anni. Questi alberi centenari, detti Patriarchi, sono la testimonianza vivente che per secoli la castagna è stata sempre presente sulle nostre montagne garantendo la sopravvivenza a generazioni di famiglie contadine.
Col passare degli anni a causa dello spopolamento della montagna gran parte degli storici castagneti sono stati abbandonati e le castagne hanno continuato a cadere di stagione in stagione incolte.
Le storie di Melaverde - Edoardo Raspelli
Oggi però qualcosa sta cambiando grazie ad un progetto che ha riunito gli storici coltivatori dell’intera valle in un consorzio con sede a Paspardo.
L’obiettivo comune è di dare nuova vita al frutto che un tempo era il pane dei poveri. Ma come è possibile raggiungere questo obiettivo? Un detto dice: “L’unione fa la forza” ed ecco la soluzione.
Tornare a prendersi cura dei castagneti con interventi di mantenimento e salvaguardia, unire le forze e conferire tutti i raccolti in un unico centro. Qui le castagne vengono essiccate e trasformate in farina poi utilizzata per realizzare prodotti da forno in un laboratorio di proprietà della cooperativa stessa.
Con Raspelli faremo un passo nella storia, vedremo la coltivazione di oggi e scopriremo il futuro della castagna che come un tempo sta tornando ad essere la regina del bosco.


0 Replies to “Le Storie di Melaverde 13 ottobre- torna Edoardo Raspelli”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*