Connect with us

Informazione

Bachini: dopo Pechino Express un film con Argentero e un reality sulle arti marziali

L'intervista alla star italiana degli action movies cinesi, protagonista a Pechino Express 4

Pubblicato

il

L'intervista alla star italiana degli action movies cinesi, protagonista a Pechino Express 4
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

{module Google ads}

Christian, che cosa ha rappresentato per lei Pechino Express?

Un’avventura fantastica, che rifarei ad occhi chiusi nonostante le fatiche delle gare e del viaggio. Grazie al reality ho visitato paesi che non avevo mai visto finora. È stata un’esperienza di vita importante che mi ha aiutato a crescere molto interiormente, obiettivo che speravo di raggiungere quando ho accettato di partecipare.

Che cosa ha imparato alla fine di questo percorso?

Potrebbe essere banale dirlo, ma ho capito quanto il rispetto verso gli altri e l’aiuto reciproco siano fondamentali. Sono valori che non consideriamo molto perché di solito, in questo mondo consumistico, diamo più importanza ai beni materiali. Abbiamo conosciuto persone che pur di darci da mangiare erano disposte a togliersi il cibo dalla bocca. Sono comportamenti che lasciano un segno nel cuore.

Qual è il ricordo più bello di quest’avventura?

Una serata trascorsa in una casa di contadini poverissimi, dove siamo arrivati tardi alla fine di una gara. Ci hanno cucinato una zuppa molto semplice e abbiamo mangiato tutti insieme. Ci confrontammo a lungo sulle nostre culture, loro erano molto incuriositi sulle abitudini e sui costumi italiani. Il loro affetto ha colpito molto sia me che Pasquale.

Come avete affrontato i momenti più difficili?

Io e Pasquale ci guardavamo negli occhi e dicevamo: “Andiamo avanti a denti  stretti, col cuore, a costo di sputare sangue!”. Abbiamo avuto non poche difficoltà in ambienti in cui eravamo poco abituati a muoverci e dove la nostra tempra atletica è stata messa a dura prova. C’è stato un momento (non ancora trasmesso, ndr) in cui siamo stati ad un passo dall’arrivare ultimi e abbiamo dato tutto noi stessi per riprendere le redini del gioco, proprio come in un film d’azione.

Con chi ha legato di più tra le coppie?

Quasi con tutti perché sono un tipo alla mano. È stato molto bello ma anche un po’preoccupante per i produttori del reality perché avevano paura che ci fossero troppa amicizia e solidarietà tra di noi. Volevano che ci “odiassimo” di più per le dinamiche del gioco (ride, ndr). Si è creata una bella amicizia con I Compagni, Giovanni Scialpi e Roberto Blasi, un rapporto che sta proseguendo anche fuori dal reality.

Abbiamo visto Giancarlo Magalli nel ruolo del “personaggio misterioso”. Com’è stato il suo approccio con voi concorrenti?

Non lo conoscevo di persona, è un uomo di una simpatia innata. Ogni sua frase è una battuta che fa schiantare dalle risate. Ha affrontato il gioco con il sorriso, senza paura delle difficoltà, qualità non da tutti. È un personaggio fantastico e talmente spontaneo che gli ho detto di volerlo con me per fare un film perché farebbe morire dal ridere. Magalli in un film d’azione sarebbe il coronamento di un sogno.

espatriatifoto

Che idea si era fatta di Pechino Express?

Quando mi hanno contattato sui social chiedendomi di partecipare, non sapevo che tipo di format fosse. Per questo motivo ho chiesto alcune informazioni sul programma ad alcuni produttori di Roma con cui sto collaborando per capire se fosse un reality come quelli tradizionali. Me lo hanno descritto come una sorta di documentario, una grande avventura ed effettivamente, dopo aver visto anche alcuni episodi delle edizioni precedenti, mi sono reso conto che è proprio così.

Secondo lei quali sono i motivi del successo?

La sua grande forza è unire l’intrattenimento con la cultura. Si possono trarre molti insegnamenti guardando come vivono le popolazioni sudamericane. Poi c’è Costantino della Gherardesca. Con la sua simpatia e la sua spontaneità rende le gare sopportabili, ammalia il pubblico e stimola la curiosità di vedere quanto accadrà nelle puntate successive.

Ormai la sua vita è in Oriente. Ha nostalgia dell’Italia?

In linea di massima rimarrò in Cina. Ho voluto a tutti i costi andare lì perché il mio sogno era diventare un attore di film d’azione cinese. L’Italia ce l’ho nel cuore, ora sono rientrato per alcuni mesi perché il mio intento è portare nel nostro Paese ciò che faccio in Cina per ridare un po’di spinta al cinema italiano tramite dei film d’azione. Ad esempio, fra poco inizierò a girarne uno con Luca Argentero e ne sono in cantiere altri quattro di produzione italo/cinese.

E la tv?

Mi piacerebbe molto farla soprattutto per un motivo: far conoscere al grande pubblico la bellezza delle arti marziali. C’è un progetto, ma è ancora tutto da definire.

In cosa consiste?

Si tratterebbe di un reality basato sulle arti marziali, in cui potrei rivestire il ruolo di conduttore. Sarebbe molto bello se andasse in porto. So che dovrebbe essere realizzata una serie tv sul django, lo spaghetti western nostrano. Mi farebbe piacere collaborare con chi la scrive o interpretare un personaggio del cast, sarebbe un grande passo in avanti nella mia missione di riportare il cinema di genere in Italia.

Da telespettatore, quali sono le analogie e le differenze tra la tv italiana e quella cinese?

Sia in Cina che in Italia c’è molto spazio per il sentimento, soprattutto nelle serie televisive. Nelle storie presentate al pubblico cinese c’è sempre una forte componente di drammaticità, maggiore rispetto a quanto si vede in Italia. A questo si aggiunge la presenza frequente di scene di combattimento, anche in fiction sentimentali o storiche: in questo modo gli autori vogliono rendere la storia più adrenalinica. Quello che manca in Cina rispetto all’Italia sono generi come il documentario, che non hanno grande spazio in tv.

 


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nasco a Napoli nel 1989, ma la mia città è San Giorgio a Cremano, la stessa di uno dei miei miti: Massimo Troisi. Gli studi mi hanno portato a Roma, dove mi sono laureato in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione alla Sapienza. Sono giornalista pubblicista. Il varietà è il mio genere preferito, sia in tv che in radio. A ruota seguono serie tv e quiz. La mia passione è il Festival di Sanremo: da piccolo fantasticavo di cantare sul palco dell'Ariston, ora mi limito a sognare di condurlo!

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informazione

Che fine ha fatto Baby Jane? il 4 e l’11 novembre su Rai 3 – anticipazioni prima puntata

Anticipazioni della prima puntata del nuovo programma condotto da Franca Leosini sulla terza rete Rai.

Pubblicato

il

Che fine ha fatto Baby Jane Leosini
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ha per titolo Che fine ha fatto Baby Jane il nuovo programma condotto da Franca Leosini. L’appuntamento è a partire da giovedì 4 novembre su Rai 3. Si tratta solo di due puntate di cui la seconda va in onda 7 giorni dopo, ovvero l’11 novembre sempre sulla rete diretta da Franco Di Mare.

Che fine ha fatto Baby Jane Leosini anticipazioni

Che fine ha fatto Baby Jane con Franca Leosini – anticipazioni

L’obiettivo del programma è di constatare come vivono oggi i protagonisti di Storie Maledette, lo storico programma della Leosini. La conduttrice va alla ricerca dei principali protagonisti e chiede loro come è trascorsa la loro vita dal giorno in cui sono stati intervistati in carcere.

Dopo aver parlato con loro Franca Leosini li ha lasciati sempre dietro le sbarre per finire di scontare il loro debito con la giustizia. Una volta riconquistata la libertà, sono stati in grado di riprendersi la propria vita e soprattutto sono stati capaci di riscattare le loro colpe con una esistenza più proba e corretta?

La Leosini parla anche di quanti hanno sofferto per coloro che ha intervistato in carcere.

Nel programma si fa uso di un nuovo studio di grande impatto visivo. Ognuna delle puntate ricostruisce la vicenda umana e giudiziaria dei protagonisti attraverso docufiction e materiale di repertorio.

Il protagonista di puntata viene presentato soltanto dopo la fine della documentazione che ne ritrae il passato. Vedremo dunque l’ospite della Leosini come si presenta oggi, con tutto il peso degli anni di carcere che ha scontato e si porta dietro.

Le puntate, questa volta, saranno disponibili anche su Raiplay Radio con una serie di podcast di Rai Radio 1 in otto puntate.

Che fine ha fatto Baby Jane Leosini quando in onda

Prima puntata

Protagonista della prima puntata è Filippo AddamoFranca Leosini lo ha incontrato per la prima volta 17 anni fa, nel carcere Bicocca di Catania. All’epoca Filippo Addamo aveva solo 23 anni e dopo una sentenza definitiva doveva scontare 17 anni per aver commesso un gesto atroce. Infatti aveva ucciso sua madre Rosa Montalto con un colpo di pistola alla nuca. Era il 27 marzo del 2000.

All’epoca Filippo Addamo era un giovane di 23 anni dal volto apparentemente pulito e dagli occhi innocenti. Nulla nel suo aspetto fisico faceva pensare alla crudeltà del gesto che aveva compiuto contro la sua genitrice.

Adesso Filippo Addamo ha scontato completamente la sua pena ed è un uomo libero. La nuova intervista di Franca Leosini mira a comprenderne la personalità.

L’obiettivo è capire se ha rimorsi, come gli anni di reclusione lo hanno cambiato e se nutre ancora speranza nel futuro. Insomma chi è diventato oggi Filippo Addamo? E la pena è servita a ricostruire un uomo che ha deciso di porsi su una via più corretta rispetto al passato?


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

I viaggi del cuore 2021: anticipazioni, data dell’inizio, novità

Tante le novità annunciate per la nuova edizione del format tv condotto da don Davide Banzato: i dettagli.

Pubblicato

il

I viaggi nel cuore 2021 cover
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 “I viaggi del cuore”2021 anticipazioni: torna il format tv che racconta la bellezza, la storia, l’arte e le tradizioni attraverso i santuari e i cammini con una nuova edizione dal 31 ottobre su Rete 4. Ci sarà una grande novità riguardante un progetto sociale realizzato dai giovani. 

I viaggi nel cuore Don Davide backstage
“I viaggi del cuore” 2021 anticipazioni: data inizio e “Ciak si gira”

Manca ancora qualche giorno all’inizio della nuova stagione de “I viaggi del cuore” 2021. Le anticipazioni rivelano che ci porterà ancora una volta alla riscoperta di luoghi di culto sconosciuti ai più ma dal grande fascino.  L’appuntamento con il format tv è tutte le domeniche mattina su Rete4 dal 31 ottobre 2021.

La trasmissione sarà visibile anche dai nostri connazionali all’estero, grazie alla sua messa  in onda nel canale internazionale Mediaset Italia. Tra le novità più attese della nuova stagione del programma targato Mediaset e condotto da don Davide Banzato vi è “Ciak si gira”. Si tratta di un progetto sociale realizzato dai giovani di Frosinone. 

Tale iniziativa è stata selezionata da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Nel corso di ciascuna puntata si seguirà il percorso di un gruppo di adolescenti delle scuole superiori di Frosinone. 

Questi ragazzi hanno lasciato la loro casa per vivere l’esperienza della convivenza con chi cerca di uscire dalle dipendenze nella comunità di Nuovi Orizzonti a Montevarchi. I viaggi del cuore 2021 svelano che i protagonisti di questo esperimento sociale hanno un’età che varia tra i 13 e i 18 anni. Sono molte le privazioni a cui si sono sottoposti, tra le tante anche quella del cellulare e delle proprie comodità. 

Si troveranno a vivere una vita diversa, nuova, immersi nella natura, dove si cimenteranno nell’apicoltura, ma soprattutto nel dialogo autentico in uno spaccato di società variegato, tra persone in misura detentiva ed altri provenienti da problematiche legate alla ludopatia, alla tossicodipendenza e alle nuove forme di disagio sociale.

I Viaggi nel vero: nuovo spazio ideato dai ragazzi

A conclusione di ogni puntata ci saranno “I viaggi nel vero”. Uno spazio ideato dai ragazzi che hanno vissuto un’esperienza di 2 anni di laboratorio audiovisivo e cinematografico presso la Cittadella Cielo di Frosinone. Al loro fianco professionisti della televisione e del cinema. 

Il loro obiettivo è di presentare e raccontare ai telespettatori la realtà così come la vedono. Il progetto Ciak si gira coinvolge molti enti importanti come L’Impresa sociale con i bambini, la Fondazione Angelo Affinita, Nuovi Orizzonti, ma anche La Fake, Me Production e il Moige.

I viaggi del cuore 2021 anticipazioni: tappe, percorsi, storie

I Viaggi nel cuore Don Davide

Le anticipazioni de I viaggi del cuore 2021 rivelano che il percorso si snoderà non solo in Italia, ma anche all’estero. Una tappa importante sarà Bergamo come città simbolo della ripartenza. Poi sono previsti diversi luoghi della spiritualità laziale, in particolare tra Anagni e Roma dando rilievo alla figura di Santa Francesca Romana, compatrona di Roma con i santi Pietro e Paolo.

Successivamente si passerà anche per Milano: i cammini storici della città meneghina contribuiranno a regalare una nuova prospettiva della spiritualità ambrosiana. Se in Slovenia si scopriranno importanti santuari mariani, nell’isola di Malta si va per raccontare la storia di san Paolo.

Si dovrà andare in Svizzera, invece, per ripercorrere la vita di San Nicolao, patrono della nazione e figura ecumenica avvincente. Forse non tutti sanno che il santo è anche patrono delle Guardie svizzere. E sarà in questo percorso di conoscenza che il corpo militare a servizio del Santo Pontefice e del Vaticano, svelerà i segreti della loro storia rivelando alcuni luoghi segreti, quali una galleria scavata nella roccia, fortezza militare della Seconda guerra mondiale, rimasta segreta fino al 2005. 

Don Antonio Rizzolo e Missioni don Bosco 

A I viaggi nel cuore 2021 tra le conferme c’è quella don Antonio Rizzolo, direttore delle riviste Credere e Famiglia Cristiana. A lui sarà affidato l’editoriale sull’attualità. Ma ci saranno anche tanti giornalisti e scrittori oramai divenuti punto di riferimento del pubblico per approfondimenti culturali. 

Ritorneranno anche le Missioni don Bosco, attraverso le quali i telespettatori scopriranno diversi Paesi del Mondo nei Continenti in cui i Salesiani sono in prima linea in tempo di Pandemia. Il programma è ideato e prodotto da Elio Angelo Bonsignore di Me Production insieme alla produttrice per Mediaset Consuelo Bonifati


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere

Informazione

Stasera in tv domenica 24 ottobre 2021, tutti i programmi in onda

Su Raiuno, la fiction Cuori con Daniele Pecci. Su Rete 4, l’attualità con Controcorrente – Prima serata con Veronica Gentili.

Pubblicato

il

Stasera in tv domenica 24 ottobre 2021
Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Stasera in tv domenica 24 ottobre 2021. Su Raitre, il talk show Che tempo che fa con Fabio Fazio. Su Tv8 invece va in onda Masterchef  Italia.

Stasera in tv domenica 24 ottobre 2021, Rai

Su Raiuno, alle 21.25, la fiction Cuori. Due episodi. Il primo s’intitola, “Padri e figli”. Corvara (Daniele Pecci) e lo staff attendono la visita del Vescovo: il suo parere positivo potrebbe sbloccare i fondi per il trapianto di cuore. Poi, l’arrivo in ospedale di una giovane paziente porta tensioni tra Alberto, che vuole operarla, e Delia, che invece si oppone. A seguire, “Inutili bugie”. Le condizioni di Rosa si sono stabilizzate, ma il suo cuore non è ancora fuori pericolo. Mosca dà a Delia due giorni di tempo per trovare una soluzione, altrimenti se ne occuperà lui.

Su Raitre, alle 20.00, il talk show Che tempo che fa. Da Brian May dei Queen al regista Quentin Tarantino, anche in questa nuova edizione Fabio Fazio riesce ad intervistare alcune tra le più grandi star internazionali dello spettacolo. Come sempre la serata si chiude al Tavolo con gli ospiti fissi, tra cui Orietta Berti, Nino Frassica e Gigi Marzullo.

Programmi Mediaset, La7, Tv8

Su Rete 4, alle 21.20, l’attualità con Controcorrente –Prima serata. Anche stasera non mancano di certo gli spunti di discussione per Veronica Gentili e i suoi ospiti. Protagonista del programma è come sempre l’attualità, dall’escalation di violenze da parte di una frangia dei cosiddetti “No Green Pass”, alla situazione politica dopo i ballottaggi di Roma, Torino e Trieste.

Su Canale 5, alle 21.20, il varietà La notte di Scherzi a parte. A una settimana dalla fine dello show di Enrico Papi rivediamo i momenti più divertenti delle sei puntate. Come lo scherzo ai danni di Federica Pellegrini, che si è infuriata per i danni alla sua auto, complice il fidanzato Matteo Giunta. Non mancherà uno degli scherzi realizzati in prima persona da Papi.

Su La7, alle 21.15, Atlantide. L’appuntamento con le “Storie di uomini e di mondi” che rappresentano il segno distintivo del programma condotto da Andrea Purgatori si rinnova anche stasera. Gli argomenti spaziano dall’antichità all’età contemporanea.

Su Tv8, alle 21.30, il talent Masterchef Italia. Per giudicare le creazioni dei concorrenti durante l’Invention Test, dedicato stasera alla sperimentazione culinaria, Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli ospitano lo chef Terry Giacomello.

Stasera in tv domenica 24 ottobre 2021 il sole a mezzanotte

I film di questa sera domenica 24 ottobre 2021

Su Rai Movie, alle 21.10, il film drammatico del 2018, di Scott Speer, Il sole a mezzanotte – Midnight sun, con Bella Thorne. A causa di una rara malattia, la giovane Kate deve vivere al riparo della luce. Ma, una notte, il destino le fa incontrare Charlie: insieme vivranno un amore in modo del tutto speciale.

Su Italia 1, alle 21.20, il film d’avventura del 1016, di David Yates, The Legend of Tarzan, con Alexander Skarsgard, Margot Robbie. Dopo essere cresciuto nella giungla africana, Tarzan (Alexander Skarsgard) ha raggiunto Londra dove vive da tempo con la moglie Jane (Margot Robbie). Quando viene inviato in Congo come emissario del Parlamento, però, si trova a fronteggiare una serie di insidie e complotti orditi alle sue spalle.

Su Nove, alle 21.25, il film drammatico del 1979, di e con Sylvester Stallone, Rocky II. Dopo il match con il campione del mondo, Rocky decide di abbandonare la boxe e sposare Adriana. Ma i soldi incassati dall’incontro finiscono presto. Così quando Apollo Creed gli offre la rivincita lui accetta.

Su Iris, alle 21.00, il film thriller del 1991, di Martin Scorsese, Cape Fear – Il promontorio della paura, con Robert De Niro, Nick Nolte. L’ex galeotto Max Cady perseguita l’avvocato che a suo giudizio non è stato in grado di difenderlo al processo. La resa dei conti sarà spietata.

Su Paramount Network, alle 21.10, il film thriller del 2003, di John McTiernan, Basic, con John Travolta. Un investigatore della Narcotici, ex militare, deve far luce sulla scomparsa di un sergente istruttore e di alcuni cadetti, durante un’esercitazione nella giungla. Le versioni dei sopravvissuti non lo convincono.

Stasera in tv domenica 24 ottobre 2021 le amiche della sposa

Stasera in tv domenica 24 ottobre 2021, i film su Sky   

Su Sky Cinema Uno, alle 21.15, il film commedia del 2011, di P. Feig, Le amiche della sposa, con Maya Rudolph, Kristen Wiig. La quarantenne Annie deve organizzare il matrimonio della sua miglior amica, Lillian. Non è un incarico facile, ma lei è determinata a portarlo a termine con successo.

Su Sky Cinema Due, alle 21.15, il film drammatico del 2017, di David Gordon Green, Stronger – Io sono più forte, con Jake Gyllenhaal. La storia di Jeff Bauman, l’uomo che perse entrambe le gambe nell’attentato della maratona di Boston del 2013. Dovette affrontare una lunga riabilitazione fisica ed emotiva.

Su Sky Cinema Action, alle 21.00, il film commedia del 2013, di Jonathan Sobol, L’arte del furto, con Kurt Russell. Crunch Calhoun, motociclista acrobatico e ladro nel tempo libero, propone al fratello Nicky un colpo mirabolante: rubare un libro dal valore inestimabile. Nicky accetta.


Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Advertisement

Seguici su:

Di tendenza

Maridacaterini.it è una testata giornalistica iscritta al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015 - P.Iva 05263700659 – Tutti i diritti riservati

Copyright © 2021 www.maridacaterini.it