Connect with us

Informazione

Max Laudadio dal 1 ottobre su Tv2000 con “Missione Possibile”

Nuova avventura professionale sull’emittente della CEI per l’inviato di “Striscia la Notizia”.

Pubblicato

il

Nuova avventura professionale sull’emittente della CEI per l’inviato di “Striscia la Notizia”.
Condividi su

Max Laudadio è uno dei volti nuovi del palinsesto della rete diretta da Paolo Ruffini. Come annunciato in occasione della presentazione della nuova offerta televisiva dell’emittente Cei, l’inviato di “Striscia la Notizia” arriva con un programma che si svilupperà nell’arco di 6 appuntamenti domenicali, dal 1 ottobre al 5 novembre, a partire dalle 20.30.

“Missione Possibile” è un viaggio nel mondo alla scoperta dei missionari e del loro messaggio di speranza portato in realtà difficili e spesso dimenticate, anche dai media tradizionali. Le telecamere condurranno i telespettatori in tre Paesi appartenenti ad altrettanti continenti: Haiti (America Centrale), Benin (Africa), Giordania (Asia).

Ad Haiti, stato colpito duramente da un sisma nel 2010, Max Laudadio incontrerà suor Marcella Catozza, che tra i rifiuti fa rifiorire la speranza. Nei dintorni della capitale Port-au-Prince c’è una discarica dove la gente cerca cibo e oggetti da rivendere; lì vivono 70 mila persone, e suor Marcella, missionaria francescana, sta provando a restituire speranza ai più lontani.

Max Laudadio – Credits foto: Stefania Casellato per Tv2000

Nel suo reportage dal Benin, il giornalista conoscerà fra’ Fiorenzo Priuli, chirurgo missionario bresciano, che ha sulle spalle 45 anni di esperienza in Africa. Durante questo lungo periodo di lavoro, Priuli ha curato migliaia di persone e ha scoperto che una pianta locale rallenta la malattia più pericolosa del continente, l’Aids. Fra’ Lorenzo è diventato un faro per migliaia di pazienti africani, consulente dell’Oms per l’Aids e le malattie infettive.

Infine, durante il viaggio in Giordania, il pubblico di Tv2000 scoprirà le attività dell’ “Arsenale dell’Incontro”, sito nella città di Madaba, frutto dell’opera del Sermig (Servizio Missionario Giovani). La creazione dell’Arsenale ha voluto rappresentare una concreta testimonianza della possibilità di dialogo tra religioni diverse e, al contempo, un punto di riferimento per l’accoglienza di bambini e giovani diversamente abili. In questa particolare realtà, musulmani e cristiani vivono da fratelli, rispettandosi e dialogando per la tutela di un bene comune: i figli, specialmente quelli più in difficoltà.


Condividi su

Nasco a Napoli nel 1989, ma la mia città è San Giorgio a Cremano, la stessa di uno dei miei miti: Massimo Troisi. Gli studi mi hanno portato a Roma, dove mi sono laureato in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione alla Sapienza. Sono giornalista pubblicista. Il varietà è il mio genere preferito, sia in tv che in radio. A ruota seguono serie tv e quiz. La mia passione è il Festival di Sanremo: da piccolo fantasticavo di cantare sul palco dell'Ariston, ora mi limito a sognare di condurlo!

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Seguici su:

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it