Dottori in corsia Ospedale Bambino Gesù – la conferenza stampa

Tutte le dichiarazioni degli intervenuti che raccontano storie di sofferenza ma anche di guarigione.


Torna su Rai 3 la nuova edizione di Dottori in corsia Ospedale Bambino Gesù. Il docu – reality è stato presentato a viale Mazzini l’8 novembre alla presenza del direttore della terza rete Stefano Coletta. Presente anche la responsabile dell’ospedale Mariella Enoc e Eleonora Andreatta direttore di Rai Fiction. Assente Federica Sciarelli.

Dottori in corsia Ospedale Bambino Gesù – la conferenza stampa

La prima persona a parlare nella conferenza stampa di Dottori in corsia è Simona Ercolani.  Il programma va in onda sabato 16 novembre alle 21:45 su Rai 3. Sarà una puntata speciale alla quale poi seguirà la programmazione normale sempre il sabato ma in seconda serata.

Eleonora Andreatta: Dottori in corsia è uno dei gioielli della produzione di Rai Fiction per Rai 3. La serie racconta la realtà dei piccoli malati che riescono ad avere un valido aiuto per il loro futuro dall’equipe medica del Bambin Gesù. E’ inserita nell’ottica del Servizio Pubblico. Non c’è voyeurismo e si sofferma sulla sofferenza. Ma tutto è raccontato con grazia e sobrietà.

Eleonora Andreatta continua: abbiamo pensato ad una serata in prime time per dare un esempio di come si possa guarire da gravi patologie e coinvolgere così il pubblico della prima serata.

Prende la parola Stefano Coletta responsabile di Rai 3: questa operazione si inserisce nell’ottica della programmazione della rete.Non è facile parlare in maniera seria e scientifica della malattia infantile. Noi lo abbiamo fatto in maniera non artificiosa e abbiamo voluto introdurre in questa stagione anche casi freddi non legati all’attualità.

Dottori in corsia Ospedale Bambino Gesù. Simona Ercolani

Prende la parola Simona Ercolani responsabile della Stand By Me la casa di produzione che ha realizzato il docu-reality.
È stato un viaggio personale più che di lavoro in questo nuovo corso di Dottori in corsia. Uno dei casi più eclatanti di cui parleremo nella prima puntata riguarda una giovane donna di 32 anni nata con un gravissimo problema cardiaco. Dopo aver subito il trapianto ora attende un bambino e speriamo che possa dare molto presto la notizia anche ai telespettatori. Giulia è la persona più anziana trapiantata in Italia, ha avuto nel corso della vita anche altre ricadute ed ha continuato sempre ad essere curata dall’equipe del Bambin Gesù.

Simona Ercolani continua: Federica Sciarelli proprio come fa in Chi l’ha visto? racconta le storie e la sua partecipazione è un valore aggiunto. Viene sottolineato che l’ospedale Bambino Gesù compie 150 anni e il giorno della messa in onda della prima puntata sarà lo stesso in cui Papa Francesco ha concesso una udienza a tutto il personale dell’ospedale.

La conclusione della conferenza stampa prende la parola Mariella Enoc

Prende la parola Mariella Enoc responsabile del Bambino Gesù verso la conclusione della conferenza: purtroppo l’ospedale non fa miracoli. E talvolta dobbiamo anche noi arrenderci. Vogliamo però fare tutto ciò che è possibile per salvare quante più vite umane. Le storie raccontate sono tutte vere e soprattutto noi puntiamo a far capire al pubblico quanto sia importante la ricerca. Ci vogliono molti giovani appassionati e serve una stretta alleanza tra ricercatori, clinici e famiglia.

La Enoc conclude: voglio dire a Papa Francesco di voler bene all’ospedale ai bambini e a noi che diamo la vita per l’ospedale.

La Ercolani riprende: dopo ogni messa in onda ci saranno attività online per spiegare le patologie e rispondere alle domande degli utenti e spettatori. Le storie che raccontiamo sono complesse; ogni volta alla fine ci viene da dire che abbiamo realizzato un miracolo.

Simona Ercolani e spera di avere anche un’altra stagione per raccontare storie di altri bambino.



0 Replies to “Dottori in corsia Ospedale Bambino Gesù – la conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*