Valentina Petrini: “Vi spiego i motivi del successo di Nemo – Nessuno escluso”


L'intervista alla conduttrice del programma di approfondimento di Rai 2 che torna nella prossima stagione a partire dal 28 settembre.


Si aspettava il successo della trasmissione soprattutto dopo l’inizio notevolmente in affanno?

Se rispondessi di sì, non sarei credibile nei confronti di tutte le persone con cui ho lavorato e anche verso la mia famiglia. Non mi aspettavo una chiusura di stagione così bella. Non so se definirlo un successo, ma il 7% di share ottenuto nell‘ultima puntata dell’8 giugno è stato un risultato totalmente inaspettato. Nel nostro cuore c’era il desiderio di riuscire a far capire alla gente che cosa volevamo provare a fare, quindi non ci siamo arresi dopo un inizio traballante. Abbiamo creduto e lottato per il progetto “Nemo” ed è stato bello realizzare questo piccolo sogno. La sfida che ora ci attende è enorme, perchè l’anno prossimo dovremo non solo riuscire a mantenere il livello della seconda parte di stagione, ma addirittura superarlo.

Quali sono stati i fattori che hanno permesso al programma di fare il decisivo salto di qualità?

Senza dubbio il tempo, che aiuta a far conoscere i prodotti nuovi. Accanto a questo c’è da dire che nella seconda parte di stagione sono stati introdotti degli accorgimenti, perché era necessario accompagnare maggiormente il pubblico: tra questi la scelta di avere in ogni puntata due “super-ospiti in poltrona” in veste di opinionisti e la volontà di rinforzare il filo narrativo fra gli argomenti trattati in studio e i servizi trasmessi. Tutto ciò ha contribuito a rendere “Nemo” più leggibile per il pubblico.

nemo enrico lucci valentina petrini

Sta già lavorando per la prossima edizione della trasmissione?

Non ho cominciato operativamente a girare, ma sto seguendo diversi argomenti: non posso nascondere che l’evolversi della guerra all’Isis continuerà ad essere una mia priorità. Non c’è solo questo, però: ad esempio stiamo raccogliendo moltissimo materiale sulla condizione degli omosessuali nel resto del mondo. È pazzesco come si stiano moltiplicando i cosiddetti “campi lager” in diversi parti del globo. Mi piacerebbe molto focalizzarmi su questa tematica. Continuerò sempre a fare denuncia, un’attività che è parte della mia natura.

La giornalista tarantina si è soffermata anche su un altro esperimento televisivo, proposto da Canale Nove: “Cacciatori”, condotto insieme a Pablo Trincia, altro volto di Rai 2 con il programma “#Maipiùbullismo”, nuovamente in palinsesto nella stagione ventura. Per sapere cosa ci ha detto, non resta che ascoltare l’intervista integrale in apertura del nostro post.



0 Replies to “Valentina Petrini: “Vi spiego i motivi del successo di Nemo – Nessuno escluso””

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*